Streaming e Web Service

Sky Italia acquisita: Murdoch crea la pay-TV europea

Sky Italia e Sky Germania sono i due elementi chiave che completeranno il mosaico di "Sky Europe", il progetto di pay-TV europea a cui Rupert Murdoch sta lavorando da anni. È di queste ore la notizia che BSkyB – la casa madre inglese di Sky – sta per acquisire le filiali italiana e tedesca per circa 6,2 miliardi di euro. Apparentemente sembra una partita di giro poiché il venditore delle quote di maggioranza delle due società, 21st Century Fox, è uno spinoff di News Corporation. In verità la compravendita di quote azionarie ha dirette conseguenze su consigli di amministrazione, poteri di indirizzo strategico e forza nei confronti di fornitori e concorrenti.

Il trono di spade della pay-tv europea

"Questa transazione darà vita a un'azienda multinazionale di classe mondiale con soglie di crescita più alte e immediati benefici di scala", ha sintetizzato Jeremy Darroch, AD di BSkyB. La società inglese acquisirà il 100% di Sky Italia per circa 3 miliardi di euro e il 57,4% di Sky Deutschland per il restante della cifra. Mettendo tutte le realtà nazionali insieme, Sky arriverà complessivamente a quota 20 milioni di abbonati. La nascita di "Sky Europe" dovrebbe poi consentire a Murdoch di completare l'assalto (per ora fallito) a Time Warner.

Tutto questo cosa vorrà dire per il settore e per gli utenti finali? In primo luogo grazie alle sole sinergie BSkyB dovrebbe riuscire a racimolare circa 252 milioni di euro l'anno: si parla di risparmi in ambito IT, appalti e anche qualche taglio di posti di lavoro. Dopodiché ci si aspetta una maggiore forza nelle trattative sui diritti televisivi, risparmi sugli eventi live, attività di network per lo sviluppo di programmi, applicazioni e ogni altro servizio.

In ultima analisi gli abbonati Sky potranno godere del vantaggio di essere clienti del più importante e potente broadcaster pay-TV europeo. Nelle trattative per ogni contenuto televisivo le Major preferiranno favorire Sky oppure i singoli concorrenti nazionali? Chi potrà mettere di più sul piatto?

Le risposte le avremo solo nel 2015, a stagione inoltrata. E se mai dovesse andare in porto la proposta UE di attivare un'unica licenza europea per la distribuzione di musica, cinema e TV, Sky ne trarrà ancora più vantaggio. Si accorderà su una cifra e trasmetterà in tutti i paesi.