Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

ISS con il mega schermo quasi come l’Enterprise

È in funzione sulla ISS uno schermo da 65 pollici che gli astronauti possono usare sia per gli esperimenti sia per vedere meglio le trasmissioni video.

Non sarà grande come il mega schermo montato sull'Enterprise di Star Trek, e non ha le stesse mirabolanti funzioni, ma il nuovo schermo ad alta definizione da 65 pollici montato sulla Stazione Spaziale Internazionale è sicuramente un passo in quella direzione. È stato sviluppato da Screen Innovations su commissione della NASA, ed è approdato a bordo della ISS lo scorso 14 aprile a bordo della navicella cargo di SpaceX.

Megaschermo ISS

Stiamo parlando di uno schermo portatile – con proiettore laser a 1080p – che si può arrotolare fino a ridurlo a un cilindro e srotolare per essere collocato in uno qualsiasi dei moduli di cui è composta la ISS. L'aspetto più importante è che funziona in condizioni di microgravità e di luce ambientale normale: requisiti fondamentali dato che all'interno della Stazione Spaziale le luci sono perennemente accese.

Per installare lo schermo bastano pochi secondi: dopo averlo srotolato gli astronauti devono attaccare ciascuno degli angoli alle pareti della ISS usando una particolare corda elastica. Lo schermo è progettato per lavorare ininterrottamente per 30.000 ore, equivalenti a 3,4 anni. Quando è arrotolato occupa uno spazio di 91 centimetri di altezza per 6,35 centimetri di diametro.

Prima dell'arrivo di questo mega schermo l'unico modo che avevano gli astronauti per attivare delle comunicazioni video era tramite un display delle dimensioni di un tablet.

Leggi anche Intervista a Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana che andrà nello Spazio

Intanto in queste ore gli astronauti in orbita, compresa l'italiana Samantha Cristoforetti, sono in attesa dei rifornimenti che avrebbero dovuto essere consegnati con la navicella cargo Progress M-27M partita ieri dal cosmodromo di Baikonur e attualmente fuori controllo nello Spazio. Stando alle note dell'agenzia Roscosmos il cargo sta ruotando sul suo asse e per questo sono state sospese le operazioni di aggancio. I tentativi di riprendere il controllo da parte del Mission Control Center di Mosca per ora sono stati vani, verrà fatto un altro tentativo tra oggi e domani.

###65859###

Anche nel caso peggiore gli astronauti non corrono rischi: la navicella potrebbe al limite cadere lentamente verso la Terra fino a esplodere al contatto con l'atmosfera, mandando in fumo 3 tonnellate di rifornimenti e i materiali attesi per il proseguimento degli esperimenti di bordo, che potrebbero subire quindi dei rallentamenti.