Auto

Citroen vince la causa, multa e 6 mesi di stop in Francia a Polestar

Non c’è un attimo di pace per Polestar, che dopo aver dovuto richiamare tutti i veicoli consegnati a causa di un problema tecnico agli inverter, si è vista intentata una causa legale da parte di Citroen, ed è stata costretta a interrompere la vendita delle sue auto in Francia. La causa, intentata dalla famosa casa francese nei confronti del brand elettrico di Volvo, potrebbe rallentare in modo significativo le vendite sul territorio francese.

Citroen e Polestar ormai sono in lotta da diversi mesi, almeno in Francia. Nel 2019, Citroen ha fatto causa per la prima volta a Polestar, affermando che il logo della compagnia fosse troppo simile proprio al logo Citroen, andando quindi a danneggiare l’immagine del brand. Successivamente, Citroen ha affermato che il logo Polestar ricorda anche il logo della linea DS.

Citroen ha chiesto, nel mese di giugno 2020, un risarcimento per violazione di marchio registrato, ma la corte ha inizialmente respinto questa richiesta, affermando che non ci sono abbastanza somiglianze tra i loghi, e che i prodotti in questione attirano un pubblico informato che difficilmente farà confusione tra i loghi. Successivamente il verdetto è stato rivisto e ribaltato in favore di Citroen, e quindi Polestar si è ritrovata a dover pagare 150.000 € di danni a Citroen, oltre a vedersi bloccate le vendite sul mercato francese per 6 mesi.

Al momento il sito ufficiale della compagnia in Francia risulta bloccato, provando a visitare la pagina si riceve un messaggio che recita quanto segue:

“Il sito Polestar non è disponibile in Francia a causa di restrizioni locali sull’uso di marchi registrati”.

Tra 6 mesi, Polestar potrà riprendere la vendita dei propri veicoli sul territorio francese.

Voi cosa ne pensate? Vi sembra che la somiglianza tra i loghi in questione sia così evidente da dare ragione a Citroen? Fateci sapere la vostra opinione nei commenti qui sotto!