e-Gov

Biotestamento digitale con firma grafometrica, sperimentazione in Veneto

Il biotestamento digitale sarà oggetto di una sperimentazione in Veneto con la collaborazione di Aruba. L’azienda leader nei servizi data center, cloud, PEC e web hosting metterà a disposizione la sua tecnologia di Firma Grafometrica abilitando la Dichiarazione Anticipata di Trattamento (DAT), prevista dalla legge sul Testamento Biologico.

Si partirà con un progetto pilota presso il Comune di Caprino Veronese, a circa 30 km da Verona. In pratica verrà implementato un processo di Firma Grafometrica per consentire ai cittadini di firmare documenti digitali senza l’utilizzo di un certificato di firma digitale qualificata, mantenendo comunque il valore legale dei documenti firmati.

“L’apposizione della firma avviene tramite apposita tavoletta grafometrica – posizionata presso lo sportello della sede comunale – che è in grado di raccogliere gli specifici vettori biometrici di ogni utilizzatore”, spiega Aruba. Una modalità analoga a quella che ormai adottano diverse banche in filiale. “Questo consente di ottimizzare il trattamento e l’archiviazione dei documenti firmati, garantendo non solo un risparmio in termini di tempo, ma anche in termini di costi di gestione e garantendo in particolare l’identificazione del firmatario del documento, la connessione univoca dei dati di firma al firmatario e l’integrità del contenuto della sottoscrizione”, prosegue la nota.

Gianluca Forcolin Vicepresidente della Regione del Veneto, responsabile dell’Agenda Digitale, ha sottolineato come con un’operazione di questo tipo si riesca agevolmente ad avvicinare le persone agli strumenti innovativi, contestualmente riducendo costi.

“La Firma Grafometrica rappresenta una valida tecnologia, ormai sempre più diffusa, che consente di implementare i processi di Firma Elettronica Avanzata basati su tecniche grafometriche che includono quelle componenti che garantiscono, in ogni fase del processo, la sicurezza, la riservatezza e l’identità dei dati dell’utente che appone la firma”, ha spiegato Andrea Sassetti, Direttore dei Servizi di Certificazione di Aruba. “Questo nuovo progetto legato al biotestamento è per noi un’ulteriore prova del nostro ruolo di primo piano come interlocutore ideale per la digital transformation della PA nella fornitura dei Trust Services”.