Fotografia

Canon 5Ds e 5Ds R, sorprendenti reflex professionali da 50 megapixel

Canon ha presentato la EOS 5Ds e la EOS 5Ds R, due nuove reflex di fascia alta con un sensore full-frame da ben 50,6 megapixel. Un record per questa categoria di macchina, che finora apparteneva solo a prodotti diversi, come le medio formato Hasselblad (Hasselblad H5D-50C: costosa medio formato da 50 MP).

Una reflex di fascia alta comunque non è solo megapixel, anzi quello è forse l'aspetto meno importante. Le Canon EOS 5Ds e EOS 5Ds R hanno infatti anche altre caratteristiche di rilievo: abbiamo per esempio un doppio processore d'immagine DIGIC 6, che garantisce velocità e prestazioni.

Nikon D3200 + Nikkor 18/55VR II Nikon D3200 + Nikkor 18/55VR II
Canon EOS 1200D + Obiettivo EF-S 18-55mm Canon EOS 1200D + Obiettivo EF-S 18-55mm
Sony Alpha 58 Sony Alpha 58

Troviamo poi uno schermo da 3,2 pollici, messa a fuoco automatica a 61 punti e un corpo che, nelle intenzioni, è progettato per massimizzare la stabilità. Per misurare la luce queste nuove Canon si affidano al sensore RGB+IR da 150.000 punti e 252 zone. Entrambe le macchine sono dotate delle funzione time-lapse, con la quale creano video a partire da immagini consecutive; la frequenza arriva a 5 immagini al secondo (FPS). Sarebbe stato lecito aspettarsi qualcosa di più, considerato che la Canon 5D Mark III arriva a 6 FPS.  

Le Canon EOS 5Ds e EOS 5Ds R vantano inoltre uno specchio motorizzato, e questo permette di programmare uno stacco temporale tra questo e l'otturatore; si può decidere tra 1/8, 1/4, 1/2, 1 o due secondi. Questa funzione dovrebbe aiutare a ridurre il rischio di micromosso, particolarmente presente con una risoluzione tanto alta.

Purtroppo non è possibile girare video a 4K, e per avere 60 FPS bisognerà di una risoluzione pari a 1280×720 pixel. La sensibilità va da 100 a 6400 ISO; anche in questo caso ci si poteva aspettare di più, ma probabilmente Canon ha limitato la sensibilità per evitare un rumore eccessivo dovuto all'estrema sensibilità del sensore. Entrambe le macchine sono dotate di connettività NFC, Wi-Fi, una porta USB 3.0, uscita HDMI.

È possibile scattare anche in modalità "cropped" quando si montano obiettivi che lo richiedono. In questo caso l'immagine generata è da 19,6 MP, e il mirino, che ha una copertura di quasi il 100%, mostra una cornice. Quanto alle differenze tra l'una e l'altra, la Canon EOS 5Ds R non ha il filtro passa basso antialiasing, e quindi nemmeno il suo effetto, una caratteristica che troviamo anche sulla Nikon D810 o sulla Samsung NX1. La EOS 5Ds invece ha un filtro passa basso normale.

I prezzi sono ovviamente elevati: 3.700 dollari per la Canon EOS 5Ds e 3.900 per la EOS 5Ds R, per il solo corpo macchina. Queste due reflex Canon dovrebbero arrivare sul mercato a giugno, e sono ovviamente indirizzate solo a professionisti o amatori davvero molto esigenti (e facoltosi). Contestualmente a queste due nuove reflex Canon ha presentato anche una nuova ottica. Si tratta di un obiettivo 11-24 mm f/4l USM, un ultra grandangolo con lenti asferiche, che secondo Canon offre il diametro maggiore (126 gradi) mai visto su un DSLR. Per averlo ci vorranno 3.000 dollari.

I prezzi in euro dovrebbero essere comunicati a breve, ma sin da subito i professionisti potrebbero cominciare a prendere in considerazione queste Canon proprio come alternative alle medio formato Hasselblad citate in apertura di questo articolo. In tal caso il prezzo risulterebbe del tutto vantaggioso, visto la Hasselblad costa circa 20.000 euro. Ci sono grosse differenze ovviamente, ma in alcuni casi la Canon D5s R potrebbe essere adatta alle esigenze (in studio), e in tal caso rappresenterebbe una bella occasione di risparmio per un fotografo professionista.