Auto

Volvo svilupperà un’auto elettrica senza conducente con Baidu

Con l’intento di conquistare un mercato ancora inesplorato, Volvo ha deciso di buttarsi sulle auto elettriche senza conducente: per partire con questo progetto ha stipulato un accordo con il colosso cinese di servizi internet, il “Google della Cina” Baidu. L’obiettivo è quello di posizionare 24.000 XC90 per Uber, naturalmente con tecnologia autoguidante.

La collaborazione darà accesso a Volvo alla piattaforma di guida autonoma già sviluppata da Baidu (denominata Apollo); di risposta, l’azienda svedese metterà a disposizione la sua piattaforma modulare di costruzione e il suo motopropulsore elettrico (non ancora lanciato).

Volvo Cars and Uber join forces to develop autonomous driving cars

Non è naturalmente il primo partner che Baidu trova per quanto riguarda il suo Apollo: già Daimler (Mercedes, Smart), Ford, Honda e Hyundai ne fanno parte. In Volvo l’azienda cinese trova un eccellente partner per le sue credenziali sulla sicurezza, e probabilmente questa partnership porterà grossi vantaggi ad entrambi, visto che – come cita la stessa azienda svedese – una ricerca di mercato stima una vendita di circa 14.5 milioni di vetture autonome entro il 2040 soltanto in Cina.