Tom's Hardware Italia Tom's Hardware
Spazio e Scienze

Project Maven, Google realizzerà l’IA dei droni militari

Google sta collaborando col Pentagono, il Ministero della Difesa degli Stati Uniti, a Project Maven, il progetto pilota per sviluppare sistemi di intelligenza artificiale per i droni militari di prossima generazione.

Maven, conosciuto anche col semplice acronimo AWCFT (Algorithmic Warfare Cross-Functional Team) ha lo scopo di "accelerare l'integrazione delle tecnologie per il machine learning e l'elaborazione dei big data da parte del Ministero della Difesa" e Google si starebbe occupando proprio dello sviluppo di sistemi di analisi dei contenuti dei filmati catturati dai droni, non è chiaro se solo per compiti di sorveglianza o anche per dotare gli stessi di avanzate capacità di attacco autonomo tramite il riconoscimento di obiettivi sensibili.

shadow drone

Il progetto comunque sembrerebbe essere nato con l'obiettivo di fornire dati di "intelligence" per gli analisti a terra, dotando i droni della capacità di riconoscere oggetti appartenenti ad oltre 38 categorie. L'IA in sviluppo tramite l'utilizzo delle API TensorFlow di Google non sarebbe quindi destinata ad equipaggiare "armi intelligenti".

La sola collaborazione tra Google e il Pentagono a quanto pare sarebbe bastata però a far infuriare diversi dipendenti, indignati per la scelta fatta dai dirigenti. Stando a quanto riportato a Gizmodo da alcune fonti anonime interne all'azienda, la collaborazione a Project Maven sarebbe stata mantenuta segreta in un primo momento, e discussa solo in seguito all'interno di una mailing list aziendale.

untitled

In molti infatti avrebbero sollevato importanti interrogativi etici sulle finalità dello sviluppo dell'intelligenza artificiale e sul suo impiego in ambito militare "per uccidere persone", anche se come detto a quanto pare lo scopo non sarebbe questo, non direttamente almeno. Non è difficile del resto immaginare che, dopo aver identificato una particolare auto in un corteo, che trasporti ad esempio un signore della guerra, un generale, un capo di stato nemico etc. lo step successivo sia quello di distruggerla. In questo caso l'IA del drone è servita o meno a scopi militari? La sentenza è assai ardua.  


Tom's Consiglia

Ecco un drone che sicuramente non fa male a nessuno ma regala invece tanto divertimento: Parrot A.R.Drone 2.0.