e-Gov

Ford Evos Concept, un’auto con tecnologia cloud

La Ford Evos Concept, che sarà presentata al Salone dell’Auto di Francoforte 2011, porta la tecnologia cloud in ambito automotive. Questo concept non solo si distingue per il design, che sarà replicato negli stilemi sulle nuove linee prodotto del Gruppo, ma vanta un motore ibrido dotato di mantenimento di carica e di un’avanzata batteria agli ioni di litio. A questo si aggiunge un pacchetto di soluzioni tecnologiche che renderanno “sempre più appagante l’esperienza per il guidatore e i passeggeri”, come ha sottolineato Paul Mascarenas, responsabile tecnico e Vice Presidente per la divisione Ricerca e innovazione Ford. 

Ford Evos Concept

“Per noi la tecnologia è ben più di un imponente elenco di sensori, microprocessori e software; è l’applicazione di soluzioni in grado di migliorare l’esperienza e la soddisfazione al volante“.
Si parla non a caso nel comunicato ufficiale della “creazione di un profilo del guidatore e delle sue abitudini e stili di guida, e l’accesso a informazioni tramite la connettività cloud”.

“Stiamo esplorando tutte le possibilità offerte da questa affascinante tecnologia, che permette sia tenere conto delle abitudini di guida del guidatore, sia di garantirgli una continuità, in auto, delle attività digitali che svolge a casa o in ufficio”, ha spiegato Mascarenas.

“L’auto inoltre riconosce il guidatore e adatta automaticamente la dinamica di guida, la risposta dello sterzo e le regolazioni del motore, per rendere l’esperienza di guida straordinariamente dinamica e personalizzata”, continua il documento.

“I ricercatori Ford stanno concentrando i loro sforzi in questo campo per portare ai clienti quattro vantaggi principali: personalizzazione, miglioramento dell’esperienza di guida, comfort e benessere del guidatore, un’ottimizzazione intelligente della propulsione ibrida”.

###old1125###old

In pratica una dettagliata analisi delle abitudini di guida e delle preferenze del guidatore, la concept Ford Evos è in grado di adattare il profilo di guida integrandone i dati con altre informazioni, come gli orari di lavoro del guidatore, il traffico o le condizioni meteo, per personalizzare l’esperienza.

Il sistema sarà ad esempio in grado di “automaticamente sintonizzarsi sul programma di musica o di informazione che il cliente stava ascoltando in casa, o regolare la temperatura dell’abitacolo prima che il guidatore entri nell’auto senza necessità di un suo intervento, semplicemente prevedendo l’orario di partenza in base alla sua agenda o alle sue abitudini”. Comunicando automaticamente con i dispositivi presenti in casa, potrebbe aprire o chiudere la porta del garage, e spegnerne le luci.

“Il potenziale della connessione cloud è enorme, l’auto può adattarsi al guidatore per venire incontro ai suoi gusti e alle sue abitudini”, ha aggiunto Mascarenas. “In futuro, sarà possibile svolgere le attività più disparate, potrai farti consigliare un itinerario dagli amici sui social network, e, se una riunione di primo mattino viene cancellata, l’auto può automaticamente disattivare la tua sveglia e lasciarti riposare!”.

Non da meno l’adozione di tecnologie adattive che permettono alla concept Ford Evos di intervenire sulla dinamica di guida e ottimizzare le prestazioni sia in base alle caratteristiche del guidatore, sia prevedendo le strade che si percorreranno.

Questa tecnologia è in grado di imparare e memorizzare le abitudini e la bravura del guidatore, e di combinare queste informazioni con quelle relative alla strada e al meteo, ottenute tramite la connessione wireless, e adattare automaticamente la regolazione di sospensioni, trazione e freni in base alla situazione reale, per raggiungere nuovi livelli di comfort, sicurezza e piacere di guida”, sottolinea il documento.