Tom's Hardware Italia
Spazio e Scienze

Sony Reon Pocket, aria condizionata da indossare (ma solo dall’anno prossimo)

Si chiama Sony Reon Pocket ed è un piccolissimo climatizzatore indossabile che funziona tramite celle di Peltier per raffreddare o riscaldare chi lo indossa, d'estate o d'inverno. Il progetto è in crowdfunding e dovrebbe essere prodotto a partire da marzo 2020, inizialmente nel solo Giappone.

In questi giorni di caldo estremo non facciamo che cercare di spostarci il meno possibile e sempre da un ambiente climatizzato a un altro: casa, auto, ufficio e ritorno. A volte però affrontare il caldo è inevitabile. Pensate a un professionista che deve incontrare dei clienti per lavoro o un semplice invitato a un matrimonio, costretti a indossare giacca e cravatta con più di 30° C. Una soluzione innovativa la sta sviluppando Sony: si chiama Reon Pocket e, sostanzialmente è un climatizzatore indossabile.

Piccolo quanto un portafogli tradizionale, Reon Pocket ha come unico prerequisito quello di indossare una maglietta ad hoc, dotata di alloggiamento per il dispositivo dietro al collo, tra le spalle. Reon Pocket è dotato di connessione Bluetooth, in modo da poter essere controllato agevolmente tramite un’app, disponibile sia per iOS che per Android.

Sony afferma di aver fatto già centinaia di test e di essere riuscita ad abbassare la temperatura corporea fino a un massimo di 13° C in estate, alzandola invece di 8° C con un clima freddo. Da un punto di vista tecnico non se ne sa molto: il progetto infatti al momento è in fase di crowdfunding su First Flight, la sua piattaforma dedicata alle idee più innovative, ma il prodotto inizialmente è destinato al solo Giappone, quindi i testi sono solo in lingua.

Il colosso nipponico parla comunque di “effetto termoelettrico”. Dai pochi dati intelligibili (il sito utilizza foto, le cui didascalie non possono essere tradotte online), Reon Pocket pesa appena 85 grammi, ha una batteria con autonomia di 24 ore, si ricarica in due ore tramite attacco USB-C e dovrebbe essere disponibile in due versioni, una standard e una lite. Quest’ultima si differenzierebbe per un prezzo più contenuto e la possibilità di essere impostata solo manualmente.

Nel momento in cui scriviamo questa news, a 23 giorni dalla deadline, il progetto ha già raggiunto il 48% della cifra necessaria alla sua realizzazione che, se tutto va bene, dovrebbe portarlo sul mercato a partire da marzo del 2020. I prezzi vanno da circa 116 a 176 euro.