Reseller

Veeam cresce del 30% e supera i 600 milioni di $ in ricavi

Veeam Software, fornitore globale di soluzioni per la Availability for the Always-On Enterprise, guidata in Italia da Albert Zammar, Regional Vice President della Southern EMEA Region, ha annunciato che nell’anno fiscale 2016 ha registrato una crescita del 28% rispetto all’anno precedente, con  607,4 milioni di dollari in ricavi totali.

La crescita è stata favorita da un importante aumento dei ricavi del segmento enterprise e cloud, indirizzato dall’esigenza critica delle aziende di ogni dimensione di ottenere la disponibilità dei dati h24 anche nel mondo del Cloud Ibrido.

Veeam   Albert Zammar
Albert Zammar

“Le organizzazioni stanno digitalizzando e trasformando ogni aspetto del proprio business; e i CIO stanno realizzando velocemente che gli investimenti nell’IT non hanno molto valore se non sono in grado di garantire un servizio  ‘Always-On’. Abbiamo constatato un’incredibile crescita nelle richieste relative alla Veeam Availability Suite proveniente da aziende di tutti i settori, ma specialmente dalle aziende Fortune 500 e Global 2000“, ha commentato Peter McKay, President e COO di Veeam.

13 milioni di macchine protette

Numerosi i risultati ottenuti da Veeam nell’anno fiscale chiusosi sia in termine di fatturato che di clienti acquisit, soprattutto  di fascia alta e strategici. Alla fine del 2016 ha annoverato tra i clienti il 73% delle aziende Fortune 500 e il 56% delle Global 2000.

La vendita di nuove licenze per le enterprise è poi salita del 57% rispetto all’anno precedente e il numero di nuovi clienti enterprise è cresciuto del 48.6% salendo a 761.

In pratica, alla data, ha illustrato l’azienda, sono 13.3 milioni le macchine virtuali protette delle sue soluzioni Veeam Availability e 1.000.000 sono sotto la gestione VCSP.

Rafforzato il Canale

La crescita  del fatturato e della sua penetrazione commerciale è stata favorita indubbiamente anche da una efficace e ben strutturata politica di canale che ha portato a circa 45.000 i suoi partner, una politica che ha attratto un numero crescente di nuovi rivenditori, service provider e VAR.

In particolare, il programma Veeam Cloud & Service Provider (VCSP),  fornisce ai service provider delle opportunità già confezionate per acquisire nuovi clienti ed aumentare le vendite attraverso l’offerta del Disaster Recover as a Service (DraaS) e Backup as a Service (BaaS).

Cresciuto del 79% rispetto all’anno scorso, il programma VCSP si è esteso a più di 14.300 service e cloud provider, con più di 2.600 di questi partner abilitati a fornire servizi con Veeam Cloud Connect.

Veeam   Peter McKay High
Peter McKay

Una serie nutrita di nuovi rilasci

Gli ottimi risultati conseguiti, ha commentato Albert Zammar, sono il risultato  di un forte impegno  nello sviluppo di soluzioni atte a rispondere alle esigenze del mercato. Tra queste;

  • Veeam Availability per il cloud ibrido, una soluzione che permette alle imprese di tutte le dimensioni di disporre dei mezzi atti a garantire l’Availability al cloud ibrido per i carichi di lavoro virtuali, fisici e basati sul cloud.
  • Veeam Availability Suite 9.5: è stata accresciuta di oltre 175 nuove funzionalità mirate a migliorare l’agilità e la flessibilità al fine di assicurare una disponiblità h24 delle applicazioni e dei carichi di lavoro ovunque siano salvati, nel cloud oppure on-premise.
  • Veeam Backup per Microsoft Office 365: rilasciato  a fine novembre, ha visto quasi 6.000 download. Di questi quasi un quarto inerente i segmenti commercial e enterprise.