Cinema e Serie TV

Black Widow: la regista parla di un film su Red Guardian

Black Widow è il nuovo cinecomic Marvel a essere apparso sul grande schermo nel 2021, dopo una lunghissima pausa dovuta all’emergenza sanitaria mondiale. Incentrato sul personaggio di Natasha Romanoff, nuovamente interpretato da Scarlett Johansson, il film è finalmente disponibile dallo scorso 7 luglio 2021 nelle sale e dal 9 luglio sul catalogo streaming di Disney+. Il film è ambientato prima degli eventi di Avengers: Endgame (qui a prezzo speciale), spiegandoci vari retroscena sul personaggio di Vedova Nera e innestando nell’MCU anche alcuni personaggi nuovi di zecca. Tra questi, spicca il carismatico Red Guardian interpretato da David Harbour.

red guardian

Nel corso di un’intervista con il portale The Wrap (qui la notizia originale) la regista Cate Shortland ha confermato che amerebbe poter vedere un giorno un film incentrato proprio sul personaggio di Harbor. La cineasta ha infatti spiegato che sul set spesso e volentieri arrivava a ridere fino alle lacrime, sebbene un gran numero di scene dedicate a Red Guardian sarebbero state purtroppo tagliate dal montaggio finale. Shortland sa inoltre molto bene che il pubblico e i fan vorrebbero vedere nuovamente il Guardiano Rosso in azione, visto che considerato che Marvel Studios è sempre molto attenta a sfruttare a dovere i sui personaggi più carismatici. Al momento non vi sono tuttavia piani ufficiali per far tornare Red Guardian in azione, né in un film della Fase 4 né tantomeno in una serie TV.

Vero nome Alexi Shostakov, il personaggio è di fatto la seconda versione del Guardiano Rosso ad essere apparsa nei fumetti Marvel, più precisamente nel 1967. Nato per essere una vera e propria controparte russa di Captain America, Red Guardian appare vestito di rosso e con una vistosa stella sovietica di colore bianco nel centro del petto, essendo di base un soldato addestrato a prendere parte a missioni ad alto tasso di pericolosità. Assieme a Harbor, nel cast di Black Widow troviamo anche Florence Pugh, O. T. Fagbenle, William Hurt, Ray Winstone e Rachel Weisz.