Libri e Fumetti

Evangelion for Dummy, la recensione del “dietro le quinte” di Neon Genesis Evangelion


Evangelion for Dummy
Genere
Saggistica
Formato
Brossura
Autore
Cristiano Brignola e Francesco Tedeschi
Editore
Dynit Manga

Neon Genesis Evangelion è uno degli uno degli anime più acclamati, premiati e influenti di tutti i tempi ed è caratterizzato dalla presenza di numerosi riferimenti religiosi cabalistici, ebraici e biblici, e da una profonda introspezione psicologica dei personaggi, che viene portata avanti tramite diversi monologhi interiori dei protagonisti. Da molti è considerato anche uno degli anime più appassionanti, coinvolgenti e allo stesso disturbanti che siano mai stati realizzati. In Italia arrivò per la prima volta nel 2001 come prodotto di punta della storica rubrica Anime Night di MTV e la prima volta il pubblico rimase un po’ interdetto sul prodotto perché non riuscì a capire dove volesse arrivare e si domandò se fosse un altro prodotto animato incentrato sui robottoni.

Evangelion for Dummy

Evangelion for Dummy: il dietro le quinte di Neon Genesis Evangelion

In realtà Neon Genesis Evangelion si dimostrò un prodotto molto più profondo di quanto ci si aspettasse e chi l’ha visto attentamente avrà vissuto anche momenti di confusione totale durante le famose scene che vedevano la presenza di elementi come Lilith, Camera del Guf, Lancia di Longinus e tanti altri. Per anni gli amanti dell’opera hanno creduto che Neon Genesis Evangelion fosse fortemente depressiva e contenente un messaggio di fondo pessimista impersonato dai piloti di Eva. In realtà si sono sempre sbagliati e questa opera oggetto di recensione proverà a farvi cambiare idea.

Evangelion for Dummy

Stiamo parlando di Evangelion for Dummy, un saggio tutto italiano edito da Dynit Manga e realizzato da Cristiano Brignola e Francesco Tedeschi. Il primo è un noto sceneggiatore di fumetti e di opere televisive in particolar modo con i Manetti Bros, mentre il secondo è editor di fumetti conosciuto soprattutto per Il Posto TranquilloDylan Dog Color Fest #11. Insieme hanno deciso di unire le forze e di analizzare alcuni retroscena dell’enigmatico autore e regista di Evangelion Hideaki Anno. Quest’ultimo è stato in grado di creare un prodotto talmente stratificato e ricco di dettagli e di retroscena da essere quasi impossibile da comprendere in una sola e rapida visione, per questo ci sono Brignola e Tedeschi che hanno realizzato questa importante analisi.

Evangelion for Dummy

Evangelion for Dummy è un saggio di approfondimento strutturato da una prima parte che inizia con un’analisi dei singoli episodi della serie più il film con tanto di sinossi e di punti salienti. Poi va avanti con la trama generale che viene ripercorsa non in ordine di episodi, ma in ordine cronologico per descrivere al lettore tutti gli intrecci narrativi e il perché della presenza di alcuni personaggi. La seconda metà del saggio, invece, descrive in maniera molto approfondita il misticismo, la teologia e la magia presenti in ogni singolo episodio di Evangelion.

In questa parte vi è un riferimento molto importante alla Cabala con numerose citazioni alla tematica religiosa che questa rappresenta. Infine il saggio si chiude con delle domande che, nonostante tutto, neanche i due autori sono riusciti a risolvere e che pongono al lettore con la speranza che quest’ultimo possa dare delle esaustive risposte aiutandoli a completare il puzzle.

Evangelion for Dummy

Il saggio di Brignola e Tedeschi è incredibilmente dettagliato ed è talmente ben studiato da portare il lettore (me in primis) a riguardare attentamente alcune scene della serie anime che non ricordavano o a cui non avevano prestato particolare interesse pensando che non fossero così rilevanti al fine della trama generale. Nel corso degli anni sono state fatte varie ipotesi e analisi più o meno complete riguardanti Evangelion, ma sono poche ad avere una mole contenutistica così ricca, precisa e ben argomentata.

Analisi dettagliata e chiara, ma anche estremamente divertente

Il lavoro compiuto dagli autori nell’analizzare attentamente ogni singolo frame di ogni episodio di Neon Genesis Evangelion è tanto inimmaginabile quanto encomiabile. Si nota davvero la passione da parte di Brignola e Tedeschi di mostrare con semplicità e minuzia di particolari le loro teorie e di renderle il più oggettive possibili. Nonostante ciò, lo stile narrativo non è accademico e noioso, anzi tutt’altro essendo molto ironico e non prendendosi mai sul serio. Questo rende la lettura estremamente coinvolgente e permette anche ai novizi di Evangelion di captare alcuni dettagli che indubbiamente avranno voglia di osservare tramite la serie che saranno ancora più spinti ad iniziare a vedere.

Evangelion for Dummy

A tal proposito i due autori cercano di sottolineare i concetti chiave più importanti tramite ripetizioni o intere frasi in grassetto così che il concetto possa restare impresso nella mente di chi legge l’opera. Evangelion for Dummy non è un saggio che vuole prendere in giro gli amanti di Neon Genesis Evangelion che non hanno davvero compreso appieno l’anime, anzi vuole essere un modo per tenerli per mano e accompagnarli nei meandri di segreti e misteri spiegati da altrettanti due amanti dell’opera d’animazione che hanno semplicemente voluto esternare i loro studi.

La visione dell’opera è comunque obbligatoria sia che voi l’abbiate già vista, anche più volte, sia soprattutto se voi non sappiate minimamente di cosa si sta parlando e cosa siano gli Angeli e Neo Tokyo-3. Verso la fine della prima metà del libro, gli autori arrivano a formulare ipotesi spiegate con grande chiarezza per rafforzare le loro teorie, ma che si basano su parole e scene ben precise dell’anime riuscendo a ricostruire e fornire una precisa e funzionale chiave di lettura di Neon Genesis Evangelion. La maggior parte di queste teorie vi porterà, inesorabilmente, a riprendere il preciso episodio e il relativo minutaggio e stare anche interi minuti a guardare i dettagli di ogni singolo frame. Vi renderete conto che Brignola e Tedeschi hanno ragione su tutto.

Evangelion for Dummy

Indubbiamente, dopo un lavoro così minuzioso che sicuramente non ha richiesto poco tempo nella ricerca di dettagli e conseguenti analisi, non sta a noi dire se le conclusioni raggiunte da Cristiano Brignola e Francesco Tedeschi siano corrette o meno dato che la verità generale la conosce solo il diabolico Hideaki Anno. Possiamo però dire che il loro discorso è ben argomentato, preciso e dettagliato soprattutto quando tocca argomenti delicati e profondi come la religione e il misticismo. In quest’ultimo caso può capitare di rileggere nuovamente il passo per comprendere meglio l’argomento, magari guardando contemporaneamente l’episodio o gli episodi cardine dell’argomento trattato.

Conclusioni

Evangelion for Dummy è un saggio incredibile che racconta alcuni tra i più importanti retroscena di Neon Genesis Evangelion in maniera chiara e dettagliata. Ci sono solo pochi punti un po’ complessi e confusionari, ma nulla che rovina la comprensione generale dell’opera. Inoltre gli autori hanno deciso di soffermarsi sull’anime e sul film, ma hanno preso spunti anche dal videogioco per PlayStation 2 Neon Genesis Evengelion 2 e da fandom online per coprire appieno tutte le fonti principali e rafforzare le loro teorie. Insomma, non possiamo che consigliare la lettura di questa opera ai fan di Neon Genesis Evangelion sia a coloro i quali volessero approcciarsi all’anime, ma cercano qualcosa che li spinga maggiormente a farlo.

Evangelion for Dummy


Evangelion for Dummy è un'analisi minuziosa, chiara, precisa e ironica dell'anime e del film di Neon Genesis Evangelion. Lo stile ironico rende la lettura coinvolgente e intrigante e non sbeffeggia mai il lettore, anzi lo incuriosisce ad osservare meglio i dettagli descritti e presenti nei diversi episodi dell'opera d'animazione. I ragionamenti effettuati dai due autori sono sempre precisi e ben argomentati, raramente confusi, ma sempre in linea con la complessità dell'argomento che cercando di ammorbidire il più possibile.

Pro

  • Analisi precisa, chiara e dettagliata
  • Stile narrativo pregno di ironia, ma mai beffarda
  • È così coinvolgente da obbligare a (ri)vedere la serie animata e il film

Contro

  • Alcune spiegazioni potrebbero richiedere più letture per essere comprese al meglio