Fotografia

Compatte Canon e Olympus con maxi-sensore?

Compatte Canon e Olympus con maxi-sensore? Non sembra poter accadere. In due recenti interviste a Masaya Maeda  di Canon (Managing Director and Chief Executive, Image Communication Products Operations) e Toshi Terada di Olympus (Product Manager SLR, l'uomo dietro le reflex e le recenti mirrorless Olympus), pubblicate da dpreview, si è parlato tra l'altro del futuro delle compatte con sensore maggiorato, che sembrano riscuotere grande interesse nel pubblico di appassionati, ma non all'interno dei due colossi.

Masaya Maeda

A sorpresa, nessuno dei due grandi marchi sembra credere in questa soluzione. Maeda riconosce che il mercato per compatte con sensore maggiorato esiste, ma è secondo lui esiguo, e non offre il miglior compromesso tra qualità d'immagine e portabilità. In particolare, Maeda afferma che, sebbene molte soluzioni siano possibili a livello di dimensione del sensore,sotto il formato APS-C il passo successivo più logico rimane, al momento,  il formato 1/2,3 pollici. Maeda non esclude che, in futuro, avanzamenti tecnologici possano cambiare questo scenario, ma non a brevissimo. Per il momento, la risposta delle compatte ai cellulari è affidata a prodotti innovativi sotto il profilo del design, e non del sensore, come le PowerShot N.

Sempre a proposito di formati, Maeda sgancia poi un'altra "bomba" sul futuro delle reflex: le future reflex semi-pro con sensore APS-C (leggi 7D Mark II) sono qualcosa di incerto, che Canon "sta al momento considerando". Al momento c'è ancora richiesta per questi modelli, sostiene Maeda, il che lascia sperare in un'erede della ottima 7D, ma il futuro sarà sempre più full-frame. Il formato APS-C, invece, rimarrà nella gamma EOS-M e nelle reflex entry-level.

Toshi Terada

Valutazioni analoghe sulle compatte con ampio sensore sono state poi espresse da Terada. Secondo il noto progettista Olympus, le compatte con sensore APS-C non hanno ragione di esistere – l'ottica non potrà mai essere compatta, e per questo non rappresenteranno mai un compromesso ottimale tra portabilità e prestazioni. Più interessanti, secondo Terada, i formati intermedi come 1" o 1/1,7" (peraltro già utilizzati da Olympus), e nemmeno Terada vuole chiudere la porta al formato 1/2,3": la XZ-10, sostiene, è un'ottima compatta, e la buona ottica può fare un'enorme differenza rispetto agli smartphone.

Anche da Terada una piccola anticipazione sul futuro: sembra che l'attesa di una nuova reflex Quattroterzi stia per finire, dato che Olympus è intenzionata a produrre un nuovo prodotto Micro Quattroterzi e un nuovo prodotto  Quattroterzi entro l'anno. Gli utilizzatori di E400, 500 e 600 avranno quindi presto a disposizione un nuovo corpo macchina per le loro ottiche.