e-Gov

L’INPS attiva i pagamenti elettronici via PagoPA

Da oggi PagoPA, il sistema dei pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni, è compatibile anche con l'INPS. L'Istituto di Previdenza ha ufficializzato l'adesione al nuovo servizio, che consentirà ai cittadini di pagare i propri contributi volontari.

"I lavoratori che hanno concluso o interrotto l’attività lavorativa potranno infatti perfezionare i requisiti necessari per avere diritto ad una prestazione pensionistica, o aumentare l’importo del trattamento pensionistico cui si ha diritto se i requisiti contributivi richiesti sono giàÌ€ stati raggiunti", si legge nella nota ufficiale.

inps

Il versamento dei contributi volontari è solo il primo di una serie di servizi INPS che verrà affidato a PagoPa. Per altro bisogna ricordare che questo strumento è già impiegato da Regioni, Comuni, scuole e altre istituzioni. La PA dovrà obbligatoriamente abilitare il servizio entro dicembre 2016; in questa fase è prevista una progressiva transizione sul territorio.

"L’adesione di INPS al sistema PagoPA rappresenta un importante passo avanti nel percorso di attuazione dell’iniziativa 'Cittadino Digitale', che vede AgID e INPS uniti nell’intento di ridurre il digital divide grazie alla promozione dell’utilizzo di Internet e dei servizi digitali erogati dalla pubblica amministrazione", prosegue la nota.

pagopa
Logo PagoPA

Ma come funziona PagoPA? Gli utenti devono semplicemente individuare sul mercato prestatori del servizio certificati, come ad esempio banche o società di pagamenti recanti il bollino specifico. Dopodiché sarà sufficiente creare un account e procedere con le transazioni, fermo restando il fatto che sono previsti costi operativi.