Tom's Hardware Italia
IT Pro

Lo Space Center della NASA protegge i dati con NetApp

AltaVault ha consentito alla NASA di proteggere dati strategici, ottimizzare l’impatto del cloud e ridurre i costi

Il Johnson Space Center (JSC) della NASA è stato un centro di volo spaziale per più di mezzo secolo. È sede nazionale del Corpo degli astronauti, delle operazioni riguardanti la missione della Stazione Spaziale Internazionale, del programma Orion, e di una serie di futuri sviluppi spaziali. Il centro svolge un ruolo fondamentale nel migliorare le conoscenze scientifiche e tecnologiche a beneficio tutta l'umanità.

Il Centro ha adottato il cloud di Amazon Web Services (AWS) per scalare in modo elastico l'archiviazione di  grandi volumi di dati a costi ridotti. Di fronte a più di quattro petabyte di dati critici per il processo decisionale provenienti da video, satelliti, macchine fotografiche e telescopi, la NASA si è poi  rivolta a NetApp per ottenere un modo più sicuro ed efficiente per spostare, gestire e proteggere i propri dati.

Phil Brotherton NetApp
Phil Brotherton

Supportata da uno dei più grandi cloud rispetto a qualsiasi altra agenzia del governo federale degli Stati Uniti, la NASA aveva requisiti molto specifici per sostenere il proprio backup in cloud. A seguito di una serie di test, la NASA ha selezionato AltaVault come la soluzione migliore per proteggere i propri dati, ottimizzare l’impatto del proprio cloud e ridurre i costi", ha commentato Phil Brotherton, vice president, Data Fabric Group di NetApp.

Il tutto ha avuto inizio lo scorso anno quando l’Informational Resources Directorate (IRD) della NASA ha svolto un Proof of Concept per archiviare i dati di backup in cloud con AWS e ridurre i costi. L'IRD ha utilizzato il suo ambiente esistente Veritas NetBackup su cui ha installato due appliance NetApp AltaVault come interfaccia. La prova di fattibilità è stata positiva e la soluzione è attualmente in produzione.

Il progetto, ha illustrato NetApp, ha permesso di:

  • Mettere in sicurezza i dati – per soddisfare le normative federali e della NASA, JSC aveva bisogno di una soluzione che potesse mantenere i propri dati in tutta sicurezza in ogni momento..
  • Ridurre i costi, ottimizzare l’impatto del cloud – JSC aveva bisogno di una soluzione che non gravasse sulla rete istituzionale. Grazie a deduplica e compressione JSC può ottimizzare l’impatto del cloud e ridurre i costi.
  • Godere di una facile integrazione con le infrastrutture esistenti – a causa della grande e complessa infrastruttura di backup, JSC aveva bisogno di una soluzione che potesse completare la soluzione NetBackup installata precedentemente.

NetApp ha poi  recentemente rilasciato la versione 4.2 di AltaVault cloud-integrated storage. La versione ha ampliato la piattaforma aperta del prodotto con l'aggiunta di nuovi obiettivi cloud, il supporto per il software di backup aggiuntivo e il nuovo hypervisor KVM per appliance virtuali.  Non ultimo, per i clienti che utilizzano NetBackup, AltaVault ora supporta Veritas OST.