Spazio e Scienze

Che tempo fa su Marte? La NASA pubblica il bollettino meteo giornaliero del Pianeta Rosso

Che tempo fa oggi su Marte? Da oggi potete saperlo consultando il bollettino meteorologico marziano che la NASA pubblica quotidianamente grazie agli strumenti di InSight. Lo strumento di consultazione pubblica che è online include statistiche sulla temperatura, il vento e la pressione atmosferica registrati dal lander InSight.

Un esempio? Il clima di domenica era nella media per il tardo inverno settentrionale: la massima giornaliera è di -17 gradi, la minima di -95 gradi, con venti a 16,9 m/s in direzione sud-ovest. La strumentazione per la rilevazione metereologica è stato sviluppato dal Jet Propulsion Laboratory della NASA, in collaborazione con la Cornell University e il Centro de Astrobiologia spagnolo.

Consiste in pacchetto di sensori noto come Auxiliary Payload Subsystem (APSS), che permettono a InSight di fornire informazioni meteorologiche 24 ore su 24. Il lander registra questi dati continuamente e li invia a Terra una volta al giorno. Il veicolo dovrebbe fornire questo servizio almeno per i prossimi due anni terrestri, di modo da poter studiare anche le variazioni stagionali.

Per il pubblico e per gli appassionati di meteorologia è uno strumento divertente, che dà l’opportunità di farsi un’idea più chiara di come potrebbe essere vivere su Marte. “Dà la sensazione di visitare un posto alieno – ha detto Don Banfield della Cornell University – Marte ha fenomeni atmosferici familiari seppure molto diversi da quelli sulla Terra”.

Fra gli strumenti presenti in APSS ci sono un sensore di pressione dell’aria all’interno del lander, due sensori di temperatura dell’aria e del vento sopra al lander, e un magnetometro, il primo che sia mai stato posizionato sulla superficie di un altro pianeta.

La raccolta costante di dati meteorologici ha poi un’altra funzione scientifica. Gli scienziati possono usarli per rilevare fonti di “rumore” che potrebbero influenzare le letture del sismometro del lander e della sonda di flusso di calore, che sono gli strumenti principali di InSight. Entrambi sono influenzati dalle oscillazioni estreme della temperatura di Marte, e individuare le variazioni atmosferiche può aiutare a rilevare correttamente dei terremoti.

I dati raccolti dalla stazione meteo di InSight saranno poi utili per capire meglio altri fenomeni, come per studiare quanta polvere e sabbia si muovono sulla superficie del pianeta formando dune e tempeste di sabbia, come si formano e si spostano i diavoli della polvere, delle piccole trombe d’aria a bassa pressione che lasciano segni visibili sulla superficie planetaria.

Marte vi appassiona? Leggete Progetto Marte. Storie di uomini e astronavi, scritto da  Wernher von Braun e tradotto dal grande Giovanni Bignami.