Android

Android 12: così Google vuole ricolorare il proprio OS

Se proprio dobbiamo fare una critica ad Android stock, quello installato sugli smartphone della linea Pixel e sui dispositivi Android One di Nokia per fare un esempio, è la mancanza di possibilità di personalizzare profondamente l’interfaccia senza ricorrere ad applicazioni di terze parti. I Pixel dispongono di un gestore di temi che permette di scegliere il colore dell’accento del sistema operativo e di personalizzare la forma delle icone, ma poco altro. Con Android 12 la situazione potrebbe finalmente cambiare!

Stando però a quanto fatto trapelare dai colleghi di 9to5Google, la casa di Mountain View potrebbe ben presto mettere a disposizione degli utenti un sistema di temi decisamente più completo già con Android 12. Il robottino verde è chiaramente famoso, in primis, per la sua possibilità di personalizzazione praticamente in ogni aspetto del software, caratteristica che lo differenzia da altri sistemi operativi, come il diretto rivale iOS.

Non a caso gli utenti, molto spesso, lo prediligono in quanto preferiscono avere il pieno controllo del sistema operativo e poter, ad esempio, scegliere di modificare l’aspetto di alcuni elementi dell’interfaccia, come la forma e lo stile delle icone delle app oppure personalizzare le dimensioni della griglia e molto altro ancora.

Credit: 9to5 Google
Android 12 colore tema

Apparentemente, il prossimo aggiornamento consentirà di andare oltre alla semplice possibilità di passare da una modalità chiara ad una modalità scura. Con Android 12 infatti, gli utenti dovrebbero avere la possibilità di selezionare sia un colore principale che un colore accento e vederli diffusi all’interno di tutta l’interfaccia Android.

Uno dei vantaggi di avere una combinazione di colori a livello di sistema è legato al fatto che il telefono può potenzialmente suggerire temi diversi in base allo sfondo selezionato ed abbinarli tra loro. Una novità molto importante sarebbe quella legata al fatto che i colori del tema predominante e quelli dell’accento potranno essere utilizzati anche dagli sviluppatori delle varie app, che potrebbero così essere realizzate ad hoc per adattarsi perfettamente al tema scelto, cosa invece non possibile oggi, in quanto, possono esclusivamente basarsi sul tema chiaro o sul tema scuro.

I colori a disposizione dell’utente potrebbero così variare in base a diversi fattori, come la marca dello smartphone e magari anche in base al modello. Non è da escludere infatti che ogni produttore possa avere a disposizione un limitato set di colori tra cui poter scegliere.

Poiché Android 12 è chiaramente ancora alle battute iniziali del suo sviluppo, è possibile che questi piani possano cambiare o essere rivisti nell’immediato futuro, cosa che spesso accade quando si inizia a parlare di possibili novità da introdurre. Un esempio concreto è rappresentato dalle Bubble Chat (delle vere e proprie bolle utili a facilitare la messaggistica via social) introdotte su Android 11 ma previste inizialmente già su Android 10.

Google dovrebbe iniziare a rilasciare la prima versione della Developer Preview di Android 12  il prossimo mese ed in quel caso potremo quasi sicuramente avere maggiori informazioni a riguardo.

Su Amazon puoi trovare le ottime cuffie Wireless Sennheiser PXC 550-II ad un prezzo incredibile, con quasi il 50% di sconto. Clicca qui.