PlayStation 4

The Last of Us 2: il director scherza sulla data di uscita

Durante l’E3 2019 tutta l’attenzione è stato rivolta a Microsoft, Nintendo e ai grandi sviluppatori di videogiochi. In realtà, però, si è parlato molto anche di Sony (come abbiamo visto in questa classifica degli argomenti più chiacchierati) e sopratutto si è parlato di The Last of Us 2, il nuovo gioco di Naughty Dog. Infatti, le voci su una data di uscita hanno iniziato a trapelare proprio durante i giorni della kermesse losangelina.

La fonte del presunto leak era Ashley Johnson, l’attrice che interpreta Ellie. La donna aveva infatti suggerito che The Last of Us 2 sarebbe uscito nel febbraio 2020, ma ha poi svelato che si trattava solo di uno scherzo che ama fare ogni tanto (indicando date come 31 febbraio o 32 ottobre, per capirci). I fan di certo non hanno preso bene la battuta, visto che è da un anno che non abbiamo informazioni veramente sostanziose riguardo a The Last of Us 2.

Ora, a rincarare la dose arriva anche il director del gioco, Neil Druckmann. L’uomo ha infatti scritto su Twitter che “ogni volta che qualcuno chiede la data di uscita, il gioco viene rimandato di cinque minuti“. Considerando l’eccitazione generale verso The Last of Us 2, stiamo rischiando di farlo slittare fino al prossimo millennio.

Al di là degli scherzi, secondo quanto riportato dal sempre ben informato Jason Schreier, The Last of Us 2 era previsto alla fine del 2019, ma è stato rimandato di alcuni mesi (spostandosi quindi nel primo trimestre 2020) per poter lasciare spazio a Death Stranding, il nuovo titolo di Hideo Kojima.

A conti fatti, non abbiamo alcuna informazione ufficiale sull’argomento: forse avremo modo di scoprire qualche dettaglio extra durante un nuovo State of Play; speriamo che Sony si attivi presto a riguardo.

Potete acquistare il primo capitolo in formato remastered a questo indirizzo.