Tom's Hardware Italia
e-Gov

McAfee e Intel, tutto ok per l’FTC. Ora tocca all’UE

La FTC ha approvato l'acquisizione di McAfee da parte di Intel. L'operazione da 7,68 miliardi di dollari ora deve affrontare lo scoglio Commissione Europea, che ha avanzato qualche dubbio sull'impatto dell'affare sul mercato antivirus.

La Federal Trade Commission statunitense ha dato luce verde a Intel per l’acquisizione di McAfee. Un passo importante verso l’integrazione del colosso dei microchip con il produttore di antivirus per cui Intel ha messo sul piatto 7,68 miliardi di dollari.

La decisione dell’FTC potrebbe essere importante anche in ottica Commissione Europea. A inizio settimana sono infatti trapelate notizie circa i dubbi dell’ente comunitario su eventuali pericoli per la concorrenza all’interno del mercato dei produttori di software per la sicurezza.

Intel ha infatti intenzione di integrare alcune caratteristiche di sicurezza all’interno dei processori e questo potrebbe, almeno in linea teorica, favorire le soluzioni McAfee su quelle concorrenti. L’UE ha quindi tutto il diritto e dovere di prendersi il tempo di cui necessita per dissipare eventuali dubbi.

Intel sta chiaramente lavorando con l’UE per evidenziare l’assoluta correttezza dell’acquisizione e chiuderla nel più breve tempo possibile, in modo da poter lavorare con il team di McAfee sui progetti futuri.
L’acquisizione doveva chiudersi entro l’anno, ma visti gli sviluppi il tutto è slittato alla prima parte del 2011.