Sicurezza

Broadcom in trattativa per acquisire Symantec: un affare da circa 15 mld di dollari

Broadcom è in trattativa per l’acquisizione di Symantec, la specialista in sicurezza informatica. Ieri il New York Times ha anticipato che più fonti autorevoli hanno confermato che l’annuncio ufficiale potrebbe arrivare nel prossimi giorni e che l’operazione potrebbe aggirarsi sui 15 miliardi di dollari. Ad ogni modo non è detto che tutto vada a buon fine: la negoziazione sarebbe ancora in corso.

Entrambe le aziende per ora hanno preferito non commentare. Gli addetti ai lavori però guardano con interesse alla vicenda soprattutto perché l’anno scorso l’Amministrazione Trump fece fallire il tentativo di acquisizione di Qualcomm per questioni nazionalistiche. Broadcom infatti è controllata dal 2015 da Avago Technologies, una realtà che fino a poco tempo fa faceva riferimento a Singapore.

Sotto il profilo strategico l’acquisizione di Symantec andrebbe a completare l’operazione di diversificazione iniziata l’anno scorso con l’acquisto di CA Technologies, un noto sviluppatore di software aziendale.

Symantec sarebbe ideale per presidiare ogni aspetto del business, considerato che ha una vasta gamma di prodotti per la salvaguardia delle reti informatiche business. Inoltre le sue recenti acquisizioni includono un affare da 2,3 miliardi di dollari nel 2016 per LifeLock, specializzato nella protezione dei consumatori dal furto di identità. L’unica nota dolente è rappresentata dall’indagine in corso indagine da parte della Securities Exchange Commission per le sue pratiche di audit interne.