Spazio e Scienze

Kepler inizia la diciannovesima missione, ma il carburante?

Il telescopio spaziale Kepler è uscito dallo stato di sospensione e ha ripreso a fare osservazioni scientifiche. L'annuncio ufficiale è di ieri, e anche se è di poche righe, dissipa molti dei dubbi sulla sua capacità di proseguite con il lavoro.

"Il 29 agosto il telescopio spaziale Kepler ha iniziato a raccogliere dati scientifici per la sua diciannovesima campagna di osservazione. Dopo essere stato riattivato dalla modalità di sospensione, la configurazione della navicella è stata modificata a causa di un comportamento insolito mostrato da uno dei suoi propulsori. Indicazioni preliminari indicano che le prestazioni di puntamento del telescopio potrebbero essere in qualche modo degradate. Non è chiaro quanta benzina rimane; la NASA continua a monitorare la salute e le prestazioni del veicolo spaziale".

kepler k2
Kepler K2. Crediti: NASA

Kepler, che dal lancio nel marzo 2009 ha scoperto più di 2.650 esopianeti, non era operativo dall'inizio di luglio di quest'anno, quando i responsabili della missione l'hanno messo in uno stato simile all'ibernazione per essere sicuri che il telescopio avesse abbastanza carburante per riorientarsi verso la Terra all'inizio di agosto e inviare i dati raccolti durante la Campagna 18.

Questo è avvenuto, e al termine della trasmissione Kepler è tornato a dormire. Si temeva che il carburante non bastasse, e come si deduce dall'aggiornamento della NASA questo nodo non è stato sciolto. La conclusione è che non è ancora chiaro cosa riserva il futuro per il veicolo spaziale. Di certo Kepler ci ha già stupiti in passato, speriamo che  lo faccia di nuovo. Restate sintonizzati per gli aggiornamenti!

 


Tom's Consiglia

Se restate senza benzina meglio avere nel bagagliaio una tanica da 5 litri omologata UN, sarà una preziosa alleata!