Tom's Hardware Italia
Altri Temi

5G a 111,8 Mbps, la reale velocità media in download in Corea

Opensignal ha rilevato in Corea del Sud, uno dei mercati 5G all'avanguardia, una velocità media in download di 111,8 Mbps.

111,8 Mbps di velocità media in download su rete mobile 5G non sembrano male. È questo il dato raccolto da Opensignal in Corea del Sud, dove ormai ci sono più di 1 milione di abbonati ai nuovi servizi e i paese di fatto rappresenta un po’ l’avanguardia del settore. Apparentemente potrebbe essere interpretato come un risultato inferiore alle aspettative ma bisogna considerare che un conto è il dato medio e un conto è la velocità di picco che nel paese ha raggiunto i 988 Mbps. 

Opensignal ha stimato in base ad altre rilevazioni che la soglia di 111,8 Mbps si è dimostrata il 48% più veloce rispetto agli utenti con gli smartphone 4G di ultima generazione e il 135% più veloce rispetto agli altri utenti di smartphone 4G. In questo momento l’utenza 5G dispone per lo più di Samsung S10 5G o LG V50, mentre  fra i modelli di punta 4G vi sono Samsung S9, S9 +, Note 9, S10e, S10, S10 + e LG G7, V40 e G8.

Un tema critico è senza dubbio quello legato alla maturità tecnologica dei dispositivi e delle apparecchiature: ci vorrà del tempo prima che raggiungano l’eccellenza. Non a caso se da una parte la velocità media in download appare molto più alta, dall’altra upload e latenza attualmente non sono granché differenti rispetto alla 4G. Anzi, Opensignal ha registrato un upload medio 5G inferiore alla 4G – 13,9 Mbps contro 16 Mbps – e una latenza 5G di 35,9 ms contro i 37,4 ms della 4G.

“Al momento gli utenti di smartphone 5G si collegano sia a una banda di spettro 4G che a una banda 5G contemporaneamente in quella che viene chiamata modalità Non-Standalone Access”, ricorda Opensignal.

“In effetti, il sistema utilizza la 5G per la larghezza di banda di download raw, ma la 4G per altre funzioni di rete. Quando gli operatori lanceranno servizi basati su Standalone Access, gli smartphone 5G saranno in grado di connettersi esclusivamente a un segnale NR 5G e le latenze dovrebbero diminuire in modo significativo, migliorando l’esperienza per applicazioni consumer come i giochi multiplayer online come Fortnite o PUBG, così come servizi di comunicazione vocale come FaceTime, Tango, WhatsApp, KakaoTalk, LINE, etc.”

La prospettiva è che i primi miglioramenti si concretizzino entro la fine del 2019.