Trasporti

Mate X, la bici elettrica danese che impazza su Indiegogo

Ancora pochissimi giorni – la campagna si conclude il 23 settembre – e poi la Mate X andrà in produzione. La piccola bicicletta pieghevole a pedalata assistita ideata da dieci ragazzi danesi ha già raccolto più di 8 milioni di euro sulla piattaforma di crowdfunding Indiegogo, superando così del 18.853% l'obiettivo prefissato di 50mila euro. È stata prenotata da 18.410 persone in tutto il mondo e le consegne sono previste fra due mesi, a partire da dicembre.

Cos'ha di così speciale, tanto da battere numerosi record su Indiegogo? Originalità, portabilità, tecnologia e prezzo. Già, perché il modello di base – Mate X 250 – costa meno di 700 euro, ai quali vanno aggiunti 170 euro per le spese di spedizione. Quando la campagna si concluderà, per la stessa bicicletta elettrica si dovranno sborsare 1890 euro più la spedizione. Insomma, uno sconto del 64% per i backers, cioè chi acquista fidandosi della filosofia alla base del crowdfunding.  

Mate X bici elettrica

Ci sono tre modelli di Mate X, due dei quali – 250 e 250+ – già omologati per circolare sulle strade europee, Italia compresa. Pesano entrambe 28,5 chili, batteria compresa. La differenza sta nelle prestazioni della batteria: 48V-11 AmpH per la 250, con 55 chilometri di autonomia, e 48V-14 AmpH per la 250 +, con 80 chilometri di autonomia. Il motore sviluppa 250 W. La bici elettrica si può piegare agevolmente con tre movimenti e si può trasportare senza problemi anche nel bagagliaio dell'auto e in ascensore. Quando è aperta è lunga 180 centimetri, larga 65 e alta 124. Gli pneumatici sono da 20" larghi 4", resistenti alle forature.

Leggi anche: NEXUM, bici elettriche italiane in cloud e con antifurto GPS

Mate X adotta un cambio Shimano a 8 velocità e il cruscotto basato su display LCD permette di gestire 5 livelli di assistenza della pedalata. I freni Tektro sono a disco e si può optare anche per un sistema idraulico (pagando un sovrapprezzo di 129 dollari): il telaio è in alluminio e le sospensioni sono regolabili. A bordo c'è anche una presa USB per la ricarica dello smartphone. C'è inoltre un'ampia scelta di colori e accessori.

Ovviamente è il prezzo proposto durante la campagna a fare la differenza, perché dopo il 23 settembre – quando non ci saranno più gli sconti del crowdfunding – i costi si allineeranno a quelli di mercato, che offrono molte alternative. I ragazzi di Mate X sono comunque affidabili: due anni fa, con il primo modello senza pedalata assistita, avevano raccolto poco meno di 6 milioni di euro e venduto 10.361 biciclette.


Tom's Consiglia

In bici si deve usare il casco. Come questo, che ha anche le luci di sicurezza incorporate.