Tom's Hardware Italia
Scenario

Il progetto Proxima Smart City di Oracle avvicina le smart city alla realtà

Proxima Smart City è un modello per la smart city che promette di abilitare, tramite il cloud, una tecnologica aperta e autonoma, su cui realizzare servizi realmente innovativi per i cittadini. Mettendo assieme paradigmi cloud, big data e intelligenza artificiale, per grandi e piccole città, Proxiuma Smart City connette e rende più efficienti le città […]

Proxima Smart City è un modello per la smart city che promette di abilitare, tramite il cloud, una tecnologica aperta e autonoma, su cui realizzare servizi realmente innovativi per i cittadini.

Mettendo assieme paradigmi cloud, big data e intelligenza artificiale, per grandi e piccole città, Proxiuma Smart City connette e rende più efficienti le città tramite l’IT. Una applicazione già possibile è quella di usare una rete di sensori IoT per rilevare la qualità dell’aria (inquinamento, polveri sottili, radon) e attivare interventi proattivi da parte del comune.

Soprattutto le periferie, che solitamente restano lontane dalla “rivoluzione smart”, tramite il modello sviluppato da Oracle, possono avere strumenti per fare un passo nel futuro, ottenendo maggiore sostenibilità energetica, qualità della vita, inclusività.

“Siamo orgogliosi che tanti nostri colleghi di tutto il mondo abbiamo apprezzato il valore di questo progetto, che concretizza in modo visibile ed efficace i benefici di intelligenza artificiale, machine learning e cloud attraverso un modello di città smart, dove diffondere anche verso il grande pubblico, in modo intuitivo, le opportunità positive delle new city” – ha commentato in occasione della notizia Maria Costanzo, responsabile dell’Innovation Team di Oracle Italia.

Il premio è stato consegnato nel corso della cerimonia di premiazione dei Palo Alto Positive Business Award 2019, che si è tenuta a Milano. Per Oracle Italia ha ritirato il premio Maria Teresa Sica, HR Director per la Technology Sales Business Unit di Italia, Francia e CIS.