Parchi divertimento

Dubai: alla scoperta dei suoi parchi tematici

Dubai è una città famosa in tutto il mondo per il suo stile ultramoderno dominato da grattacieli enormi, nonché per le sue penisole artificiali e lo sfarzo a dir poco esagerato. In una città così poliedrica, per tanto tempo il settore dei parchi a tema è stato decisamente sottosviluppato rispetto a tutte le altri parti del mondo. Nell’arco degli ultimi cinque anni questa situazione è profondamente mutata.

Gli Emirati Arabi Uniti sono un paese decisamente poco abitato. Questo è un problema per lo sviluppo del settore parchi a tema, i quali necessitano del bacino d’utenza più grande possibile. In tempi recenti, Dubai ha visto un importante e costante incremento delle presenze turistiche. Questo ha posto le basi affinché il settore dei parchi a tema potesse svilupparsi, sulla falsariga di quanto fatto nella vicina Abu Dhabi con Yas Waterworld, Warner Bros. Movie World e Ferrari World.

In questo articolo andremo ad analizzare quali sono i parchi tematici di Dubai, discutendo in particolare per ognuno i pregi ed i difetti. Al contrario di strutture europee ed americane con alle spalle decine d’anni, il settore in città ha avuto un exploit negli ultimi cinque anni lanciando le strutture ad ambire ad entrare nella classifica dei migliori parchi divertimento al mondo.

I parchi tematici

Sono tutti di recente costruzione. Aperti  quasi in contemporanea nel 2016. Motiongate, Bollywood e Legoland si trovano uno di fianco l’altro all’interno del complesso Dubai Parks and Resorts. I primi due fanno capo al gruppo Parques Reunidos, l’ultimo al gruppo Merlin Entertainment.

A questi tre parchi tematici si aggiunge il parco acquatico lego, una zona dedicata allo shopping ed alla ristorazione chiamata Riverland Dubai ed il bellissimo hotel Lapita.

Legoland Dubai

Ingresso del parco

I famosi mattoncini LEGO sono arrivati a Dubai il 31 Ottobre 2016. Al mondo esistono nove parchi Legoland, in Europa il miglior esempio è costituito da Legoland Billund, il primo. Quello storico. Nel tempo l’idea vincente ha raggiunto ogni angolo del globo. Il parco di Dubai è diviso in cinque aree tematiche: Lego City, Factory, Kingdoms, Imagination ed Adventure. Rispetto ai suoi omologhi, questo è quello meno entusiasmante, in quanto benché ricco di attrazioni, a differenza degli altri, è stato pensato per il target dei bambini fino a 12 anni, il che costituisce una grossa limitazione per quanto riguarda il pubblico potenziale. E’ bene tenere presente questo aspetto. Se si entra a Legoland Dubai lo si dovrebbe fare solo per i bambini, perché per un pubblico adulto l’offerta è sostanzialmente inesistente, limitata a due sole dark ride di qualità sufficiente. Dunque qualora si abbiano pochi giorni a disposizione è consigliabile optare per altre mete, molto più appetibili per tutta la famiglia. A maggior ragione per un visitatore europeo che può contare sulla stessa tipologia di parco in location ben più facilmente raggiungibili.

Bollywood

Ingresso del parco

È un parco a tema cinematografico molto particolare.

In Europa siamo abituati al cinema secondo il modello (principalmente culturale) di tipo occidentale. I prodotti asiatici, a parte qualche eccezione cinese o giapponese, non arrivano per ovvi motivi sul nostro mercato.

Bollywood prende il nome esattamente dalla controparte Indiana di Hollywood.

Questo significa che ogni attrazione e spettacolo in questo parco è profondamente ispirata al mercato cinematografico orientale, il che per un turista occidentale è un radicale cambio del punto di vista. Questo è il motivo principale per cui tra tutti i parchi tematici presenti a Dubai questo è il più interessante considerando ogni aspetto, essendo pieno di attrazioni e spettacoli che altrove non si trovano completamente.

Dal punto di vista scenografico Bollywood è un parco spettacolare, con una qualità delle realizzazioni mediamente superiore al vicino Motiongate. Un esempio su tutti, il più eclatante, un enorme teatro liberamente ispirato al celebre monumento indiano Taj Mahal.

Teatro principale

Per quanto riguarda l’offerta del parco, questo è suddiviso in cinque aree tematiche: Royal Plaza, Bollywood Boulevard, Mumbai Chowk, Rustic Ravine e Bollywood Film Studio featuring Hall of Heroes (area di un parco a tema con il nome più lungo del mondo). Tutte quante molto curate ed originali.

Considerata la presenza dell’adiacente Motiongate, molto focalizzato sulle attrazioni meccaniche dei tipi più svariati, Bollywood si distingue profondamente, essendo privo di montagne russe. Al suo interno troviamo piuttosto solo quasi ed esclusivamente simulatori e cinema 4D nelle forme più diverse, dai modelli classici, al cinema dinamico fino ad un flying theater, ognuno dei quali propone una storia trasposta o ispirata a dei grandi classici -a noi sconosciuti- quali Lagaan, Sholay, Dabangg Krrish e Don: The Chase.

Mappa del parco

La parte più consistente dell’offerta resta comunque incentrata sugli spettacoli d’alto livello. Al momento ne vanno in scena dieci al giorno tra quelli all’aperto e nei teatri al chiuso. Risultano particolarmente gradevoli in particolare per quanto riguarda i costumi e gli stili di danza diametralmente opposti a quelli nostrani.

Motiongate

Ingresso del parco

E’ il parco più grande tra quelli del complesso Dubai Parks and resorts. Come per Bollywood, anche qui si tratta di cinema, ma in modo del tutto differente, abbracciando a pieno la cultura occidentale. La struttura infatti è totalmente basata su svariati franchise cinematografici americani separati in modo netto in cinque aree tematiche: Studio Central, Columbia Pictures, il villaggio dei Puffi, Lionsgate e DreamWorks, ognuna delle quali ospita attrazioni dei film più famosi delle rispettive compagnie coinvolte.

  • Studio Central è l’area d’ingresso, comunemente chiamata main street (nell’ambito dei parchi a tema). Non presenta attrazioni, ma come quasi tutti i parchi soltanto servizi, ristoranti e negozi. Termina sulla piazza centrale, hub del parco, dal quale è possibile raggiungere agevolmente l’area di interesse.
Piazza Studio Central
  • Il villaggio dei Puffi è prettamente dedicato ai bambini. Le attrazioni principali sono una dark ride sui Puffi ed un playground.
  • Columbia Pictures ospita due dark ride (di tipo trackless), una dedicata al famoso film d’animazione Hotel Transylvania e l’altra di tipo interattivo basata su Ghostbusters. L’altre attrazioni principali sono un river rapids (tipologia illustrata nell’apposita guida) a tema Piovono Polpette, il cinema 4D a tema Underworld ed una montagna russa familiare senza inversioni ispirata al poco conosciuto Green Hornet.
Esterno dark ride Hotel Transylvania
  • Lionsgate è un’area molto interessante, dedicata alla saga di Hunger Games. Non esistono altri parchi al mondo con questo tema. Offre due attrazioni. Il simulatore Panem Aerial Tour e l’unico coaster adrenalinico del parco: Capitol Bullet Train, un coaster lanciato non particolarmente entusiasmante rispetto a modelli simili presenti in Europa.
Area Hunger Games
  • DreamWorks è la vera sorpresa. L’area migliore del parco. Si tratta di un’enorme struttura al chiuso di 40.000 mq con al suo interno ben 12 attrazioni suddivise in quattro differenti sottosezioni completamente separate: Shrek, Madagascar, Kung Fu Panda e Dragon Trainer. Ognuna di esse presenta diverse flat ride per bambini ed un’attrazione principale. Troviamo rispettivamente: la dark ride trackless classica su Shrek, il roller coaster lanciato di tipo familiare Madagascar Mad Pursuit!, il simulatore Kung Fu Panda: Unstoppable Awesomeness e Dragon Gliders.
Ingresso area DreamWorks

Quest’ultima è una suspended powered dark ride, che fa uso sia di scenografie che di proiezioni per trasportare i visitatori nel mondo dei draghi e dei vichinghi, esattamente secondo quanto visto nei film della saga. Non manca il famoso drago Furia Buia e troviamo anche un passaggio particolarmente spettacolare sopra il villaggio nell’isola di Berk. In definitiva, quest’attrazione si posiziona tranquillamente al primo posto come la migliore presente all’interno del parco.

Pregi e difetti del parco

Nel complesso emerge un quadro molto positivo. In particolare merita di essere sottolineata la particolare cura nelle scenografie esterne presenti in giro per il parco, cominciando dalla spettacolarità del sontuoso ingresso, od ancora l’intera zona Lionsgate, molto credibile, ed il villaggio dei Puffi. Tutte zone che lasciano davvero sorpresi.

Stesso discorso per l’area indoor DreamWorks. E’ raro trovare una zona al chiuso così grande progettata particolarmente bene in fatto di disposizione urbanistica. Il difetto di molte strutture indoor è quello di non avere un’adeguata separazione tra le aree, rovinando un po’ la magia e l’atmosfera in generale. A Motiongate si constata con piacere che questo non accade.

Mappa del parco

Il parco purtroppo non è esente da difetti. A fronte di una tematizzazione molto spesso ben riuscita, emerge un grande problema comune a tantissimi parchi costruiti da zero. Le attrazioni scelte sono tutte di tipo base. Nulla di particolare che non si trovi altrove. Il classico standard di fabbrica, il che si traduce anche nella brevità di roller coaster e dark ride. Una scelta adatta per gli abitanti locali, ma non apprezzabile da un turista occidentale abituato ad essere costantemente stupito da progetti sempre più ambiziosi. Questo si è riflesso pesantemente sui conti della struttura, per nulla soddisfacenti. Insomma, il riscontro da parte del pubblico non è stato quello sperato, in particolare per il numero ridotto di turisti. Anche il fattore raggiungibilità problematica ha avuto certamente un ruolo, ma di questo aspetto parleremo successivamente.

IMG Worlds of Adventure

Panoramica della struttura

È un parco tematico interamente indoor. Si sviluppa dentro una struttura di 120.000 mq, dei quali una piccolissima parte occupata da una multisala con 12 schermi, IMAX laser incluso.

E’ suddiviso in quattro aree tematiche: IMG Boulevard, Cartoon Network, Lost Valley  e Marvel.

  • IMG Boulevard oltre agli immancabili negozi e ristoranti ospita l’horror house Haunted Hotel
  • Cartoon Network offre cinque attrazioni brandizzate con personaggi famosi, quali Ben 10, Le Superchicche e Gumball al quale è dedicata una dark ride interattiva
  • Marvel è interamente dedicata ai personaggi più celebri della società. In particolare troviamo il simulatore d’alto livello Avengers Battle of Ultron, il cinema Hulk Epsilon Base 3D, lo spinning coaster dedicato a Spider-Man e due flat ride.
  • Lost Valley è l’area con l’offerta più ampia di tutte, dedicata ai dinosauri e ad alto tasso di adrenalina. Qui troviamo infatti il launched coaster prodotto dalla Mack Rides Velociraptor. Un percorso da 1 km con velocità 0-100 km/h raggiunta in 2,5 secondi. A causa della sua lunghezza, benché la stazione si trovi al chiuso, il percorso si sviluppa interamente all’esterno. Invece l’altra montagna russa: Predator, un compatto della Gerstlauer con tre inversioni e discesa principale super inclinata a 97° si sviluppa completamente all’interno della struttura.  Sempre nella medesima area troviamo il grande playground per bambini Adventure FortressForbidden Territory: una multi-motion dark ride (dark ride con vetture che si muovono su se stesse) molto ben tematizzata.
Lost Valley

Questo parco è stato citato per completezza, tuttavia è di qualità inferiore rispetto ai già analizzati Motiongate e Bollywood. Non per le attrazioni in sé, piuttosto per il numero esiguo delle stesse. Ne troviamo infatti 15, delle quali le principali sono solo 9. Il tutto ad un prezzo a dir poco spropositato: € 75 al giorno, per un parco che comunque si gira in poche ore. A titolo di confronto, per accedere ai parchi del gruppo Dubai Parks and Resorts, con soli € 150 si può fare l’abbonamento a tutti i parchi, Legoland incluso, valido tutto l’anno.

Risulta quindi chiaro che dovendo scegliere, recarsi ad IMG Worlds of Adventure non è consigliato.

Considerazioni sulla raggiungibilità

Un fattore da tenere presente in fase di organizzazione è che i parchi tematici di Dubai non sono facilmente raggiungibili. Vi sono difficoltà con il trasporto pubblico. Si può dire che in un caso non esista proprio, il che è un pesantissimo punto a sfavore, a maggior ragione se teniamo presente che Dubai ha una sua rete metropolitana sufficiente per un normale giro turistico della città. Si potrebbe optare per un taxi, ma volendoli visitare tutti, o comunque più di uno, non c’è per nulla convenienza. Dunque noleggiare una macchina diventa indispensabile. Peraltro il parcheggio nei parchi non si paga.

Nel caso di IMG World, questo si trova in pieno deserto a 30 km dalla zona centrale di Dubai. Discorso quasi identico per Motiongate, Bollywood e Legoland. Anch’essi distano intorno ai 30 km dal centro della città, ma almeno sono raggiungibili mediante la combinazione metropolitana più bus (che effettua 13 corse al giorno). Può andar via anche un’ora per questo spostamento. Se si visitano i parchi per più giorni, non è consigliabile, tuttavia se si soggiorna sul posto, presso l’hotel Lapita, allora è decisamente fattibile, ed in questo caso il mezzo privato non è necessario.


Concludendo, come si evince dalle considerazioni sopra esposte, qualora non si abbia abbastanza tempo per vedere tutto e si volesse scegliere un solo parco, la scelta dovrebbe ricadere su Bollywood. Immediatamente dopo, Motiongate. A seconda dell’affluenza e degli orari d’apertura, non è da escludere che si riescano a vedere entrambi (quantomeno in modo sommario) in un solo giorno. Opzione che sconsigliamo, anche in virtù dell’esistenza di biglietti cumulativi per più giorni a prezzi decisamente vantaggiosi, attualmente € 130 per due giorni, mentre con € 150 è possibile acquistare l‘abbonamento valido 12 mesi per tutti i parchi del gruppo.

Infine se ci si trova a Dubai, ma si vorrebbero visitare i parchi di Abu Dhabi (trattati in questo articolo), è possibile spostarsi tra le due città tramite bus in soli 90 minuti al costo di pochi euro. Si potrebbe tranquillamente effettuare andata e ritorno in giornata.


Tra i film Lionsgate più famosi troviamo Hunger Games, della quale proponiamo il cofanetto Blu-ray della saga completa.