e-Gov

BlackBerry perde troppi soldi, in un anno 5,9 miliardi in fumo

BlackBerry ha registrato una perdita netta di 423 milioni di dollari (80 centesimi per azione) nel quarto trimestre fiscale conclusosi il primo marzo. L'anno passato, di questi tempi, l'azienda metteva a segno un utile di 98 milioni dollari. Impressionante anche il passo indietro del fatturato: 976 milioni contro i 2,68 miliardi dello stesso periodo del 2013. Ancora più impietosi i dati sull'intero anno: 6,8 miliardi di fatturato e una perdita netta di 5,9 miliardi di dollari.

La perdita netta trimestrale conta tuttavia anche oneri di ristrutturazione e voci una tantum, altrimenti sarebbe stata pari a 42 milioni (8 centesimi per azione). I dati appaiono inferiori alle attese degli analisti – una perdita di 55 centesimi e un fatturato di 1,1 miliardi secondo Thomson Reuters – ma il mercato guarda ai quei 42 milioni e il titolo è in ripresa nelle contrattazioni che si svolgono prima dell'apertura dei listini statunitensi.

BlackBerry ha dichiarato che durante il quarto trimestre ha venduto 1,3 milioni di smartphone Blackberry, mentre nei tre mesi precedenti il dato si era fermato a 1,9 milioni. Bisogna però aggiungere che effettivamente, nel trimestre, sono stati venduti 3,4 milioni di dispositivi agli utenti finali. Il dato ovviamente tiene conto dei prodotti distribuiti e riconosciuti prima del quarto trimestre, e che hanno impiegato del tempo a essere smaltiti.

Di questi terminali il 68% (2,3 milioni) erano dispositivi BlackBerry 7, il che fa capire come i prodotti BlackBerry 10 non abbiano ancora fatto presa. L'inventario è stato comunque ridotto del 30% rispetto al trimestre precedente. Per il futuro l'azienda canadese sta lavorando con Foxconn, in modo da poter ridurre i prezzi, e ha deciso di puntare su nuovi prodotti con tastiera. Nei prossimi 18 mesi arriveranno tre dispositivi di fascia alta rivolti proprio a chi non ama il "full touchscreen". Importante inoltre il focus sui servizi, con BlackBerry Messenger diffuso su piattaforme concorrenti.

###old2670###old

L'impressione è che la strada davanti a BlackBerry sia ancora accidentata, anche se il CEO Jason Chen si dice soddisfatto, per il momento. "Sono molto felice dei nostri progressi nel quarto trimestre. Abbiamo semplificato notevolmente il nostro funzionamento e questo ci permette di raggiungere l'obiettivo di riduzione della spesa con un trimestre di anticipo", ha dichiarato Chen. "BlackBerry è su un percorso di ritorno alla crescita e alla redditività".

Bisogna ricordare che l'azienda ha ottenuto un rimborso delle tasse dal governo canadese di 696 milioni di dollari a dicembre e si aspetta un altro rimborso sostanzioso alla fine di agosto. Tra le misure per aumentare gli introiti anche la decisione di vendere circa 3 milioni di metri quadrati di suoi possedimenti in Canada, con un incasso di circa 500 milioni di dollari. Quanto a liquidità, l'azienda ha ancora 2,7 miliardi, in calo rispetto ai 3,2 miliardi di fine novembre.