Droni

DJI rinnova Geospatial Environment Online 2.0, il software che tiene lontani i droni dalle no-fly-zone

La specialista in droni DJI ha reso disponibile anche in Europa il suo sistema Geospatial Environment Online (GEO) 2.0, che garantisce un’accurata protezione di aeroporti e infrastrutture sensibili. In pratica, il software di geofencing crea zone tridimensionali di sicurezza a forma di papillon che circondano i percorsi di volo delle piste e utilizza complesse forme poligonali intorno ad altre infrastrutture sensibili, al posto di semplici cerchi usati in precedenti versioni del Geofencing.

“Questo verrà applicato nei 13 Paesi coperti dal sistema GEO di DJI originale, nonché in altri 19 Paesi che precedentemente non avevano un Geofencing avanzato. Il nuovo sistema riflette meglio i rischi reali per la sicurezza in queste zone ed è più flessibile in zone a basso rischio, ad esempio permettendo agli utenti autorizzati di svolgere delle attività con droni in luoghi paralleli alle piste”, spiega l’azienda.

GEO 2.0 includerà anche restrizioni di volo temporanee (TFR) indicate da Eurocontrol durante grandi eventi o disastri naturali. Inoltre Altitude Angel distribuisce agli aeroporti dati geospaziali rilevanti, precisi e in tempo reale. In Europa, Altitude Angel (prima veniva usato AirMap) sostituisce AirMap, il fornitore di dati geospaziali precedente.

“DJI è desiderosa di garantire che la sicurezza rimanga la massima priorità in quanto l’industria europea dei droni promuove nuove forme di utilizzo dei droni secondo modalità coinvolgenti e produttive”, ha commentato Christian Struwe, Head of Policy di DJI per la regione EMEA.

“L’introduzione di funzionalità di sicurezza di ultima generazione in un numero ancora maggiore di paesi aiuterà sia il pubblico in generale che gli operatori dei droni. La gestione dello spazio aereo europeo deve garantire operazioni future avanzate, come il volo automatizzato e il volo al di là della linea di vista dell’operatore, senza imporre nuovi oneri ai piloti di droni ricreativi e professionali che hanno completato milioni di voli sicuri e vantaggiosi”.

In Europa, GEO 2.0 sarà introdotto gradualmente a partire da fine mese. I clienti di DJI dovranno aggiornare la loro app di controllo del volo DJI GO 4 e il firmware del drone per garantire l’implementazione di questi miglioramenti. Ulteriori informazioni su GEO 2.0 possono trovarsi su dji.com/flysafe.

Il DJI Mavic è senza dubbio un drone da mettere nella propria lista dei desideri.