Scenario

Sap, le opportunità offerte dalla tecnologia in un momento di crisi

«A gennaio di quest’anno, ero su un palco con Bruce Dickinson, il cantante del leggendario gruppo rock Iron Maiden, all’evento di kick-off regionale di SAP a Barcellona. Abbiamo condiviso le nostre aspettative per il 2020 e abbiamo parlato di come trasformare i clienti in fan».

Comincia così il racconto di Steve Tzikakis, President EMEA South di Sap, che si chiede come siamo arrivati oggi a questo punto, non immaginando nemmeno come il mondo si sarebbe capovolto. Abbiamo assistito alla diffusione di una pandemia globale insieme al crollo del prezzo del petrolio che ha scombussolato completamente il mercato globale.

Ci siamo dovuti abituare a distanziamento sociale, ad acquisti incontrollati mossi dalla paura e al lockdown dei paesi; scene degne di un film. «Sebbene stiamo vivendo in un mondo molto diverso, col tempo la fiducia delle imprese e dei consumatori tornerà, supportando la trasformazione e guidando la crescita».

Steve Tzikakis, President EMEA South di SAP
Facce Aziendali

Una causa di forza maggiore come il Covid-19 può essere il motore che spinge verso la trasformazione come in passato sono state le crisi finanziarie o altri eventi mondiali che hanno avuto un impatto globale? «Le aziende stanno ripensando i loro modelli di business, le supply chain e stanno cambiando i loro approcci alla sicurezza, alla business continuity e al lavoro a distanza».

«Non c’è mai stato un momento migliore per aiutare i nostri clienti a fornire insight unici e garantire agilità, controllo e capacità di esecuzione, non solo ora, ma anche post-crisi. Le persone dovranno lavorare e le attività flessibili che facilitano il cambiamento cresceranno».

Ma come può un’azienda come SAP diventare parte della soluzione globale alla pandemia? «Per cominciare, stiamo offrendo una serie di strumenti e piattaforme tecnologiche gratuite ai clienti (e a chiunque ne abbia bisogno) per aiutarli non solo ad affrontare i problemi legati alla pandemia, ma anche a capire quali opportunità offrirà la crisi».

«Stiamo aiutando le aziende a riprogettare le loro supply chain e a trovare nuove fonti di approvvigionamento quando quelle esistenti si interrompono. Abbiamo aperto l’accesso al network Sap Ariba Discovery, in modo che qualsiasi acquirente possa pubblicare le proprie esigenze di approvvigionamento immediato e qualsiasi fornitore possa rispondere».

Se il mondo è diventato virtuale dall’oggi al domani, qualsiasi azienda che spera di continuare a operare ovunque mantenendo livelli normali dovrà assicurarsi che i propri lavoratori siano al sicuro e in buona salute – e questo non si esaurisce nella prima settimana in cui si è a casa.

«Abbiamo visto un picco nell’utilizzo del nostro Remote Work Pulse di Qualtrics, che in modo totalmente gratuito consente alle aziende di rilevare il sentiment dell’organizzazione dall’inizio della crisi. Il benessere mentale dei dipendenti deve stare a cuore di tutte le aziende».

In Italia, il team di prevendita di Sap ha sviluppato una Dashboard per monitorare il Coronavirus e l’ha offerta gratuitamente a clienti, partner e comunità. La dashboard consente agli utenti di analizzare in profondità le informazioni sulla diffusione del contagio, rispetto a quella inclusa nella dashboard CSSE della Johns Hopkins.

Molte aziende stanno sfruttando la funzione di “localizzazione” inclusa nel software Sap Concur per localizzare i dipendenti bloccati all’estero. Anche se i viaggi di lavoro sono stati bruscamente interrotti, le altre spese di business monitorate da Sap Concur confermano che l’attività in Cina è in lenta ripresa.

«Insieme a EY e Qualtrics, stiamo aiutando i governi di tutto il mondo che sono in prima linea per gestire la pandemia di Covid-19. Questo include l’ascolto e il rilevamento costante delle emozioni e degli stati d’animo della comunità, il monitoraggio e la comunicazione sull’andamento del virus».

La visione del gruppo resta quella di aiutare il mondo a funzionare meglio e a migliorare la vita delle persone. «E non è mai stata così importante e attuale come in questo momento. Le persone, i clienti e le comunità rappresentano la nostra priorità».