Sponsorizzato

Supercondensatori flessibili, la geniale idea di una startup italiana per auto elettriche migliori

Novac: esplorazione delle potenzialità dei supercondensatori flessibili nel settore dell'automotive, con focus sulle applicazioni e le prospettive future.

Avatar di Valerio Porcu

a cura di Valerio Porcu

Senior Editor

Con il vento dell'innovazione a favore, le startup stanno ridefinendo il mondo industriale, compreso il settore energetico e quello dell’automobile. Mettendo in discussione convenzioni e realtà assodate, queste piccole aziende con idee innovative realizzando idee e sogni a un ritmo vertiginoso. Sogni che a volte prendono forme e nomi inaspettati, come per esempio Supercondensatori flessibili. 

Qualcosa a cui pochi avrebbero pensato. 

Novac 

Novac affonda le proprie radici nel cuore dell'innovazione tecnologica, e nasce nel 2018 durante un corso ispiratore all'Università di Modena. Il fondatore e CEO Matteo Bertocchi, insieme ai suoi compagni di studi Loris Bruzzi, Alessandro Fabbri e Aldo Girimonte, ha abbracciato la sfida di immaginare una startup nell'ambito della mobilità, con un'indicazione chiave: l'idea doveva essere originale e sorprendente. Da quel momento, Novac ha iniziato il suo percorso per affrontare una delle sfide più pressanti del settore automobilistico: l'efficienza e la performance dei veicoli elettrici.

Tra le imprescindibili spinte inerziali di cui ogni startup ha bisogno, Novac conta anche la partecipazione alla Startup Marathon di Area Science Lab, un’iniziativa che ha aiutato Novac e altre nuove iniziativa a trovare una rinnovata spinta verso la crescita e il consolidamento. 

Area Science Park è un'importante istituzione italiana che promuove l'innovazione, la ricerca scientifica e lo sviluppo tecnologico. Fondata nel 1978, si trova a Trieste e rappresenta uno dei principali poli di ricerca e innovazione del Paese. La sua missione principale è quella di favorire la collaborazione tra il mondo accademico, le imprese e le istituzioni, al fine di promuovere la crescita economica e sociale attraverso l'innovazione tecnologica.

Il problema

Il settore automobilistico sta vivendo una rapida trasformazione verso la mobilità elettrica, spinta dalle esigenze di sostenibilità ambientale e dalle normative sempre più stringenti. Una delle grandi “questioni aperte” quando si parla di auto elettriche riguarda la batteria: un elemento fondamentale ma anche delicato, e che può limitare le prestazioni. 

Le batterie, in particolare, si stressano se sottoposte a grandi sbalzi energetici in entrambi i sensi: accelerazioni improvvise e frenate intense non sono l’ideale, e anche la ricarica ad alta potenza - su cui pure si sta investendo molto - non è l’ideale per ottenere la massima longevità della batteria. 

Novac si è posta l'obiettivo di superare questo problema con un concetto relativamente semplice: usare un supercondensatore per ottenere scariche molto brevi e molto potenti (accelerazione) ma anche per stabilizzare “ricariche” molto aggressive, come una frenata intensa e improvvisa. 

Il supercondensatore, d’altra parte, non è di per sé una novità; ma non è molto usato e uno dei problemi è che occupa spazio. Nella progettazione di un’auto elettrica dedicare del volume al supercondensatore può essere complesso e costoso, quindi si decide di non metterlo. 

Così Novac ha deciso di renderlo flessibile e modellabile. In questo modo il supercondensatore (Supercap) si può inserire in elementi esistenti. Un’innovazione con le carte in regola per lasciare il segno. 

La soluzione

Novac ha sviluppato un nuovo modello di supercondensatore progettato per essere integrato sui veicoli elettrici in modo da non occupare spazio aggiuntivo. A differenza dei tradizionali supercondensatori, il dispositivo di Novac è completamente allo stato solido e modellabile, eliminando così i rischi legati alla presenza di liquidi e rendendolo più sicuro e affidabile per l'uso in una vasta gamma di applicazioni.

Ciò che distingue il supercondensatore di Novac è l'utilizzo di materiali innovativi e tecnologie avanzate. Questo approccio consente di creare un dispositivo altamente personalizzabile, adatto per essere integrato in diversi tipi di veicoli elettrici, dalle hypercar alle biciclette elettriche. Inoltre, grazie alla sua capacità di accumulare energia e rilasciarla istantaneamente, il supercondensatore di Novac offre un boost di potenza significativo quando necessario, migliorando l'accelerazione e la velocità di risposta dei veicoli elettrici.

Novac si è installata nella Motor Valley - dove altrimenti - e qui la startup ha avviato diverse collaborazioni con partner di ogni genere. Ce n’è anche una con Dallara e un’altra startup specializzata in fibra di carbonio (ACUS), per sviluppare un componente per un’auto da corsa. 

In particolare, Acus ha contribuito alla realizzazione del componente in fibra di carbonio, dimostrando un'eccellente sinergia nel progetto. La sfida - vinta da questo gruppo di menti innovative - era realizzare il componente in fibra di carbonio con il superconduttore già integrato di fabbrica. Solo in questo modo si può ottenere il risultato desiderato. 

Potrebbe nascere spontanea una preoccupazione: ma se si rompe il supercap poi devo cambiare tutto il pezzo? Sì ma solo in teoria, perché i supercondensatori hanno una longevità lunghissima, superiore a quella delle batterie e probabilmente alla vita dell’auto stessa. 

L'innovazione tecnologica di Novac non solo migliora le prestazioni dei veicoli elettrici, ma contribuisce anche a rendere la mobilità elettrica più accessibile e sostenibile. Riducendo i rischi legati alla sicurezza e migliorando l'efficienza energetica, il supercondensatore di Novac è destinato a giocare un ruolo fondamentale nella transizione verso un futuro più pulito e sostenibile nel settore dei trasporti.

Applicazioni e possibilità di espansione

I supercondensatori Novac hanno una vasta gamma di possibili applicazioni che spaziano attraverso diversi settori industriali. Grazie alla loro capacità di erogare energia in modo rapido e efficiente, questi dispositivi possono essere utilizzati per migliorare le prestazioni e l'efficienza di una varietà di veicoli e dispositivi elettrici. Ecco alcuni esempi di possibili applicazioni:

Automotive: i supercondensatori Novac possono essere integrati nei veicoli elettrici, dalle hypercar agli scooter elettrici, per fornire un'accelerazione più rapida e una maggiore autonomia. Possono essere utilizzati anche nei sistemi di frenata rigenerativa per immagazzinare l'energia in eccesso e poi restituirla quando serve.

Aerospaziale e nautico: Nel settore aerospaziale e nelle imbarcazioni elettriche, i supercondensatori Novac possono essere impiegati per fornire energia supplementare durante le fasi di decollo o di accelerazione, migliorando le prestazioni complessive e riducendo il consumo di carburante.

Droni: e droni richiedono una rapida risposta energetica per manovre agili e rapide. Integrando i supercondensatori Novac, è possibile ottimizzare l'energia disponibile, consentendo maggiore flessibilità nelle operazioni di volo.

Mobilità urbana: nei contesti urbani, come nelle e-bike e nei monopattini elettrici, i supercondensatori possono migliorare l'accelerazione e la maneggevolezza, consentendo un'esperienza di guida più fluida e efficiente.

Stato attuale e prospettive future

Attualmente, Novac si trova in una posizione di leadership nel campo dell'innovazione dei supercondensatori, con brevetti registrati, qualche test di successo e una sede pronta ad accogliere una piccola linea di produzione.

Grazie agli investimenti significativi ricevuti e ai programmi di accelerazione e incubazione avviati, la startup è ben posizionata per portare avanti il suo ambizioso progetto. Guardando al futuro, Novac ha progettato una serie di tappe cruciali per il suo sviluppo. Innanzitutto, punta a completare nuove fasi di ricerca e sviluppo per affinare ulteriormente la tecnologia dei suoi supercondensatori e migliorarne le prestazioni. Questo processo consentirà di ottimizzare l'efficienza energetica e la durata dei dispositivi, rendendoli ancora più competitivi sul mercato.

Inoltre, Novac mira a espandere le sue partnership industriali, collaborando con aziende attive anche in settori diversi dall’automotive. Queste collaborazioni consentiranno di esplorare nuove applicazioni per i supercondensatori e di accedere a nuovi mercati, ampliando così il potenziale di crescita e di impatto della startup.

L'obiettivo ultimo di Novac è quello di avviare la produzione su larga scala dei suoi supercondensatori, rendendo disponibile questa tecnologia innovativa a una vasta gamma di clienti e settori industriali - ma soprattutto trasformando il supercap in un elemento fondamentale delle tecnologie future.