e-Gov

Wikileaks candidato al Nobel per la pace 2011

Wikileaks è uno dei candidati al premio Nobel per la pace 2011, insiema ai “padri” di Internet e ad alcuni esponenti della “Primavera araba“, l’onda rivoluzionaria che sta rovesciando le sorti del potere politico in Medio Oriente e nel Nord Africa. Ovviamente rimane segreta l’identità dei nominati, ma Geir Lundestad, portavoce del comitato per l’assegnazione dei Nobel, ha dichiarato che non si può trascurare quanto sta accadendo in Tunisia, Egitto e Libia.

Oslo, cerimonia per l’assegnazione del Nobel per la pace – Clicca per ingrandire

Chi propone i candidati al Nobel per la pace? Migliaia di parlamentari, ministri, premi Nobel, membri di istituzioni internazionali e docenti universitari che hanno presentato le loro proposte entro il primo febbraio scorso.

Il parlamentare norvegese Snorre Valen ha proposto Wikileaks, per il ruolo svolto dall’organizzazione in difesa della libertà di stampa. Wikileaks – dice Valen – ha squarciato il velo che nascondeva corruzione, crimini di guerre e torture.

A for Assange, a breve nei migliori cinema – Clicca per ingrandire

Tra i “nominati” ci sono gli scienziati che hanno dato vita a Internet: gli americani Lawrence Roberts e Vinton Cerf e il britannico sir Tim Berners-Lee. La loro invenzione – è scritto nella proposta – ha permesso anche la nascita di Twitter e Facebook, i social network che hanno giocato un ruolo di primo piano nelle rivolte in Nord Africa.

Il nome del vincitore (o dei vincitori) si conoscerà a ottobre.

ringraziamo Pino Bruno per la collaborazione