Spazio e Scienze

PornHub dice no ai porno fake sulle proprie pagine

PornHub dice no ai video porno fake realizzati sovrapponendo i volti di attrici famose a quelli delle pornostar tramite il software FakeApp. Il celebre sito a luci rosse infatti ha comunicato che non tollererà tali video che, alla stregua del revenge porn o di altri contenuti illeciti, sono realizzati senza il consenso di una delle due parti. Questa per lo meno è la sua volontà, ma come vedremo molto dipenderà dagli utenti. Procediamo per gradi.

Come forse ricorderete, in questo articolo vi abbiamo parlato del recente fenomeno dei porno fake, video ottenuti utilizzando appunto FakeApp, un software che sfrutta intelligenza artificiale e algoritmi di deep learning per ottenere risultati forse non all'altezza degli effetti speciali hollywoodiani ma decisamente credibili.  Tutto è nato sulle pagine di Reddit dove un'utente ha postato per la prima volta il software, condividendolo con la community.

Cattura JPG
Il volto di Gal Gadot sovrapposto a quello di un'attrice porno

La posizione espressa da PornHub in materia è in linea con quella di altri siti, seppur di diversa natura, come Discord e Gfycat ed è ovviamente ossequiosa non solo nei riguardi dei propri termini di servizio ma anche delle leggi vigenti. Tuttavia, come si suol dire, tra il dire e il fare c'è di mezzo il mare. Attualmente infatti sono ancora decine i contenuti di questo tipo reperibili, così come quelli legati all'altra odiosa pratica del revenge porn.

A quanto pare l'inghippo sta nel fatto che PornHub rimuoverà prontamente i contenuti, ma soltanto se saranno segnalati come inappropriati dalla propria utenza. Un approccio forse non proprio efficace, che probabilmente non tiene nel dovuto conto la natura umana, soprattutto in certi contesti dove curiosità e desiderio hanno la meglio su correttezza e buonsenso.