Cinema e Serie TV

Intervista a Federico Viola: la voce di Eivor di Assassin’s Creed Valhalla

Continuano le nostre interviste ai professionisti del mondo del doppiaggio, di pari passo con Voices, il programma in onda sul canale Twitch di Cultura Pop ogni primo e terzo giovedì del mese.

Questa volta è toccato a Federico Viola, doppiatore di moltissimi personaggi di videogiochi (tra gli ultimi Eivor di Assassin’s Creed Valhalla e V di Cyberpunk), di diversi cartoni animati (come Bakugo di My Hero Academia) e voce anche di Noah Centineo, attore protagonista di Tutte le volte che ho scritto ti amo. Vi lasciamo alle domande più interessanti che abbiamo fatto a Federico durante l’intervista; se volete ascoltare quella completa, in cui abbiamo chiacchierato molto di videogiochi e cultura giapponese, potete vedere il video in fondo all’articolo.

Intervista Federico Viola

Perchè hai scelto di fare il doppiatore?

La verità è che ne sono sempre stato appassionato. Quando ero piccolo, guardavo i cartoni o giocavo ai videogiochi e mi divertivo ad associare le varie voci ai vari personaggi, specialmente per quanto riguarda i secondi, dei quali ce ne sono alcuni in particolare che sono stati fondamentali per farmi intraprendere la mia carriera: il primo Mafia, nel quale vi era Claudio Moneta come protagonista, il primo Max Paine, con un incredibile Giorgio Melazzi e una storia incredibile, il primo Soul River, con un adattamento aulico e meraviglioso Con Raffaele Fallica e poi, in negativo, il primo Metal Gear Solid, che è quello che è, ma che mi aiutò a fare “lo scatto” e che mi fece capire che dietro c’è un lavoro incredibile e che ci sono cose fatte bene e alcune fatte male.

Per questo che la mia “missione” è diventata quella di entrare a far parte di questo mondo per fare in modo che non venissero più fatti scempi come quello di Metal Gear (ride).

Com’è stata la tua prima esperienza? Ti ricordi i primi provini o la prima parte che hai ottenuto?

Io ho iniziato a Milano ed il mio primo provino fu fatto su una serie che si chiamava “Victorius”, una sit-com di Nickelodeon. Mi ricordo che era un personaggio che ad un certo punto si buttava su un divano! (ride)

Invece, il mio primo personaggio è stato in un film chiamato “La banda del porno”, che a dispetto del titolo, in realtà, è un film bellissimo! Per dire, il protagonista è Jeff Bridges. Lì facevo uno che veniva trattato malissimo, però è stata la mia prima esperienza ed è stato bellissimo. Il primo contrattino lo ho ancora incorniciato a casa!

Intervista Federico Viola

C’è un personaggio che hai doppiato e di cui hai nostalgia?

E’ una domanda un po’ difficile, poichè mi affeziono abbastanza a tutti i personaggi che doppio. Tuttavia, forse più per l’atmosfera che si era creata in sala, ho tanta nostalgia di Hades di Lost Canvas, perchè si era creata una bella situazione con tutta la squadra: doppiatori, direttore, fonico, ma anche ai “piani alti” ovvero con la rete, il cliente eccetera eccetera. Ho un bellissimo ricordo di quell’esperienza e sarebbe bello poter tornare a lavorare in una situazione simile.

Quando doppi i videogiochi, vedi ciò che stai doppiando?

Quando doppiamo i videogiochi non vediamo niente. E il perchè è molto semplice: perchè il videogioco ancora non esiste, lo stanno ancora materialmente producendo. Non è come un film che comunque una volta che è terminato c’è e può uscire anche in differita in diverse parti del mondo; inoltre, un film in un determinato periodo di tempo lo doppi, un videogioco non è detto, ci vogliono mesi e mesi di lavoro. A volte, vediamo alcune “cutscene”, ma non succede quasi mai.

A me aiuta tanto l’essere un videogiocatore, perchè nonostante non veda nulla e non sappia cosa sta succedendo, se sai di cosa si sta parlando e ti sei informato su quello che dovrebbe essere, fai sicuramente meno difficoltà.

E’ stato molto lungo lavorare ad un progetto così grosso come Cyberpunk?

E’ stato enorme anche per quanto riguarda la localizzazione, ma da quel che so, il più grande progetto, in ambito doppiaggio videoludico, è stato Skirim, dopo quello non è mai stato fatto niente di così grosso. Anche Cyberpunk, però, è stato molto lungo, ma non è stato tanto diverso da quanto fatto con Assassin’s Creed Valhalla, ad esempio.

Intervista Federico Viola

Molto spesso, doppiamo tanto materiale che, ipoteticamente, verrà poi utilizzato anche per progetti futuri, come DLC ad esempio, ma tante volte arrivano pezzi da doppiare anche molto tempo dopo, allungando la produzione di parecchio tempo. Dipende dalle situazioni!

Cosa si prova ad essere l’assassino dell’anno?

Io sono un fan della saga dall’uscita del primo capitolo, che ho amato nonostante i difetti. Io volevo già entrarvi a farne parte già un po’ di tempo fa, per cui feci un provino per Assassin’s Creed 3, dove c’era Connor come protagonista. Riuscii ad infilarmi nella saga con Assassin’s Creed Syndicate, dove ho doppiato Henry Green e mi chiamarono poi a fare il provino proprio per Valhalla.

Quando mi hanno avvisato che ero stato scelto ero contento come una ragazzina (ride)! Contando, poi, che già stavo facendo Cyberpunk, ho detto:”Beh, che fortuna! Due piccioni con una fava!”, anche perchè sono stati i primi due veri e propri progetti grossi grossi che abbia mai fatto.

E’ stata una bella responsabilità, ma conoscendo molto bene il prodotto sapevo che avrei potuto reggerne il peso.

Intervista Federico Viola

A quale personaggio ti senti più legato, uno che ti senti tuo?

Ce ne sono diversi: sicuramente Wakabayashi (Benjy di Holly e Benjy) perchè è stato parte della mia infanzia, ma anche Bakugou di My Hero Academia che adoro totalmente e del quale sono molto soddisfatto, oltre che esser fiero di aver reso giustizia alla controparte giapponese.

Ma quello a cui sono più affezionato, specialmente per il fatto che siamo stati a contatto per davvero tanto tanto tempo, è stato V di Cyberpunk, anche perchè, essendo un gioco con scelte multiple, ho praticamente vissuto tutte le possibili “vite” del personaggio.

Se volete acquistare Assassin’s Creed Valhalla, l’ultimo capitolo della saga di Ubisoft nel quale Federico Viola doppia il protagonista, potete farlo semplicemente cliccando su questo link per la versione PS4 o su questo link per la versione XBox