Auto

Porsche Macan, prima dell’elettrico arriva un restyling

Mentre continuano i test sulla prima versione elettrica attesa entro due anni, Porsche ha tempo di presentare il restyling 21-22 della Macan. Come vedete dalle immagini, si tratta del classico rinnovamento estetico “di transizione” pensato per mantenere attuale un modello prima del suo reale aggiornamento. I cambiamenti principali sono infatti concentrati su frontale e posteriore, ma le forme restano in linea con l’apprezzato design dei modelli precedenti.

Per quanto riguarda specifiche e dotazione, si parte da un classico 2 litri quattro cilindri in grado di erogare oltre 260 cavalli arrivando alla sportivissima versione GTS. Quest’ultima riconferma il motore V6 biturbo da ben 434 cavalli che spinge questo SUV a 100 Km orari in meno di 4 secondi. Nel pacchetto GTS, venduto anche a parte, sono compresi vari extra come launch control, finiture nere esterne aggiuntive e cerchi personalizzati da 21 pollici.

All’interno, ritroviamo il grande display centrale da circa 11 pollici e il supporto Apple Car Play mentre continua a mancare Android Auto. Una novità utile riguarda i tasti per tutti i comandi principali che ora sono del tipo a sfioramento. Troviamo anche una leva del cambio accorciata e lo stesso volante della serie 911, oltre all’immancabile sistema di infotainment e navigazione. Come sempre, le finiture di sedili e cruscotto rispecchiano la versione scelta, con loghi e cinture sempre in tinta.

Tornando alle specifiche, sul modello GTS sono montati anche i nuovi freni speciali Porsche al carburo di tungsteno già visti nella linea Cayenne. Oltre a migliorare la frenata, garantiscono la massima pulizia dei dischi e maggiore durata in condizioni limite. Questo naturalmente influisce sul prezzo che se nei modelli base parte da circa 60.000 Euro, puntando sulla versione GTS inizia da quota 80.000.

Da ricordare che tutte le motorizzazioni, anche nella versione in arrivo il prossimo anno, saranno termiche e quindi senza aggiunte ibride o elettriche. In pratica si tratta dell’ultimo restyling in stile “vecchia scuola” per la Macan, prima di lasciare spazio all’elettricità. Ma Porsche ha già assicurato la presenza di almeno un modello a benzina dopo l’elettrificazione, almeno su alcuni mercati.