Cuffie, auricolari e accessori

Non è ancora il momento di rinunciare al jack da 3,5mm

Il sondaggio che abbiamo lanciato la scorsa settimana vedeva come protagonista il caro e vecchio jack per le cuffie da 3,5mm. Il connettore, da molti produttori ormai considerato obsoleto, sta diventando sempre meno onnipresente e sembra proprio che alla maggior parte degli utenti questa decisione ancora non vada a genio. È necessario un cambio di rotta?

Sennheiser HD 800 S

Il primo produttore importante, almeno per quanto riguarda il mondo della telefonia mobile, ad aver preso la decisione di rimuovere dai suoi prodotti più venduti il jack per le cuffie da 3,5mm è stato Apple con l’annuncio di iPhone 7. Tra le giustificazioni date dall’azienda la più marcata è stata l’affermazione della necessità di eliminare un connettore dalle grandi dimensioni, relativamente parlando, per permettere l’utilizzo dello spazio da esso liberato per altre componenti più utili, come una batteria dalla capacità maggiore.

Non solo, Apple ha anche affermato che l’eliminazione del jack aiuta anche a combattere i danni causati dall’ingresso di acqua e polvere negli smartphone, permettendo un migliore isolamento in quanto si va ad eliminare un potenziale punto di ingresso.

A seguito della decisione dell’azienda di Cupertino, anche moltissimi altri produttori di smartphone Android hanno scelto di percorrere la stessa strada e, soprattutto sui prodotti di fascia alta, il jack da 3,5mm per le cuffie sta lentamente scomparendo.

Secondo gli affezionati lettori di MobileLabs, tuttavia, si tratta di una decisione non condivisibile.

Audio Technica

Il 33,2% di essi afferma di volere all’interno del proprio smartphone un DAC (Digital-to-Analog Converter) di qualità per l’ascolto della propria musica preferita tramite jack e cavo. Un risultato abbastanza inaspettato (non la volontà di mantenere il jack, ma la necessità di un comparto audio di alta qualità N.d.R.), soprattutto alla luce del fatto che nel nostro sondaggio riguardante le vostre priorità nella scelta di un nuovo smartphone solamente l’8,6% di voi ha indicato la qualità del suono tra le proprie priorità.

Il 26% e il 25% dei votanti ha affermato che secondo loro è meglio avere sempre a disposizione un jack per le cuffie e non utilizzarlo che non averlo proprio e che utilizzano regolarmente il connettore, rispettivamente.

Solamente il 2,8% utilizza un adattatore mentre lo 0,7% utilizza un DAC esterno per ottenere la migliore qualità del suono possibile. E mentre l’11,4% di chi ha preso parte al sondaggio ha affermato di non aver bisogno del jack perché non trova alcun problema nell’utilizzare delle cuffie wireless, nessuno sembra utilizzare delle cuffie USB Tipo-C, probabilmente a causa del fatto che non è possibile ricaricare il proprio dispositivo e collegarle contemporaneamente.

Sarò sincero, in un mondo ormai dominato da auricolari wireless di ogni tipo, prezzo e qualità e guardando l’evolversi del mercato delle cuffie wireless ti tipo on-ear e over-ear, non mi aspettavo un risultato così nettamente a favore del caro e vecchio jack.

Il nostro campione di utenti votanti è ampio ma non è necessariamente rappresentativo dell’intera popolazione mondiale, tuttavia non sarà il caso magari per i produttori di riconsiderare le proprie decisioni?

Con la dipartita di LG ormai è praticamente impossibile trovare uno smartphone che abbia vero un occhio di riguardo per il mondo degli utenti per cui la qualità audio è importante, con rare eccezioni quali ROG Phone 5 che comunque non brillano se comparate alle soluzioni high end dedicate agli audiofili, come per esempio le DAC di FiiO.

Riuscirà mai qualcuno a riempire quel vuoto lasciato sul mercato o credete che ormai il jack sia inesorabilmente destinato a scomparire, che ci piaccia oppure no?

Le Sennheiser HD 660 S, cuffie aperte dinamiche di alta qualità, sono attualmente disponibili in sconto su Amazon.