Ibride e Elettriche

NIO ET7 con batterie sostituibili, per una ricarica al 100% in solo 3 minuti

In questi ultimi giorni la NIO ET7 è sulla bocca di tutti, noi stessi un paio di giorni fa vi abbiamo raccontato della nuova sedan elettrica che promette di lanciare una bella sfida a Tesla, e ovviamente anche il nostro amico Youtuber Matteo Valenza ha voluto raccontarci la ET7 nel nuovo video che vi proponiamo oggi.

La nuova ET7 è solo l’ultima delle fatiche di NIO, che dalla sua fondazione nel 2014 non si è mai fermata, fino ad avere già 2 modelli già circolanti sulle strade cinesi, più una supercar dedicata alla pista. Ma la vera forza di NIO è un’altra, e si nasconde in piccoli box già molto diffusi in Cina: NIO ha voluto rivoluzionare anche il sistema di ricarica delle auto elettriche, per cui ha detto addio alle colonnine di ricarica classiche, dando vita a delle stazioni di cambio batterie automatizzate. Come ci racconta Matteo nel video, questi box di cambio batterie impiegano appena 3 minuti a rimuovere da sotto l’auto l’intero pacco batterie, e installarne uno nuovo e carico al 100%. Durante una giornata, ogni singolo box può effettuare 300 cambi di batterie, rendendo quindi l’operazione di ricarica dell’auto molto più rapida, con tempistiche perfettamente paragonabili a quelle di un pieno di benzina.

Per far sì che questo sistemi funzioni c’è bisogno di un’enorme diffusione dei box di sostituzione batterie, così da consentire a tutti coloro che possiedono un’auto elettrica NIO di poter ricaricare l’auto senza preoccupazioni; per rispondere alla sempre crescente domanda in tal senso, NIO ha promesso l’installazione di almeno 500 box in più rispetto a quelli già attivi entro la fine del 2021. Sulla carta la soluzione sembra molto valida ed efficace, specialmente per coloro che per esigenze lavorative o di vita si trovano a dover percorrere molti chilometri in auto tutti i giorni, anche se la promessa di NIO di portare sul mercato una batteria in grado di assicurare 1000 km di autonomia entro la fine del 2022 dovrebbe già mitigare in parte questo problema.

Per far sì che questo sistema di scambio batterie funzioni al meglio, NIO ha pensato a un prezzo di vendita “escluse batterie”, dato che queste vengono offerte come un servizio: si chiama Battery As A Service, abbreviato in BaaS, e potrebbe essere il futuro della mobilità elettrica.

Per scoprire tutti gli altri segreti della nuova NIO ET7, godetevi il video di Matteo Valenza che vi riportiamo di seguito.