umidificatori

Umidificatori portatili per l’inverno | I migliori del 2021

AGGIORNAMENTO 15/09/2021: abbiamo sostituito diversi umidificatori con modelli più efficienti e di ultima generazione, oltre ad aver pubblicato una guida che riassume i fattori più importanti che determinato la scelta di questo dispositivo.

Siamo sicuri che vi sarà capitato più di una volta di percepire che l’aria all’interno della vostra abitazione diventi, per svariati motivi, un po’ secca e con l’inverno questo fenomeno tende a manifestarsi più spesso, soprattutto nel momento in cui accendete il camino o i termosifoni. Per risolvere questa situazione spiacevole, esistono dei prodotti dedicati a tale scopo, gli umidificatori portatili.

Un umidificatore d’aria non è altro che un elettrodomestico che genera vapore acqueo per mantenere il livello di umidità corretto nell’aria, dando sollievo alle vie respiratorie sia agli adulti che ai bambini. Come potete immaginare, questo dispositivo è ideale per tutti gli ambienti che tendono ad avere un’aria particolarmente secca, ma prima di segnalare in calce quelli che sono, a nostro giudizio, i migliori umidificatori portatili per l’inverno, vogliamo spiegare brevemente e in modo semplice il loro funzionamento.

Innanzitutto, esistono due tipi di umidificatori: quelli a caldo e quelli a freddo. Nel primo caso, il vapore viene prodotto portando l’acqua ad ebollizione tramite riscaldamento con una resistenza elettrica, mentre nel secondo caso è presente un emettitore di ultrasuoni che produce il vapore nebulizzando l’acqua in una nebbia di particelle finissime e invisibili. Come spesso accade, anche in questo caso ci sono vantaggi e svantaggi tra i due tipi di umidificatori.

Ad esempio, quello a caldo ha come vantaggi il fatto di produrre vapore perfettamente sterilizzato e la possibilità di inserire olii essenziali per rendere l’ambiente più profumato. Gli svantaggi, invece, risiedono nel maggior tempo di funzionamento, dal momento che bisogna attendere che l’acqua si riscaldi prima di entrare in funzione, cosa che invece non avviene negli umidificatori a freddo, dato che il vapore viene nebulizzato immediatamente. Detto ciò, abbiamo selezionato per voi una serie di modelli, sia di fascia bassa che alta, in modo da andare in contro alle esigenze di tutti. I modelli riportati in calce si trovano tutti su Amazon, quindi acquistarne uno sarà semplicissimo, oltre che particolarmente vantaggioso per il portafoglio.

I migliori umidificatori portatili per l’inverno

Umidificatore

Umidificatore TopEsct

TopEsct
Iniziamo la nostra lista dei migliori umidificatori portatili per l’inverno con un prodotto entry-level, non adatto per gli ambienti più grandi ma che permette comunque di dare nuova vita all’aria qualora ce ne fosse bisogno, ad esempio dopo che una camera è rimasta chiusa per diverse ore. Il suo funzionamento è ad ultrasuoni, quindi il risultato è istantaneo, ed i suoi 500 ml di capienza permettono un funzionamento continuo fino a 10 ore. Realizzato con uno stile unico, questo umidificatore dispone di 7 luci a LED selezionabili, che fanno sì che sia un oggetto particolarmente adatto anche per dare all’ambiente un aspetto diverso, oltre a rendere l’aria più pulita. Inoltre, è possibile aggiungerci anche olii essenziali, caratteristica che rende questo modello uno dei più venduti in assoluto.

» Clicca qui per acquistare l’umidificatore TopEsct


Umidificatore Philips

Umidificatore Philips
A risultare particolarmente interessante è questo modello Philips che vedete sulla destra, dal momento che dispone di un design in grado di adattarsi a qualsiasi ambiente. Non a caso, è uno dei modelli meglio recensiti, merito però non solo del suo aspetto unico e originale. Piccolo e compatto, una volta in funzione farà tutto in automatico, garantendo un’aria pura e sana in tutta la casa grazie alla tecnologia NanoCloud, che aiuta a diffondere meno i batteri nell’aria. Perfetto per ambienti fino a 32 metri quadrati.

 » Clicca qui per acquistare l’umidificatore Philips


Umidificatore Levoit

Umidificatore LEVOIT
Con questo modello entriamo nella fascia media del mercato, dal momento che il prezzo inizia a diventare abbastanza importante. Si tratta della soluzione realizzata da Levoit, la quale vanta un display a LED con il quale sarà possibile controllare in tempo reale l’esatto livello di umidificazione presente nell’aria. Con una capacità di 6 litri, riesce a offrire ben 60 ore di autonomia, il che lo rende perfetto per l’utilizzo notturno oltre che diurno. Il funzionamento è basato sugli ultrasuoni, quindi una volta avviato il risultato sarà istantaneo e riesce a coprire una stanza fino a 47 metri quadrati. Inoltre, potrete collegarlo sotto la vostra rete wifi e controllarlo tramite l’app dedicata, che supporta persino Alexa e Google Assistant.

» Clicca qui per acquistare l’umidificatore Levoit


Umidificatore Nulaxy

Umidificatore Nulaxy
Un altro modello di fascia media che sentiamo di consigliarvi è sicuramente quello prodotto da Nulaxy. Parliamo di un dispositivo in grado di umidificare una stanza fino a 70 metri quadrati, avente poi un bellissimo display a LED touch. Ha una capacità di 4,5 litri, superiore rispetto alla media, capace quindi di funzionare per tutta la notte e soprattutto dispone di un’apertura del vapore a 360°, aiutata dalla presenza di un ventola che ne aumenta l’effetto, in modo da rendere il processo di umidificazione dell’aria molto più veloce, nonostante adotti già la tecnologia ad ultrasuoni.

» Clicca qui per acquistare l’umidificatore Nulaxy


Umidificatore Proscenic 808C

Proscenic 808C
Per coloro che vogliono o necessitano di un umidificatore di alto livello, suggeriamo di prendere in considerazione questo modello che, a differenza della maggior parte delle soluzioni simili, può essere utilizzato sia a freddo che a caldo a seconda del momento della giornata o in base ai propri gusti. La capacità è di oltre 5 litri, quindi è assicurato un utilizzo continuo fino a 30 ore, mentre per quanto riguarda la superficie riesce a coprire stanze di grandi dimensioni, arrivando fino a 70 metri quadrati. Essendo un prodotto di ultima generazione, è compatibile con Alexa e Google Assistant, il che vuol dire che può essere controllato anche tramite comandi vocali, qualora non si voglia usare il telecomando in dotazione. Infine, non manca ovviamente un filtro di ingresso dell’aria per isolare la polvere in modo da far fuoriuscire solo aria pulita.

» Clicca qui per acquistare l’umidificatore Proscenic 808C


Umidificatore Elechomes

Umidificatore Elechomes
Tra i migliori umidificatori portatili per l’inverno vale la pena segnalare, oltre al modello precedente, anche quello prodotto da Elechomes, dal momento che si tratta di un prodotto davvero valido capace di mostrare i muscoli anche nelle stanzi più grandi e complesse. Grazie alla capacità di 6 litri, l’autonomia non è un problema e dispone di 3 velocità con le quali pulire l’aria da tutte quelle sostanze invisibili che col tempo possono creare danni alla salute. Essendo uno dei migliori umidificatori che potete acquistare in questo momento, vanta sia la modalità fredda che calda, quindi si adatta perfettamente a qualsiasi situazione ed esigenza. Non manca, inoltre, la modalità automatica, che consente di gestire automaticamente l’emissione di nebbia in base alle condizioni circostanti. È così sofisticato che riesce persino a mantenere in buona salute le piante d’appartamento, pavimenti in legno e mobili.

» Clicca qui per acquistare l’umidificatore Elechomes


Come scegliere un umidificatore per l’inverno

Dopo aver capito quali sono i vantaggi nell’avere un umidificatore in casa e dopo aver scoperto quali sono i modelli più interessanti, è ora il momento di scoprire i fattori più importanti che determinano l’acquisto di uno specifico modello piuttosto che un altro. Gli aspetti da tenere in considerazione sono diversi, ma li abbiamo riassunti brevemente di seguito:

Capienza e autonomia

Come spesso accade con dispositivi simili, la capienza del serbatoio gioca un ruolo fondamentale, dal momento che coincide con quella che sarà poi l’autonomia dell’umidificatore. È logico quindi attendersi che un modello dalle grande dimensioni assicuri una durata di funzionamento maggiore rispetto ad un modello piccolo, motivo per cui la scelta dovrebbe ricadere in base alle dimensioni della stanza in cui volete posizionare il dispositivo. Ad ogni modo, è bene valutare sempre un modello capace di garantire una copertura superiore a quella della vostra stanza, in modo da avere un’ottima efficienza.

Tipologia

Come anticipato nella parte iniziale, i produttori di umidificatori possono basarsi su diverse tecnologie di funzionamento, che andranno poi ad impattare sull’efficienza del prodotto. Questi possono essere a caldo, detti anche a ebollizione, e a freddo, che sono quelli che emettono gli ultrasuoni. Entrambi garantiscono un’ottima efficienza, a seconda ovviamente della fascia di mercato in cui si pongono, ma vale la pena sottolineare alcune differenze che intercorrono tra le due tipologie.

Gli umidificatori a ebollizione si contraddistinguono per il loro vapore perfettamente sterilizzato, il che li rende preferibile da coloro che cercano una soluzione che punta molto sulla qualità dell’aria, ma hanno il vantaggio di consumare più energia ed essere più lenti nel produrre vapore. Gli umidificatori ad ultrasuoni, invece, producono il vapore immediatamente ma, almeno sulla carta, non assicurano la stessa qualità dei modelli a ebollizione.

Funzioni

Un buon umidificatore non dovrebbe essere sprovvisto di alcune funzioni fondamentali, tra cui il timer di funzionamento, la regolazione dell’emissione e una modalità notturna. Anche se non importante, alcuni modelli permettono poi di inserire degli oli essenziali, utili per profumare l’ambiente oltre che umidificarlo. Se si opta per un modello abbastanza costoso, è bene poi valutare se quest’ultimo dispone di alcune funzionalità extra, come il controllo a distanza o persino la possibilità di essere comandato tramite comandi vocali, come avviene ad esempio con l’umidificatore Levoit.