Giochi in scatola

I migliori giochi da tavolo per due persone

UPDATE Agosto 2020

Riprendiamo l’articolo presentato ad aprile scorso, in occasione del lockdown, sui migliori giochi da tavolo per due persone. In questo aggiornamento aggiungiamo un titolo al nostro elenco: Jaipur.

In questi giorni molti di noi sono alla ricerca di nuovi stimoli che possano farci passare un po’ di tempo in relax. Il gioco da tavolo è sicuramente un’alternativa interessante, divertente e stimolante, ma spesso i prodotti sono progettati per gruppi di persone e non per un ambito più ridotto. Presentiamo in questo articolo una lista dei migliori giochi da tavolo per due persone, cercando di spaziare in termini di genere ed impegno, al fine di fornire proposte adatte un po’ a tutti.

Giochi da tavolo per due persone

Abbiamo selezionato i giochi in base a diverse considerazioni: in primis abbiamo escluso giochi di carte collezionabili (KeyForge, Magic, ecc…); non tanto perché non li riteniamo dei buoni giochi, ma perché completano la loro esperienza ed il divertimento in un ambito più ampio (collezionismo, ritrovi, tornei, ecc…) che non si adattano allo scopo di questa lista. In continuità abbiamo escluso giochi particolarmente costosi, tipicamente rivolti a giocatori esperti o fan.

In ultimo abbiamo escluso tutti quei giochi che sono fuori produzione nel nostro paese (quindi introvabili in lingua italiana). Quest’ultima scelta è stata molto dolorosa, soprattutto perché in questo modo abbiamo escluso titoli di grande rilievo (come Agricola: All Creatures Big and Small o Twilight struggle). In ultimo abbiamo deciso che nella lista non dovessero essere presenti solo giochi specificatamente pensati per due giocatori, ma abbiamo incluso anche alcuni titoli che risultano ben bilanciati o addirittura danno il meglio di sé quando il numero di giocatori è ridotto a due.

Prodotti selezionati

giochi_da_tavolo_cover


7 Wonders Duel

Tipo gioco: draft, gestione risorse, competitivo
Durata media partita: 30 minuti

Foto generiche

E’ la versione per due giocatori del famosissimo 7 Wonders (vincitore nel 2011 di numerosi premi quali il Kennerspiel des Jahres, il Deutscher Spiele Preis, l’International Games Award ed il Premio A’ la Carte). Eredita dal fratello maggiore l’ambientazione (le meraviglie) e il principio (draft), ma ha meccaniche completamente ripensate ed ottimizzate per un gioco testa a testa.

Lo scopo è quello di rendere la più importante una delle città del mondo antico attraverso la gestione di risorse e la costruzione di edifici e meraviglie; questi edifici permettono, a fine partita, di determinare il vincitore, cioè chi ha ottenuto la supremazia militare, civile o tecnologica.

Il contenuto è davvero cospicuo (più di 80 carte e più di 40 segnalini) ma non per questo di bassa qualità, anzi: la cura estetica è eccellente, una vera meraviglia per gli occhi.

Un punto a favore di questo titolo è il fatto che presenta anche una espansione già disponibile, per aumentare varietà e longevità.

» Clicca qui per acquistare 7 Wonders Duel
» Clicca qui per acquistare l’espansione Pantheon


Dragon Castle

Tipo gioco: astratto, piazzamento
Durata media partita: 30 minuti

Foto generiche

Gioco italiano dell’italiana Horrible Guild e distribuito da Ghenos, prende in prestito le tessere del Mahjong per costruire un’esperienza ludica completamente diversa. L’obiettivo è quello di costruire sulla propria plancia di gioco il migliore castello tradizionale giapponese, utilizzando come elementi di base proprio le tessere del Mahjong. Queste sono pescate secondo regole specifiche da una struttura centrale predisposta ad inizio partita e sono poi piazzate nella propria area. Quando le aree sono sufficientemente sviluppate possono essere “consolidate” e trasformate in un piano del palazzo.

Dragon Castle è un gioco basato su concetti e regole estremamente semplici, che quindi rendono il gioco adatto a tutti, grandi e piccoli. E’ facile da imparare e, dopo il set-up un po’ laborioso, veloce e scorrevole.

E’ adatto a un gruppo di 2-4 giocatori ma rende il massimo proprio in una configurazione testa a testa.

» Clicca qui per acquistare Dragon Castle


Le città perdute

Tipo gioco: piazzamento
Durata media partita: 20 minuti

Foto generiche

Le città perdute è un grande classico di Reiner Knizia, uno dei più prolifici e famosi autori degli ultimi anni; il titolo non sembra cedere alle insidie del tempo: vincitore nel 2000 del International Gamers Awards come miglior gioco da due giocatori, è ancora oggi pubblicato e prodotto (in un’edizione riproposta da Giochi Uniti dopo al chiusura di Tilsit in Italia) a distanza di ben vent’anni.

I giocatori devono esplorare una serie di città di civiltà oramai perdute, addentrandosi nelle antiche rovine per scoprire la maggior quantità di informazioni possibili.

La meccanica è quella di gestione di carte, che devono essere piazzate sul tabellone di gioco per fare punti ma sottostando a specifiche regole di piazzamento. Il gioco ha un set-up istantaneo (basta mescolare e distribuire le carte) e regole talmente semplici da poter essere afferrate immediatamente; nonostante questo le partite non sono banali e la strategia ha un aspetto importante. Anche il materiale è estremamente ridotto (un piccolo tabellone, insieme alle carte, formano il contenuto della scatola) rendendo il gioco particolarmente comodo da trasportare.

» Clicca qui per acquistare Le città perdute (attualmente non disponibile)


Lettere da Whitechapel

Tipo gioco: investigativo
Durata media partita: 90 minuti

Foto generiche

Lettere da Whitechapel è un gioco da tavolo italiano di tipo investigativo basato sulla storia di Jack Lo Squartatore (Whitechapel è il quartiere di Londra dove sono avvenuti i delitti). Il titolo è semicooperativo: è infatti giocato in modalità uno contro tutti (un giocatore interpreta Jack, gli altri gli agenti di polizia) e trova grandissimo riscontro quando giocato in modalità uno contro uno.

Il prodotto è di grande qualità, sia in termini di materiali, sia in termini di cura per l’accuratezza storica, sia infine per le meccaniche che traggono ispirazione da altri giochi simili ma semplificandoli e migliorandoli. Il gioco si caratterizza anche per alcune interessanti regole aggiuntive, che permettono di rendere la partita più complessa e alzando il livello della sfida.

La sfida diretta uno contro uno, i bluff e le deduzioni sono le caratteristiche principali di questo prodotto di grande successo; certamente non è indicato per i giocatori alle prime armi, soprattutto in un contesto di due giocatori, dove entrambi devono essere sufficientemente esperti per comprendere appieno il regolamento e sfidarsi su un piano sufficientemente paritario. Per esperti.

» Clicca qui per acquistare Lettere da Whitechapel


Patchwork

Tipo gioco: astratto, piazzamento
Durata media partita: 30 minuti

Foto generiche

Titolo famosissimo e di grane successo, espressamente pensato per le sfide testa a testa, Patchwork è un gioco astratto del 2014 di Uwe Rosemberg, autore prolifico e molto apprezzato (suoi Agricola, Bohnanza, Le Havre, Caverna, per citare solo i più famosi).

Lo scopo del gioco è quello di creare la più bella coperta, unendo scampoli di forma e costo differente. Il punteggio è determinato dalla moneta usata anche per acquistare la stoffa, cioè i bottoni; chi a fine partita ne ha di più, vince.

Le regole sono molto semplici, ma non per questo le partite risultano banali, anzi: spesso ci si trova a competere ferocemente aspettando con ansia di poter fare la propria mossa prima che l’avversario ce la renda impossibile.

Grazie al regolamento semplice, Patchwork è adeguato ad una vasta platea di giocatori, dai più esperti ai meno esperti.

» Clicca qui per acquistare Patchwork


Santorini

Tipo gioco: piazzamento
Durata media partita: 20 minuti

Foto generiche

Santorini è un gioco da tavolo del 2017 per 2-4 giocatori che dà il meglio di sé in modalità uno contro uno. I giocatori dovranno costruire i caratteristici edifici bianchi con cupole blu dell’omonima isola greca: le meccaniche sono essenzialmente di piazzamento, ma l’aggiunta di una serie di carte che rappresentano poteri divini, rendono il gioco decisamente più interessante, vario e divertente. Il gioco è fortemente competitivo e sono indispensabili mosse e scelte volte a bloccare l’avversario o metterlo in difficoltà.

Le regole semplici fanno di Santorini un gioco adatto a tutti; la durata contenuta delle partite (20 minuti) lo rendono versatile per ogni occasione, costituendo un impegno estremamente ridotto.

» Clicca qui per acquistare Santorini


Jaipur

Tipo gioco: gestione risorse
Durata media partita: 30 minuti

Giochi da due persone

Japur è un gioco da due persone abbastanza datato (2009) ma che ha saputo riscuotere grande successo. Il fatto che a distanza di undici anni dall’uscita sia ancora disponibile sugli scaffali dei negozi, è un importante indice della qualità e del successo che questo titolo ha ottenuto, soprattutto se si considera la velocità con cui i prodotti escono dai cataloghi da qualche anno a questa parte.

I giocatori sono due mercanti nella capitale del Rajasthan, e dovranno sfidarsi per diventare il miglior commerciante di materiali esotici della città. Il gioco si basa su due essenziali attività: procurarsi merci (rappresentate da carte) e venderle per ottenere il maggior guadagno possibile. Il meccanismo di base del gioco è estremamente semplice, ma ci sono un paio di accorgimenti (in particolare bonus per vendite importanti, il fatto che le merci perdono valore nell’arco della partita e la possibilità di scambiare qualsiasi merce per i cammelli) che rendono l’aspetto tattico non banale. Il risultato è un gioco veloce, semplice, divertente ma che allo stesso tempo non annoia ed anzi invoglia a diverse partite consecutive. Il costo contenuto fa di questo titolo una valida opzione per chiunque cerchi giochi semplici per due giocatori.

» Clicca qui per acquistare Jaipur