Nintendo Switch

Nintendo ha quasi cambiato il suo storico logo: Reggie Fils-Aime lo ha salvato

Il successo di una compagnia, in particolar modo se parliamo di videogame, dipende prima di tutto dalla qualità dei suoi prodotti. Fino a quando il pubblico sarà soddisfatto di quanto riceve, tutto andrà bene. Ovviamente, anche l’apparenza conta e la società deve presentarsi nel modo corretto, definendo in modo chiaro quali sono le basi del proprio brand. Anche Nintendo deve giocare secondo queste regole e, mantenendo il suo storico logo anno dopo anno, ci ricorda sempre da dove è arrivata.

Abbiamo però scoperto che, a un certo punto, Nintendo ha quasi cambiato il proprio logo: a salvare la tradizione è stato Reggie Fils-Aime, ex-presidente di Nintendo of America. Fils-Aime ha infatti spiegato che, appena entrato a far parte di Nintendo, la compagnia stava pensando di rendere la propria immagine meno “infantile”, proponendo una nuova estetica.

Nintendo Logo

Tra le proposte c’era ad esempio un logo in stile graffiti, probabilmente pensato per attirare un pubblico di adolescenti più che uno di bambini. Il team marketing stava testando varie idee per “invecchiare” il logo e dargli un nuovo stile, ma Reggie Fils-Aime ha subito bloccato ogni idea poiché, secondo le sue parole, “non è il nostro brand”. L’ex-presidente ha spiegato che sì, era necessario approcciarsi a un’utenza sempre più ampia, ma questo non doveva significare l’abbandono di ciò che Nintendo era stata.

Il logo Nintendo è storico e tutti i fan vi sono estremamente affezionati. Certo, un re-branding ogni tanto è necessario ma, come spiega Fils-Aime, deve prima di tutto passare tramite una nuova presentazione e nella creazione di un messaggio chiaro, non nell’abbandono di tutto ciò che una società è stata. Voi cosa ne pensate? Vi piace sempre il logo storico, o in fondo vorreste vedere qualcosa di nuovo?

Nintendo Switch dimostra che lo stile della grande N è sempre efficace e apprezzato: potete trovare la console su Amazon.