Mercato

Ingecom: crescita nel 2020 trainata dall’emergenza, nel 2021 dal consolidamento

Ingecom è un distributore di soluzioni di Sicurezza Informatica attivo in Italia che si differenzia dagli altri perché distribuisce in maniera esclusiva la maggior parte dei marchi trattati. Nel 2020, ha visto crescere il suo fatturato a livello globale dai 29,9 milioni del 2019 fino ai 31,8 milioni del 2020, nonostante la crisi pandemica, e nel nostro Paese, nel quale la struttura è relativamente recente, l’incremento è stato dell’8% anno su anno.

Sergio Manidi, country manager Italia di Ingecom

“Nel 2020” – ha detto Sergio Manidi, country manager per l’Italia – “il mercato è stato estremamente depresso dall’avvento della pandemia e le nostre possibilità di crescita ne hanno risentito parecchio. Nel 2021, però, contiamo che le aziende torneranno a investire pesantemente in sicurezza informatica per consolidare quelle strutture che nello scorso anno sono state create in fretta e furia per permettere ai dipendenti di lavorare da casa”.

In questo processo di “consolidamento” delle difese, Ingecom potrebbe avere qualche cartuccia interessante da sparare a causa del suo peculiare assortimento di prodotti. “Ingecom” – continua Manidi – “distribuisce quasi esclusivamente tecnologie recenti e all’avanguardia che andiamo a scoprire tramite una attenta opera di scouting. Sono aziende ancora poco conosciute, ma con una base tecnica molto solida in grado di garantire ai nostri partner di poter aggiungere vero valore alla loro offerta perché complementare a quella dei grandi marchi già presenti sul mercato”.

Si tratta quindi di vendite “aggiunte” che non vanno a sostituire altri prodotti, ma coprono nuove esigenze di sicurezza. Nel 2021, infatti, Manidi prevede che ci sarà molto movimento nei settori dell’EDR (Endpoint Detection and Response), xDR (Extended Detection and Response), IAM (Identity and Access Management), PAM (Priviliged Access Management) e IRM (Information Risk Management).

“In queste aree” – conclude Manidi – “in Italia siamo ancora un po’ indietro rispetto ad altre nazioni, ma è indubbio che dovremo recuperare il tempo perduto e questo rappresenterà un trend importante a partire da quest’anno e ci aspettiamo molto dalla nuova offerta di Security Intelligence, un settore in grande crescita che farà molto parlare di sé nel futuro prossimo e nel quale abbiamo un’offerta davvero interessante”.