Ibride e Elettriche

FIIDO D4S | Recensione eBike, fino a 80 km di autonomia

FIIDO offre una lineup completa di biciclette elettriche, e tra tutte quelle che abbiamo provato la D4S rappresenta probabilmente il miglior compromesso tra dimensioni, trasportabilità e piacere di guida. Condivide il design con la D1 o la M1, e molte altre caratteristiche con quest’ultima. La principale differenza riguarda la dotazione di ruote da 20 pollici, che migliorano il controllo e rendono la pedalata più confortevole.

Come è fatta

Il design con la canna bassa, ma non troppo, offre il miglior compromesso tra comodità di guida e design, e la rende più simile agli standard occidentali. Arriverà totalmente assemblata, dovrete solo inserire la sella, avvitare i pedali e posizionare il catarinfrangente posteriore sotto alla sella.

Le ruote da 20” sono abbinate a un freno a disco, anteriore e posteriore, e un cambio Shimano a sette rapporti. Il cavalletto è regolabile in altezza, caratteristica non particolarmente utile, ed è posizionato quasi centralmente rispetto al telaio. Tutti i comandi sono posti sul manubrio.

Come per tutti gli altri modelli Fiido, anche la DS4 è ripiegabile su se stessa. La canna principale si piega in due, il manubrio ruota di 180 gradi e la sella può essere abbassata fino a ingombrare meno spazio possibile. Una volta richiusa avrà un ingombro di solo 85 x 64 cm, e una trentina di centimetri in profondità. Pesa 18.5 kg, quindi potrete inserirla facilmente in un bagagliaio o caricarla su un mezzo pubblico. Non è ancora abbastanza leggera da trasportarla con facilità per un lungo lasso di tempo.

Il dettaglio estetico peggiore è il fascio di cavi che collega il manubrio con il cambio e l’elettronica per la propulsione elettrica, molto visibile nella parte anteriore della bicicletta. Probabilmente ci sarà un modo per gestire meglio il posizionamento dei cavi, che devono essere più lunghi del necessario per permettere di ripiegarla senza dover scollegare altri componenti.

Accanto alla manopola sinistra del manubrio c’è il computer di bordo che permette di accendere la bicicletta, visualizzare la velocità e impostare le modalità di guida. Il controllo del cambio Shimano è posizionato accanto alla manopola destra. Come per altri modelli Fiido, una porzione della manopola destra si può ruotare e funge da acceleratore.

Ricordiamo ancora una volta che attualmente le biciclette elettriche dotate di acceleratore sono considerate alla pari dei ciclomotori dal codice della strada italiano, quindi per la circolazione su strada sarebbe necessario un adeguamento (immatricolazione, casco, assicurazione, etc), mentre non c’è alcun problema per circolare in aree private o fuoristrada. La legge è molto dibattuta, non escludiamo quindi che possano esserci modifiche nei mesi a venire.

Esperienza di guida

La D4S offre una sensazione di guida molto simile alle tradizionali biciclette, cosa che non si può dire degli altri modelli, per via del design minuto e delle ruote piccole. Le ruote da 20” della D4S offrono una maggior sicurezza in strada e, anche se non è dotata di ammortizzatori, il comfort di guida è molto buono. Anche in fuoristrada le sensazioni di guida rimangono buone, con una stabilità e controllo della corsa ottimale.

Le modalità di guida sono tre, una totalmente naturale senza alcun rapporto da parte del motore da 250 watt, una a pedalata assistita e una completamente elettrica (tramite l’acceleratore). La modalità in pedalata assistita è regolabile su tre livelli, selezionabili dal computer di bordo. Il primo livello farà intervenire il motore elettrico con una potenza del 25%, il secondo livello porterà la potenza al 50% e il terzo livello la porterà al 75%. Il risultato sarà che potrete tenere una velocità di crociera, senza particolare sforzo, rispettivamente di 18, 22 e 25 km /h.

Se vorrete divertivi in aree private o fuoristrada, potrete sbloccare la limitazione die 25 km/h, semplicemente tenendo premuto un freno e girando l’acceleratore prima di accendere la bicicletta. In modalità sbloccata il motore elettrico vi permette di raggiungere una velocità di circa 35 km / h.

In modalità con pedalata assistita riuscirete a percorrere all’incirca una sessantina di chilometri, che scendono a circa 40 in modalità completamente elettrica. Fiido parla di 80 km di autonomia, distanza ottenibile unicamente con il livello d’intervento più basso da parte del motore elettrico. Un risultato veramente niente male per una bicicletta economica, che oltretutto si ricarica in circa sette ore.

Il cavalletto, posto quasi centralmente, è una scelta infelice in quanto se muoverete la bicicletta senza prima alzare il cavalletto, rischierete di piegarlo se entrerà in contatto con i pedali. Tutte le altre Fiido hanno il cavalletto posto accanto alla ruota posteriore, lontano dai pedali.

Verdetto

La D4S non è la bicicletta elettrica più compatta di Fiido, anche se è possibile richiuderla e caricarla facilmente in automobile o trasportarla su un mezzo pubblico. Se volete un modello veramente compatto, dovreste dare una chance alla Fiido D1.

D4S è probabilmente il miglior compromesso tra gli attuali modelli Fiido per chi cerca una lunga autonomia (oltre 60 km) e un ottimo comfort di guida, dato soprattutto dalle ruote da 20”. A poco meno di 600 euro porterete a casa un eBike valida, perfetta per muoversi in città ma idonea anche per chi vive in provincia e deve coprire distanze maggiori.

 

Fiido D4S

La Fiido D4S è una eBike in grado di fornire un’autonomia di almeno 60 km, si ripiega per trasportala anche in auto o su un mezzo pubblico e offre un ottimo comfort di guida.

Verdetto

Potrete acquistare la Fiido D4S a poco meno di 600 euro. A questo prezzo avrete una bicicletta elettrica in grado di offrire un’autonomia di almeno 60 km, la possibilità di richiuderla su se stessa per caricarla nel bagagliaio dell’auto o su un mezzo pubblico, e un paio di ruote da 20″ che offrono un ottimo comfort di guida.

Pro

+ Ottimo comfort di guida
+ Autonomia
+ Possibilità di ripiegarla
+ Doppio freno a disco

Contro

– Modalità classica (senza aiuto del motore elettrico) poco utilizzabile
– Il cavalletto posto centralmente non è comodo