Cinema e Serie TV

Baba Yaga – Incubo Nella Foresta Oscura, la recensione del Blu-ray


Baba Yaga – Incubo Nella Foresta Oscura
Genere
Horror/ Dark Fantasy
Durata
97 minuti
Formato
Blu-Ray
Risoluzione
1920x1080
Anno
2020

Con il tempo, il folklore dei diversi paesi si è innestato anche nella nostra cultura pop attraverso il rimaneggiamento dei racconti e dei loro protagonisti, adattati così per i nuovi media. Potremmo citare diversi esempi di ciò, benché forse i personaggi che popolano miti e leggende anche millenarie siano, il più delle volte, esseri spaventosi e orribili, scaturiti dalla fantasia popolare per incutere un sacro timore o spaventare i più piccoli. Tra queste creature d’orrore, una è stata riportata in auge in più occasioni per diventare protagonista (o meglio, antagonista) all’interno di film o fumetti: Baba Yaga. La strega del folklore slavo si è trasformata ed è evoluta in differenti modi: basti pensare alla Baba Yaga megera nemica giurata di Hellboy nei fumetti di Mike MignolaDi Baba Yaga si fa un accenno anche in John Wick, dove diventa una figura oscura e vendicativa di genere maschile assimilata al Bogeyman, e ora un’altra versione della strega arriva in Baba Yaga – Incubo Nella Foresta Oscura, film diretto da Svyatoslav Podgaevskii, che approda in versione home video nel Blu-Ray limited edition di Midnight Factory, costola horror di Koch Media. Una pellicola con derive più metaforiche a tinte dark che horror, ma innovativa a suo modo, in una edizione da collezione. Ecco la nostra recensione in merito.

Baba Yaga - Incubo Nella Foresta Oscura

Baba Yaga – Incubo Nella Foresta Oscura: la trama

Egor (Oleg Chugunov) ha perso la madre e il padre si è recentemente risposato: da quest’unione è nata la piccola Varia, ma nonostante il suo arrivo in famiglia sembri canalizzare le attenzioni degli adulti solo verso di lei, Egor sente di doverla proteggere esattamente come fosse una sorella naturale. Il padre Alexey (Aleksey Rozin) e Yuliya (Maryana Spivak), la compagna, sembrano non essere comunque molto inclini ad assecondare le bizze adolescenziali di Egor; ai litigi in casa, si aggiungono per il ragazzo anche i soprusi dei bulli a scuola e l’assenza di amicizie vere. Fino a quando Egor non incontra Dasha (Glafira Golubeva), una ragazzina solitaria che predilige la compagnia dell‘intelligenza artificiale Eva sul suo smartphone a quella degli altri bambini.

Baba Yaga - Incubo Nella Foresta Oscura

Intanto nella casa del ragazzo sta accadendo qualcosa di inquietante: i genitori hanno assunto una tata che si occupi di Varia, ma la donna dimostra atteggiamenti strani nei confronti della bambina e di Egor che mettono in allarme quest’ultimo. Fino alla scomparsa della piccola. Con la sua sparizione, anche gli oggetti che componevano la sua cameretta sembrano non essere mai esistiti e quando Egor allerta i genitori della scomparsa, questi non ricordano nulla dell’esistenza della bambina. Nel quartiere altri bambini iniziano a sparire, mentre gli adulti sembrano non avere alcuna memoria di essi, ma l’amiciza tra Egor e Dasha si rivelerà fondamentale per risolvere lo spaventoso mistero che li condurrà nelle oscurità della foresta che delimita l’abitato.

Come si presenta l’edizione fisica

Un fattore che di certo invoglia ad addentrarsi tra le fronde oscure e minacciose della foresta che ospita Baba Yaga, è la sovraccoperta del Blu-Ray. Qui è ritratta infatti una figura vermiglia, dalla presenza spaventosa, composta da innumerevoli fili rossi e intenta a reggere un neonato tra le braccia.  Estraendo invece la custodia rigida del disco, troviamo su ciascun lato due figure chiave del film che, poste agli esatti estremi della lotta tra bene e male, spianeranno o intralceranno il cammino dei protagonisti. All’interno, ci attende un piccolo booklet dal contenuto interessante: una breve analisi della figura di Baba Yaga, dalle origini del suo nome, passando per la storia che viene narrata su di lei nel folklore slavo, fino ad arrivare ai giorni nostri. La cultura odierna ha riscritto infatti Baba Yaga attraverso chiavi di lettura differenti che ne modificano anche gli atteggiamenti e l’aspetto fisico, all’interno di media che trovano posto in questa veloce ma puntualissima disamina presente nel booklet.

Il materiale fisico del Blu-Ray di Baba Yaga – Incubo Nella Foresta Oscura è allettante e impreziosisce il contenuto, tuttavia quest’ultimo non presenta ulteriori “chicche” al suo interno: facendo scorrere il menù principale, i contenuti extra contengono solo il trailer ufficiale del film. Sarebbe stato probabilmente molto interessante accedere a ulteriori materiali visivi attraverso i contenuti extra, come un’altra rapida analisi riguardo alla figura folkloristica di Baba Yaga o una panoramica sulla costruzione del film attraverso le parole dello stesso staff coinvolto. Gradita, comunque, la possibilità di scegliere non solo l’audio in italiano 5.1 DTS, ma anche il russo nello stesso formato, così da poter apprezzare il film nella sua lingua originale con l’opzione dei sottotitoli, sia in italiano che in inglese.

Baba Yaga - Incubo Nella Foresta Oscura

Il Blu-Ray distribuito da Koch Media in limited edition è comunque apprezzabile e mantiene la linea minimal adottata dal regista nella produzione dell’opera: non i soliti casermoni brutalisti e opprimenti del tipico ambiente urbano slavo visibile al cinema, ma ambientazioni elegantemente minimaliste e di design che fanno da sfondo a un film dalle tinte più dark fantasy che horror. I protagonisti di Baba Yaga – Incubo Nella Foresta Oscura sono infatti moderni Hansel e Gretel, lasciati a se stessi fino all’estremo per poi ritrovarsi nella fornace della strega. E proprio dal nuovo Gretel e Hansel di Oz Perkins sembra che il film Svyatoslav Podgaevskii prenda in prestito le atmosfere cupe e minimal, oltre che l’abbandono dei giovani protagonisti costretti a trovare da sè la propria salvezza, non senza prima essersi addentrati nella bocca spalancata del forno.

Cosa ci attende

Il risultato è un film che parla soprattutto ai più giovani, non solo nelle tematiche, ma anche nel modo in cui queste sono presentate. Il target è evidentemente quello teen: lo vediamo nel momento in cui confrontiamo le precedenti produzioni di Podgaevskii (The Bride o The Mermaid) con Baba Yaga, film che lascia da parte gli elementi più orrorifici in favore di atmosfere più dark fantasy. Gli elementi in gioco concorrono a rendere la pellicola di Svyatoslav Podgaevskii fruibile a un bacino di spettatori molto ampio, riuscendo a mantenere comunque alta la tensione grazie a una costruzione delle scene in cui la suspense fa da padrona. A ben guardare, sembra che il regista per il suo film sia stato fortemente ispirato dal dark fantasy sempre sull’orlo dell’horror di cui Guillermo Del Toro è stato maestro in questi anni. Un’opera apprezzabile da aggiungere alla propria collezione di Blu-Ray benché non sia propriamente horror, ma per la sua originalità e le sue derive dark.

Baba Yaga – Incubo Nella Foresta Oscura


Svyatoslav Podgaevskii torna con una pellicola che si rifà chiaramente a Hansel e Gretel, ai losers di Stephen King, alle atmosfere cupe e al limite dell'orrorifico di Guillermo Del Toro. Il suo Baba Yaga - Incubo Nella Foresta Oscura giunge quindi con note fortemente dark fantasy, attraverso il Blu-Ray in limited edition distribuito da Koch Media, nella cornice del progetto Midnight Factory. Un contenuto da aggiungere alla propria collezione, se non altro per la sua originalità e gli interessanti approfondimenti sulla figura di Baba Yaga, sebbene sarebbe stata apprezzata la presenza di maggiori contenuti extra all'interno del titolo.

Pro

  • Versione Blu-Ray dall'aspetto grafico allettante;
  • Booklet contenente un'analisi approfondita e interessante;
  • Possibilità di fruire del film in lingua originale (russo) con sottotitoli;
  • Pellicola dalle derive dark fantasy fruibile a un ampio bacino di spettatori

Contro

  • Mancanza di maggiori contenuti extra selezionabili dal menù del film