Windows

Windows 10 Mobile, oggi termina il supporto e con esso un’epoca targata Microsoft

Scalfire il duopolio instaurato da Android e iOS è un’impresa ormai al limite dell’impossibile. Lo sa bene Microsoft che, a partire da oggi, smette di supportare Windows 10 Mobile. Si tratta dell’ennesimo fallimento dell’azienda di Redmond nel mondo smartphone, un settore che non ha mai sorriso alla creatura di Bill Gates. Eppure, come più volte affermato dal suo stesso fondatore, il gigante statunitense aveva tutte le carte in regola per sfondare in questo mercato.

L’obiettivo di Windows 10 Mobile, presentato nell’ormai lontano gennaio 2015 assieme alla controparte desktop, era quello di garantire la tanto agognata unione tra esperienza mobile e desktop. Uno scopo che ha visto impegnati altri giganti del settore come Samsung e Huawei che però, anziché sviluppare sistemi operativi ad hoc, hanno pensato di applicare direttamente ad Android funzionalità che potessero in qualche modo migliorarne la produttività in mobilità.

Ecco dunque nascere Samsung Dex e Huawei Proiezione Facile, modalità che consentono ai possessori di determinati modelli dei due brand in questione di avere accesso a un ambiente desktop su base Android. Funzionalità decisamente ben realizzate, che ormai migliorano di anno in anno e che, soprattutto, possono contare di default su una base installata enorme, essendo state sviluppate da quelli che ormai sono i due principali produttori mondiali di telefonia.

Esattamente come avvenuto con le precedenti versioni di Windows Mobile (o meglio di Windows Phone), l’errore di Microsoft è stato quello di non supportare adeguatamente il progetto, soprattutto con investimenti mirati che potessero coinvolgere maggiormente gli sviluppatori di applicazioni. Tutto questo senza dimenticare la decisione di non aggiornare molti prodotti con Windows Phone 8.1 a Windows Mobile 10, scelta che ha definitivamente affossato il progetto.

Eppure, nonostante tutto, gli ultimi report parlano di una quota mercato per Windows Mobile pari allo 0,3% in Italia. Da questo punto di vista, un ruolo chiave è stato ricoperto dal brand Nokia, che continua ad avere un appeal enorme dalle nostre parti. Del resto, gli smartphone con questo sistema operativo continueranno regolarmente a funzionare, anche se non riceveranno più le patch di sicurezza e le già poche applicazioni diminuiranno ulteriormente. Non a caso, nella pagina di supporto, la stessa Microsoft consiglia di passare ad Android o iOS.

In ogni caso, l’azienda di Redmond continua a credere nel mondo dei dispositivi mobili. Il prossimo anno arriveranno sul mercato i chiacchieratissimi Surface Duo e Surface Neo. Due prodotti che, trainati dal brand Surface e dal particolare form factor, potrebbero rappresentare un nuovo inizio per Microsoft nel settore. Staremo a vedere.

Lo Xiaomi Mi Mix 3 è disponibile in offerta su Amazon a meno di 300 euro. Lo trovate a questo link.