Giochi PC

UnMetal, una parodia che vi farà innamorare | Recensione

Cimentarsi in un titolo parodistico non è sempre un’impresa facile. Farlo vuol infatti sì dire il potersi avvantaggiare di un’opera nota e conosciuta ai più, ma d’altro canto significa anche vivere di luce riflessa, basandosi non completamente su pregi propri. Insomma, emergere e farsi notare con un gioco parodia è tutt’altro che semplice e scontato, e ancor più arduo è farsi riconoscere come titolo valido e degno di essere giocato anche per motivi prettamente ludici. Un’impresa quindi complessa, in cui UnMetal, parodia di Metal Gear Solid di unepic_fran, lo sviluppatore dietro anche ai notevoli UnEpic e Ghost 1.0, è però riuscito alla grande, regalandoci un titolo non solo ilare ma anche divertente da giocare.

Abbiamo recensito il gioco con il seguente PC:

Un crimine che non ha commesso

UnMetal racconta la storia di Jesse Fox, un povero soldato incriminato per un crimine che non ha commesso che si ritrova a raccontare a un officiale tutte le dinamiche della sua rocambolesca fuga di prigione. Una trama folle e piena di situazioni irreali, raccontata attraverso un lungo flashback camuffato da interrogatorio, con le sezioni giocate nel passato che si intervallano con quelle più narrative nel presente. Innegabile come uno dei principali punti di forza dell’ultimo lavoro di unepic_fran sia proprio la grande simpatia alla base del gioco, che riesce a strappare ben più di una risata grazie a situazioni sempre ben pensate e anche qualche trovata niente male.

UnMetal

Degni di nota sono ad esempio i vari oggetti che troveremo nel corso del gioco, come ad esempio una benda che se indossata oscura metà schermo o degli occhiali da sole che rendono il tutto più nero, e la possibilità di tanto in tanto di improvvisare nel racconto, scegliendo attraverso un bivio cosa è successo a Jesse Fox e rendendo le sue vicende ancora più folli. Innumerevoli, come facilmente immaginabile, sono poi le citazioni e i richiami alla saga creata da Hideo Kojima, con i riferimenti a Metal Gear Solid che possono essere ritrovati in un gran numero di differenti ambiti e non solo nelle ambientazioni e nel fatto che UnMetal alla fine dei conti sia uno stealth.

UnMetal: non solo una semplice parodia

Sul piano ludico UnMetal è infatti uno stealth vecchio stampo tutto sommato ben fatto, che riesce a intrattenere e divertire per l’intera durata del gioco. Ad arricchire il tutto sono poi delle situazioni da avventura grafica in cui è necessario combinare tra di loro diversi oggetti, in modo spesso e volentieri anche fantasioso, per poter proseguire all’interno di UnMetal. Proprio sull’utilizzo di tali oggetti emerge una delle principali criticità del gioco, ossia delle hitbox per le interazioni non proprio perfette che ci metteranno più di una volta in difficoltà. Per il resto UnMetal è un gioco veramente ben fatto e dotato di livelli ben congegnati, boss fight divertenti e un level design discreto. Insomma, l’ennesima dimostrazione del grande talento di unepic_fran.

UnMetal

Molto interessante, infine, anche l’aspetto tecnico e artistico del gioco. Prigioni, fogne, basi militari e molto altro ancora: durante le nostre avventure in UnMetal ci troveremo infatti ad attraversare molte ambientazioni, ognuna delle quali riesce a colpire per la cura con cui è stata ricreata e per il livello di dettaglio. Riuscito poi anche il design di Jesse Fox, con il simpatico mascalzone protagonista delle vicende di UnMetal che riesce ad entrare in fretta nelle simpatie del videogiocatore.

UnMetal
7.7

UnMetal – PC


UnMetal non è solo un’irresistibile parodia di Metal Gear Solid, ma anche un buon gioco, capace di intrattenere e divertire grazie a un gameplay semplice ma riuscito. Sia che siate dei fan dell’opera magna di Hideo Kojima sia che vogliate passare qualche ora spensierata con uno stealth vecchio stampo non dovreste quindi far sfuggire UnMetal ai vostri radar.

Pro

  • Vi strapperà ben più di una risata
  • Un buon stealth vecchia scuola

Contro

  • Qualche piccola imprecisione
7.7