Libri e Fumetti

Birds of Prey, le origini delle eroine DC Comics

Qualche mese fa abbiamo potuto osservare al cinema il film Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn facente parte del DC Extended Universe. Apprezzato o meno (vi lasciamo alla nostra recensione) la pellicola si concentrava sul personaggio di Harley Quinn impersonato da Margot Robbie ed introduceva cinematograficamente le Birds of Prey, ma scopriamo insieme chi sono e la loro storia fumettistica.

Birds of Prey è il nome di una squadra di supereroine presente in diverse serie di fumetti americani, miniserie ed edizioni speciali pubblicate dalla DC Comics dal 1996 in poi. Inizialmente il team nacque come una collaborazione tra Black Canary (conosciuta in Italia come Canarino Nero nelle prime edizioni degli anni ’70 e ’80) e Barbara Gordon, figlia del fratello del più famoso James Gordon, ovvero il commissario di polizia di Gotham City, conosciuta inizialmente come Batgirl e rinominata dal 1989 al 2011 come Oracle (Oracolo), ma col tempo si è ampliato per includere ulteriori eroine. Il nome definitivo fu attribuito dal vice editore della DC Comics Frank Pittarese che intitolò il primo numero del fumetto uscito nel 1996 Black Canary/Oracle: Birds of Preyrealizzato da Charles “Chuck” Dixon e ideato da Jordan B. Gorfinkel.

Birds of Prey

Nonostante il titolo della serie, però, il nome non comparve mai nelle storie a fumetti se non nel numero 86 quando uno dei membri del gruppo, Zinda Blake, suggerì che Birds of Pray sarebbe potuto essere un nome appropriato per la squadra. Inizialmente gli altri membri non risposero positivamente al suo suggerimento, ma dopo un po’ Oracolo, divenuta la leader del team, decide di usarlo come nome ufficiale del gruppo durante una conversazione con Jaime Reyes, nonché il supereroe Blue Beetle.

Il progetto Birds of Prey non ha avuto vita facile fin dalla sua nascita. Infatti dopo Chuck Dixon il progetto fu seguito da Gail Simone che scrisse dal numero 56 al numero 108, dal 109 al 112 il testimone passò a Tony Bedard che, dopo una breve parentesi di Sean McKeever dal 113 al 117, riprese in mano il lavoro dal numero 118. Tra gli artisti e disegnatori che hanno dato un’importante mano d’aiuto alla diffusione delle Birds of Pray vi sono Butch Guice, Greg Land, Ed Benes e Joe Bennett. Menzione d’onore per Nicola Scott che realizzò il numero 100 e per lo scrittore Duane Swierczynski e l’artista Jesus Saiz che hanno ripreso in mano il progetto nel 2011.

Passando alla squadra di supereroine, esse hanno inizialmente avuto sede a Gotham City e poi successivamente si sono trasferite prima a Metropolis e poi nel 2008 a Platinum Flats, in California. Il gruppo è formato principalmente da Oracolo e Black Canary, mentre le altre eroine hanno fatto varie comparse per periodi più o meno lunghi, delle volte anche per una sola avventura. Dopo un breve allontanamento di Black Canary, abbiamo visto la comparsa di Cacciatrice/Huntress (Helena Bertinelli) nei panni di capogruppo insieme ad altri nuovi membri principali.

Dopo gli eventi di Flashpoint avvenuti nel 2011 e del rilancio della New 52 da parte di DC Comics, Oracolo cambia nome in Batgirl, ma resta ancora distaccata dal team. Inoltre, nonostante la squadra sia nata come un gruppo di supereroine, negli anni abbiamo potuto osservare degli alleati maschili come Nightwing, Wildcat, Savant e Creote, e addirittura durante il periodo crossover Brightest Day (dal 2010 al 2011) Dawn/Dove e Hank furono reclutati da Zinda Blake facendo diventare Hawk il primo membro maschile ufficiale delle Birds of Pray. Dopo un lungo periodo di pausa, dal 2016 grazie alla Rinascita DC, le supereroine sono state reintrodotte nell’universo DC Comics con il titolo Batgirl e le Birds of Prey con un team inizialmente composto da Batgirl, Black Canary e Cacciatrice (Huntress).

I personaggi principali e ricorrenti facenti parte delle Birds of Prey

Cercheremo di elencarvi i vari membri che hanno preso parte alle Birds of Prey in base alle loro comparse e alla loro importanza nei fumetti:

Personaggi principali

  • Oracolo / Batgirl (Barbara Gordon ): la leader del gruppo.
  • Black Canary (Dinah Laurel Lance): una dura, ma buona combattente maestra nelle arti marziali. Barbara e Dinah sono amiche intime, Barbara ha anche aiutato Dinah nei suoi periodi più bui della vita. È dotata di una superpotenza, ovvero un attacco ad ultrasuoni noto come Canary Cry. Lasciò la squadra nel numero 99 e tornò nel numero 1 della seconda rinascita.
  • Cacciatrice (Helena Bertinelli): si tratta di una ex mafiosa che è stata devastata in giovane età quando la sua famiglia è stata uccisa durante una faida tra clan mafiosi. L’eroina fu formata tecnicamente da sua cugina, molto abile nell’arte della violenza. Dopo la partenza di Black Canary, Cacciatrice divenne il comandante in campo della squadra. Fu anche la seconda eroina a chiamarsi Batgirl nella storia della DC Comics.
  • Lady Blackhawk (Zinda Blake): personaggio nato negli anni ’40, ma viaggiatore nel tempo. È una tiratrice esperta e ben addestrata nel controllo di vari tipi di armi da fuoco tanto da essere arruolata anche come aviatore e pilota dell’Aerie One e Two.
  • Manhunter (Kate Spencer): compare nel numero 100 dopo essere stata invitata da Oracolo per sostituire Black Canary. Rimase poi come membro principale, anche se più defilata.
Birds of Prey

Personaggi ricorrenti o comparsi sporadicamente

  • Big Barda (Barda Free): dea del pianeta Apokolips che fu membro delle Female Furies e in seguito pure della Justice League dato che è moglie di Mister Miracle (Scott Free). Comparve nel numero 112 delle Birds of Prey.
  • Black Alice (Lori Zechlin): una vera e propria antieroina che può prendere temporaneamente in presti i poteri di altri personaggi magici. Si pensa possa essere una parente di sangue di Misfit.
  • Blue Beetle (Ted Kord): ex Justice League con una cotta per Barbara Gordon. Compare molte volte come consigliere della stessa Batgirl, ma dopo la morte in Countdown to Infinite Crisis le Birds of Prey vanno a fare visita alla sua tomba nel cimitero di Valhalla nel numero 96 del fumetto.
  • Catwoman (Selina Kyle): ebbene sì, anche l’antieroina più famosa del mondo DC ha collaborato con il team in diverse operazioni tra cui la più importante che la vede protagonista nella miniserie Birds of Prey: Manhunt.
  • Cassandra Cain: figlia dell’assassino David Cain e Lady Shiva, fu anche la terza eroina a prendere il nome di Batgirl.
  • Condor (Benjamin Reyes): si tratta di un vigilante che da avversario delle Birds of Prey si è unito a loro in una storia del 2012.
  • Creote: un ex agente del KGB servitore devoto, amico e inizialmente segreto innamorato di Savant. In una storia del 2010 però, Barbara fece coming-out raccontando a Savant i sentimenti di Creote e i due in seguito divennero un unico elemento.
  • Dove/Colomba (Dawn Granger): è l’eroina della pace nonché ex membro dei Teen Titans e alleata di Hank Hall.
  • Gypsy (Cindy Reynolds): ex membro della Justice League Detroit, debutta nelle Birds of Pray nel numero 92 come agente per conto di Oracolo.
  • Hawk/Falco (Hank Hall): giovane violento e conservatore, tutto l’opposto di Colomba/Dove e avatar fisico della guerra. Fu il primo personaggio maschile ad unirsi alle Birds of Pray ufficialmente.
  • Hawkgirl (Kendra Saunders): comparve per la prima volta nel numero 104 delle Birds of Pray perché contattata da Oracolo per discutere dei Secret Sex. Quest’ultimo fu anche il motivo della sua comparsa costante come membro del team.
  • Ice (Tora Olafsdotter): una metaumana nordica con abilità legate al ghiaccio. Fu un ex membro della Justice League International che venne scoperto dalle Birds of Prey in Russia dopo che per anni era stata ritenuta morta.
  • Infinito (Infinity): debuttò nelle Birds of Prey nel numero 120 e fu descritta dalla stessa Oracolo come un nuovo agente nel numero 121. Non si conosce molto di lei, se non che si tratta di un personaggio immateriale che può leggere la memoria residua di un cadavere (si scopre nel numero 125).
  • Jade Canary (Sandra Wu-San): l’assassino più comunemente noto come Lady Shiva prese il posto di Dinah nella squadra nel volume Un anno dopo, definendosi Jade Canary. Si allontanò dal team dopo aver superato tutti gli obiettivi prefissati con Black Canary.
  • Josh: un agente che veniva contattato costantemente da Cacciatrice per ricevere informazioni.
  • Judomaster (Sonia Sato): fece la sua comparsa nel numero 100 dopo un invito ufficiale di Oracolo. Il personaggio fu poi approfondito da Geoff Johns su Justice Society of America.
  • Katana (Tatsu Yamashiro): comparve inizialmente per salvare Oracolo dal senatore Pullman, ma poi dopo che Oracolo divenne Batgirl chiese a Katana di diventare un membro delle Bird of Prey a tutti gli effetti.
  • Misfit (Charlotte Gage-Radcliffe): orfana dotata di poteri di teletrasporto, fa di tutto per entrare nelle Birds of Pray prima come Batgirl e poi come Misfit, ma questo infastidisce Oracolo. Dopo che quest’ultima scopre il dramma familiare e personale della ragazza, decide di invitarla ufficialmente nella squadra. In Birds of Prey vol. 2 numero 1 non la vediamo più come membro del team.
  • Nightwing (Dick Grayson): innamorato perso di Barbara Gordon, ebbero pure una storia d’amore travagliata. Dopo una breve apparente riconciliazione con tanto di proposta di matrimonio, il fidanzamento pare essere stato sospeso.
  • Poison Ivy (Dr. Pamela Isley, Ph.D.): celebre nemica di Batman, è stata reclutata nella squadra da Black Canary all’inizio della serie New 52. La decisione non piacque agli altri membri e si scoprì che il suo ingresso fu solo un modo per manipolarle mentalmente.
  • Power Girl (Karen Starr / Kara Zor-L): è stato il primo membro operativo di Oracolo prima dell’ingresso di Black Canary. Ha lavorato con Oracolo anche in momenti successivi, ma i due hanno una relazione molto tesa a causa di grave errore commesso da Power Girl durante la collaborazione con le Bird of Prey. Recenemtemente è stata invitata a tornare nel team nel numero 100, ma ha dichiarato che lo avrebbe fatto “quando l’inferno si blocca”.
  • Savant (Brian Durlin): erede viziato di un’enorme fortuna che decide di trasferirsi a Gotham per diventare un vigilante. Dopo aver rapito e torturato brutalmente Black Canary, fu sconfitto dalle Birds of Prey. A sorpresa, anni dopo, Oracolo decide di riabilitarlo ed inserirlo nella squadra, principalmente al fine di conservare i suoi file su centinaia di criminali reali.
  • Secret Six: dopo una breve apparizione iniziale, i membri dei Secret Six sono comparsi ripetutamente in varie storie di Birds of Prey. La squadra composta da Catman, Deadshot, Rag Doll, Scandal Savage, Knockout e Harley Quinn ha sempre agito come una sorta di costola delle Prey.
  • Strix (Mary Turner): è una ex Talon – un membro della Corte dei Gufi, nonché un ordine clandestino di assassini con sede a Gotham City – che apparve per la prima volta nella serie Batgirl nel 2012.
  • Spy Smasher (Katarina Armstrong): si tratta di una vecchia rivale universitaria di Oracolo che ha cercato per anni di rubare il posto di Barbara nel team. Fu introdotta nelle Birds of Prey nel 2011 all’inizio del volume 2, ma poi la tradì per entrare nella squadra con Mr. Freeze.
  • Vixen (Mari Jiwe McCabe): ex membro della Justice League e della Suicide Squad nata in Africa e arruolata da Oracolo per accompagnare Cacciatrice in una missione molto particolare nel Pacifico Nord-occidentale.
  • Wildcat (Ted Grant): ex pugile professionista e attuale membro della Justice Society, è diventato famoso per essere stato mentore ed aiutante di Dinah.

La storia editoriale

Dopo la nascita nel 1996 per mano di Chuck Dixon e Jordan B. Gorfinkelm, nel 2003 Gail Simone prese in mano la serie e fu l’anno in cui si aggiunse la Cacciatrice al team. Nel suo primo arco narrativo che prese il titolo di Of Like Minds, Simone fece entrare Black Canary in una trappola escogitata da Savant e dal suo assistente Creote. I due iniziarono a torturare l’eroina arrivando ad elencare delle richieste alle Birds of Prey affinché potessero liberarla.

La domanda più importante fu di rivelargli la vera identità di Batman, ma dopo poco intervenne Cacciatrice che riuscì a salvare la compagna in difficoltà. Cacciatrice e Oracolo, invece, si incontrano di persona per la prima volta quando la leader del gruppo venne salvata dalla nuova eroina durante la storia dal titolo Sensei & Student. La nuova eroina diventa progressivamente un elemento fondamentale per le Birds of Prey tanto da diventare un’ottima amica di Black Canary con tanto di storia dedicata proprio all’amicizia dal titolo Hero Hunter. Purtroppo, però, nella fase finale della storia Cacciatrice si rende conto che Oracolo l’ha manipolata psicologicamente per farle emergere il lato più giusto e buono e, nonostante il rimorso di Oracolo per le sue azione, Cacciatrice abbandona temporaneamente la squadra per poi rientrarci tempo dopo insieme a Lady Blackhawk.

Birds of Prey

Gail Simone sconvolse il team nei numeri 99 e 100 di Birds of Prey: Black Canary abbandonò la squadra e introdusse Big Barda, la pacifista Judomaster, Misfit e la nuova Spy Smasher come una sorta di anti-eroina molto simile a Jack Bauer e Lois Laine. Purtroppo, però, dopo qualche anno Simone lasciò la produzione di Birds of Prey per passare a Wonder Woman e prese il suo posto Sean McKeever che scrisse le nuove storie dal numero 113 al numero 117 in cui introdusse la nuova reincarnazione cattiva di Blackhawk conosciuta come Killer Shark che iniziò uno scontro con l’ex Blackhawk Zinda Blake per introdurre la nuova ambientazione di Platinum Flats. Nel febbraio del 2009 la serie fu cancellata dalla DC per far spazio alla miniserie Oracle: The Cure che ebbe inizio già dal marzo dello stesso anno.

Birds of Prey

L’anno successivo, esattamente il 13 gennaio 2010, DC Comics annunciò il ritorno del brand Birds of Prey con il filone narrativo conosciuto come Brightest Day. Gail Simone, dopo il tormentato addio, ritornò a scrivere le storie insieme all’artista Ed Benes e qui troviamo l’introduzione nella squadra di Hawk e Dove con, appunto, il primo membro maschile in una squadra di sole eroine. Qualche mese dopo il brand fu nuovamente cancellato per far spazio al rilancio di Flashpoint, ma due mesi prima della cancellazione Simone pubblicò il numero 13 di Birds of Prey. A luglio si chiuse l’arco narrativo iniziato da Simone grazie allo scrittore Marc Andeyko e all’artista Billy Tucci che introdussero nuovamente l’originale Black Canary e Phantom Lady con la comparsa di Manhunter, un ex membro delle Birds of Prey creato proprio da Andreyko.

Birds of Prey

Più recentemente c’è stato un altro rilancio della serie da parte di DC Comics grazie alla New 52. Il primo settembre 2011, infatti, Birds of Prey ritornò in fumetteria con una nuova serie che vedeva la comparsa di personaggi già noti, ma provenienti da universi narrativi differenti. Lo scrittore Duane Swierczynski sostituì Andreyko e Jesuz Saiz prese il posto di Tucci. Questa volta accadde una cosa incredibile dal punto di vista narrativo: Poison Ivy, una delle nemiche di Batman più celebri, si unì alle Birds of Prey, La storia ha inizio quando Barbara riesce a riacquisire l’uso delle gambe dopo gli eventi di Flashpoint e dell’attacco del Joker.

Nella squadra quindi vengono reclutate Katana, Starling e Poison Ivy per combattere contro alcuni criminali. Dopo il numero 12 in cui Poison Ivy entra ufficialmente nella squadra, quest’ultima cambia nuovamente con Katana che prende spazio in una storia solista in cui aiuta la Justice League. Da quel momento entrano in gioco altri personaggi come Condor e un ex assassina Talon della Corte dei Gufi, Mary Turner. Quest’ultima viene introdotta nel numero 1 di Batgirl dopo essere liberata da Catwoman dal penitenziario di Blackgate. A quel punto Batgirl, nonché Oracolo con il nome originale, decide di inserirla nella squadra al posto di Katana dandole il nome in codice di Strix. Da quel momento la storia proseguì con la scrittrice Christy Marx.

Birds of Prey

L’ultimo step della tormentata storia si ebbe nel 2016 con la Rinascita DC (DC Rebirth). Da quel momento le Birds of Prey hanno un nuovo titolo ovvero Batgirl e le Birds of Prey. La Cacciatrice è a conoscenza delle identità segrete di Batgirl e Black Canary, ma loro non sembrano esserne consapevoli. Le tre donne formano un’alleanza inquieta per sconfiggere i nemici comuni e in particolare cercano di trovare un altro cattivo che sta usando il nome Oracolo. Nel numero 4, però, scopriamo finalmente le origini di Cacciatrice e perché sta combattendo contro alcune famiglie mafiose.

Storicamente il filone narrativo legato alle Birds of Prey non è mai stato incredibilmente fortunato, ma ha rappresentato certamente una voglia di cambiamento e di innovazione da parte della DC Comics. Le storie hanno introdotto tanti nuovi temi particolari come l’eroismo femminile e l’omosessualità di alcuni personaggi, ma i continui cambiamenti narrativi e le varie cancellazioni hanno portato un progressivo allontanamento da parte del pubblico. Si spera che adesso grazie alla Rinascita DC e al film recentemente uscito possa avere il giusto successo che si merita.

Non avete visto Birds of Prey e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn o vorreste avere la versione Home Video? Ecco a voi la versione Blu-Ray del film in vendita su Amazon.