Home Cinema

Toshiba fa passi avanti con il 3D senza occhialini

Toshiba ha mostrato un prototipo di schermo 3D – i cui contenuti sono visibili senza occhialini – capace di offrire un angolo di visione maggiore sfruttando l’inclinazione del dispositivo. Questa soluzione, basata su tecnologia visual field tracking, permette di vedere immagini 3D tutto tondo, a seconda della posizione di visione. Gli utenti possono quindi vedere i lati e la parte posteriore degli oggetti 3D.

“Gli schermi 3D osservabili senza occhialini hanno iniziato a diventare diffusi. Uno dei problemi attuali di queste soluzioni è che il loro campo di visione può essere un po’ ristretto. In altre parole se spostate leggermente la vostra testa lontano dal centro dello schermo, non vede un 3D adeguato. Quindi diamo per scontato che quando un dispositivo con schermo 3D è inclinato, la testa di chi guarda è sempre perpendicolare allo schermo. Girando continuamente il normale range di visione del display verso la testa dell’utente, aumentiamo virtualmente di tre volte la gamma visiva. In altre parole abbiamo sviluppato una tecnologia che aumenta l’angolo di visione da 30 a circa 90 gradi“, ha dichiarato l’azienda.

L’inclinazione dello schermo è rilevata da accelerometro a sei assi. La posizione della testa di chi osserva lo schermo è stimata grazie ai dati di inclinazione per determinare la posizione di visione. Un software viene usato per inclinare gli angoli di visione all’interno del range per offrire una visione 3D adeguata, ampliando il campo visivo.

“Questo schermo potrebbe essere usato in ambito educativo e per lo shopping. Per esempio quando una persona fa shopping online potrebbe vedere gli oggetti da angoli diversi prima dell’acquisto. La tecnologia per aumentare l’angolo di visione può avere una varietà molto ampia di applicazioni. Quindi ci piacerebbe portare questa tecnologia non solo in questo prodotto, ma usare anche vari metodi per aumentare l’angolo di visione 3D”, ha affermato Toshiba.

Tra le applicazioni che pensiamo possibili troviamo l’uso di questo tipo di schermo sui tablet. Le dimensioni ci sono, ora vanno proseguiti i lavori in ricerca e sviluppo.