PlayStation

Final Fantasy 7 Remake usa una risoluzione dinamica sia su PS4 che su PS4 Pro

Da ieri è disponibile la demo di Final Fantasy 7 Remake, il vecchio-nuovo gioco di Square Enix. Il passaggio a meccaniche di gioco action potrebbe non aver soddisfatto i videogiocatori di vecchia data, ma una cosa è certa e non soggetta a gusti: si tratta di un gioco visivamente notevole. Non solo è incredibile da vedere, ma pare anche che sia molto solido in termini di frame rate, sia su PlayStation 4 (che ultimamente pare faticare a reggere i AAA di un certo peso) e PS4 Pro.

Secondo quanto condiviso da VG Tech, infatti, Final Fantasy 7 Remake usa una risoluzione dinamica su entrambe le piattaforme per poter mantenere il frame rate regolare. Quando invia segnale a 2160p, il gioco usa come risoluzione minima 2133 x 1200, mentre la massima è 2880 x 1620. Quando invece gira su PS4 “Standard” e invia segnale a 1080p, la risoluzione massima è 1920 x 1080 mentre la minima è 1600 x 900.

Final Fantasy 7 Remake

Come detto, ciò permette di mantenere un’esperienza fluida: nella demo, anche nei momenti più complessi e con molti effetti a schermo (ovvero i combattimenti) il frame rate di rado cala sotto i 30 FPS. Ovviamente non è detto che le prestazioni del gioco fnale siano identiche a questa demo, sia in senso positivo che negativo: considerando però che Square Enix ha rimandato il gioco per poter dare gli ultimi ritocchi, non è troppo rischioso affermare che l’opera completa sarà di pari livello.

Nomura, director di Final Fantasy 7 Remake, ha inoltre affermato, recentemente, che il numero delle quest secondarie è stato diminuito rispetto alle previsioni iniziali per mantenere la qualità al massimo. Sappiamo inoltre che Cloud, Tifa ed Aerith avranno accesso a più tipi di outfit per la sequenza del Wall Market.

Vi ricordiamo che Final Fantasy 7 Remake sarà disponibile a partire dal 10 aprile 2020 in esclusiva temporale di un anno su PlayStation 4.

Potete prenotare Final Fantasy 7 Remake su Amazon, a questo indirizzo.