Criptovalute

La blockchain? Secondo la Banca Nazionale Svizzera non è adatta alle CBDB

La Francia è il primo paese europeo ad aver sperimentato le CBDB, che potrebbero anticipare una serie di test per un eventuale Euro digitale. Ma cosa accade nella neutrale (ed extra-eurozona) Svizzera?

Carlos Lenz, capo economista della Banca Nazionale Svizzera, in un articolo pubblicato sul quotidiano Handelszeitung ha affermato che ritiene le funzionalità di decentralizzazione alla base della tecnologia blockchain non sono abbastanza efficienti per la creazione di eventuali valute digitali controllate dallo Stato. Secondo Lenz esisterebbero altre tecnologie più efficienti su cui basare le CBDC e le stablecoin ufficiali: “Si potrebbe immaginare un conto diretto con la Banca Nazionale. La blockchain, invece, è molto inefficiente. Non credo che una soluzione decentralizzata sia l’ideale”.

Lenz ha proseguito affermando che, al momento, la Banca Nazionale Svizzera non pianifica di introdurre un franco digitale. “Non vogliamo farlo […] il sistema di pagamento attuale funziona bene”. Pertanto la Banca Nazionale Svizzera ritiene che non sussiste alcun bisogno di sviluppare una CBDC. L’economista ha infine aggiunto che difficilmente il franco svizzero sarà sostituito con altre valute fiat, in particolare dall’Euro. Una posizione netta, nonostante la Svizzera ospiti alcuni dei più forti imprenditori nel campo degli asset digitali, anche grazie alla possibilità di effettuare operazioni di vendita e acquisto con Bitcoin, Ethereum e altre criptovalute.

La posizione della Banca Nazionale Svizzera si affianca ad altre istituzioni fortemente contrarie a un uso istituzionale delle criptovalute, in particolare alla Bank of England e alla Bank of Canada. La tecnologia blockchain e le sue caratteristiche principali sono state riepilogate in un articolo da Vitalik Buterin, cocreatore di Ethereum, che le utilizzava per smontare l’entusiasmo di Elon Musk per il Dogecoin.

Desideri un laptop economico, con una batteria affidabile e da usare in mobilità per compiti elementari? Il Samsung Chromebook 4 fa al caso tuo.