Software & Hardware

VMware: novità per il Virtual Cloud Network

VMware ha annunciato importanti novità nel campo del networking cloud e container. Secondo l’azienda, oggi sono oltre 15 mila gli utenti della sua Virtual Cloud Network, di cui 89 dei Fortune 100 e 8 delle primi 10 telco, ed è cresciuto in media del 50% ogni anno fiscale da maggio 2018.

La soluzione Virtual Cloud Network di VMware è una componente integrante di VMware Cloud Foundation, che viene offerta su tutti i principali provider di cloud iper-scale – AWS, Azure, Alibaba Cloud, Google Cloud, IBM Cloud e Oracle Cloud.

Come anticipato, la compagnia ha svelato le innovazioni nel campo del cloud pubblico on-premise. «Con VMware NSX-T 3.0 e VMware vRealize Network Insight 5.2, le aziende ottengono livelli di automazione e di comprensione ancora più elevati per le funzioni di rete che spaziano dai servizi di Layer 2 fino al firewall applicativo Layer 7, al bilanciamento del carico e al filtraggio IDS/IPS» spiega VMware.

Virtual Cloud Network

Due anni fa, VMware aveva introdotto la Virtual Cloud Network, estendendo le capacità di rete virtuale e di sicurezza dall’edge al cloud per qualsiasi carico di lavoro eseguito in VM, container o bare metal. Oggi, la soluzione Virtual Cloud Network di VMware è tra gli stack di rete virtuali Layer 2-7 più completi del settore, con funzionalità per lo switching, il routing, il firewalling e l’SD-WAN completamente in software per ambienti aziendali e telco 5G.

«La nostra soluzione Virtual Cloud Network sta aiutando i clienti a fornire l’esperienza del cloud pubblico on-premise, eliminando le inefficienti richieste di ticket IT e le lunghe attese per i cambiamenti di rete e sicurezza» ha dichiarato Tom Gillis, Senior Vice President e General Manager, Networking and Security Business Unit di VMware.

L’automazione e la sostituzione delle infrastrutture di rete e di sicurezza legacy continuano a essere i driver chiave per l’adozione della Virtual Cloud Network. Oggi, VMware sta offrendo importanti novità a fronte della sua visione della Virtual Cloud Network come abilitatore per offrire l’esperienza del cloud pubblico on premises.

VMware sta portando la sicurezza interna a beneficiare del Service-defined firewall e della NSX Intelligence, con la disponibilità generale di funzionalità opzionali di Intrusion Detection and Prevention (IDS/IPS) per il Firewall Service-defined. NSX Distributed IDS/IPS sfrutta l’esclusiva comprensione intrinseca di VMware dei servizi che compongono le applicazioni per abbinare le firme IDS/IPS a specifiche parti dell’applicazione.

Le firme IDS/IPS NSX Distributed IDS/IPS sono specifiche dell’applicazione e vengono applicate solo ai server appropriati, con il risultato di un minor numero di falsi positivi e un throughput significativamente più elevato. Queste capacità offrono efficienza e flessibilità che non possono essere eguagliate da sistemi legacy e proprietari definiti dall’hardware e sono un importante elemento di differenziazione dell’approccio software-based e scalabile di VMware NSX.

Con la release 3.0 di NSX-T, le aziende possono estendere i servizi di rete dei container full stack, inclusi lo switching, il routing, il firewall distribuito, la micro-segmentazione e il bilanciamento del carico, alla nuova release di VMware vSphere con le piattaforme Kubernetes e VMware Cloud Foundation 4, il portfolio VMware Tanzu e le piattaforme Kubernetes non-VMware.

Inoltre, con VMware vRealize Network Insight, disponibile come software on-premises o SaaS, si ottiene visibilità e analisi end-to-end della rete per ottimizzare le prestazioni e risolvere i problemi dell’intera Virtual Cloud Network, compresi l’overlay virtuale e l’underlay fisico, nonché la copertura dei data center, gli ambienti multi-cloud e le sedi delle filiali.

Virtual Cloud Network è invece dedicata alle necessità di telco 5G, visto che gli operatori possono costruire reti scalabili per supportare le strategie 5G ed edge. VMware NSX svolge un ruolo chiave nell’accelerazione delle prestazioni della rete e nell’efficienza delle operazioni di rete end-to-end nel core della rete, fungendo da livello SDN per le funzioni di rete virtuale.

Detto ciò, VMware collaborerà con Microsoft per offrire soluzioni SD-WAN per le Azure Edge Zones, che forniranno servizi Azure e consentiranno ai clienti di implementare ed eseguire senza problemi le funzioni di rete virtuale (VNF), tra cui VMware SD-WAN di VeloCloud. La soluzione VMware SD-WAN di VeloCloud è completamente integrata con il portale Azure e consentirà il Provisioning Zero Touch attraverso le Azure Edge Zones, proteggendo al contempo i clienti dalle operations e dalle complessità della gestione del ciclo di vita VNF.

Con VMware NSX e SD-WAN, le organizzazioni possono supportare la business continuity con un accesso sicuro e affidabile per le applicazioni tradizionali e SaaS, inclusi VoIP, UCaaS, collaborazione e VDI, da fornitori come Microsoft, Zoom, Vonage, Ring Central, Windstream.

VMware SD-WAN ha recentemente rilasciato significativi miglioramenti per il routing e la sicurezza aziendale, l’analisi e la gestione, nonché miglioramenti specifici per la business continuity e il lavoro da casa.

Per aiutare le organizzazioni a potenziare rapidamente una forza lavoro digitale remota, VMware offre una soluzione completa con Secure VDI with NSX e offre la prova gratuita di VMware SD-WAN Work @Home, che fornisce hardware per l’utente finale e servizi in hosting per un massimo di 90 giorni per un massimo di 100 dipendenti utilizzando due pacchetti Work @Home.