Libri e Fumetti

My Hero Academia, la scuola per diventare Supereroi!

Boku no Hero Academia, in Italia tradotto come My Hero Academia è un Manga di genere Shonen nato nel 2014 dalle matite di Kohei Horikoshi, serializzato sulla rivista Weekly Shonen Jump dell’editore giapponese Shueisha, che racconta le vicende di un mondo alternativo in cui gli esseri umani sono dotati di abilità chiamate Quirk. Nel 2016 lo studio di animazione Bones (famoso per Fullmetal Alchemist, Eureka Seven, Wolf’s Rain e molti altri) ha iniziato a produrre un adattamento che al momento può vantare quattro stagioni (la quinta è prossima all’uscita) e due lungometraggi originali.

My Hero Academia

L’ambientazione, così familiare ai fan dei supereroi unita ad un’ottima caratterizzazione dei personaggi hanno fatto in modo che questa serie prendesse naturalmente (e senza alcuna fatica) il posto vacante lasciato da Naruto, terminato proprio mentre My Hero Academia muoveva i suoi primi passi. Quello che segue vuole essere uno spunto introduttivo per chiunque voglia avvicinarsi al mondo di di My Hero Academia, sia esso il Manga o l’Anime, da cui poi sono stati tratti tanti altri prodotti come Videogiochi, Action Figure e Merchandise di vario tipo partendo da una disamina quasi completa dei primi episodi per poi accompagnarvi verso la presentazione dei personaggi principali.

Ma perchè My Hero Academia ci piace tanto? Scopritelo insieme a noi!

Boku no Hero, il prototipo del Manga

Kohei Horikoshi, ideatore del Manga è un giovane autore che si è laureato alla Nagoya University of Arts. Nel 2006 viene adocchiato dagli editori di Shueisha durante un concorso per giovani talenti grazie al suo One Shot chiamato Nukegara. Diciamo che non passarono molti anni da una prima versione abbozzata di quello che in futuro sarebbe diventato My Hero Academia perché già nel 2008 con Boku no Hero, un altro manga One Shot in cui un personaggio chiamato Jack Midoriya svolge l’attività di impiegato e vive in un mondo dove esistono i super eroi. Possiamo considerarlo un Pilot per My Hero Academia come lo conosciamo oggi? Assolutamente si anche per via del fatto che sebbene il nome Jack Midoriya sia differente nella prima parte, l’aspetto del personaggio è chiaramente una versione abbozzata dell’Izuku che conosciamo oggi. Il mangaka, che ha più volte dichiarato di essere cresciuto con i manga di Naruto e One Piece, non ha mai nascosto la sua passione per i comics americani che sono stati un palese spunto e fonte di ispirazione per l’intero mondo narrativo da lui stesso ideato.

Boku no Hero (2008)
My Hero Academia

La comparsa dei Quirk

Tutto ebbe inizio in una cittadina situata in Cina, con la comparsa di un neonato in grado di emettere luce, dopo quell’insolito e bizzarro evento iniziarono a spuntare ovunque bambini dai poteri incredibili di cui nessuno riusciva a coglierne l’origine, inizia così l’era dei Quirk. In breve tempo l’ottanta percento della popolazione mondiale era misteriosamente dotata di super poteri come super forza, velocità e tanti altri che noi appassionati di fumetti e manga ben conosciamo trasformando così la fantasia in ordinarietà.

Il primo Quirk
My Hero Academia

Provate ad immaginare in quel caos di abilità cosa potesse accadere, infatti, con l’arrivo dei Quirk aumentò anche il tasso di criminalità e fu così che iniziarono a nascere anche nuove professioni, finanziate e stipendiate dai Governi, come quella dei Supereroi. Agenzie private e organizzazioni di persone coraggiose ispirate a quei personaggi che prima erano solo nelle pagine dei fumetti, chiamate Pro Hero, in grado di risolvere le più svariate situazioni affiancando le forze dell’ordine contro la minaccia dei Villain.

Ed è così che trascorrono le giornate nel mondo di My Hero Academia, la gente vive in un mondo surreale in cui è normale che un gigante distrugga interi quartieri, è normale che un comune cittadino si trovi bloccato per andare al lavoro a causa di ciò ed è normale che un gruppo di Hero intervenga con tecniche di controllo e trasformazione degli arti in legno come nel caso di Kamui Shinrin che vediamo entrare in scena proprio nel primo episodio.

Kamui Shinrin
My Hero Academia

Midoriya Izuku, le origini

Izuku Midoriya è un comune studente in un mondo di coetanei dotati di superpoteri, nonostante sia figlio di possessori di Quirk di quarta generazione (la madre può attirare a se piccoli oggetti e il padre può sputare fuoco), gli viene diagnosticato di non possedere alcun tipo di abilità in quanto frutto di una mutazione genetica che ne impedisce lo sviluppo. Lo shock iniziale di Midoriya, che come idolo e fonte di ispirazione ha proprio All Might, il più forte tra tutti gli Hero, viene in seguito superato dalla sua tenacia che come vedremo porterà a risvolti del tutto imprevisti.

Midoriya Izuku
my hero academia

Izuku, da bravo Nerd, studia per anni ogni tipo di Quirk e di Hero annotando minuziosamente i dettagli nel suo prezioso quaderno per appunti. Un giorno, tornando a casa da scuola, si imbatte in un villain in grado di assumere ogni forma come un liquido e viene attaccato, fortunatamente viene salvato da All Might che in quel momento stava passando di li. Il n.1 degli Hero, con un colpo, lo sconfigge e lo rinchiude nelle bottiglie di Cola che aveva appena acquistato.

Mentre All Might se ne sta per andare, caricandosi per un super salto, Izuku si aggrappa alle sue gambe e si ritrova in un istante a mezz’aria insieme a lui. i due si fermano a parlare in un tetto li vicino e Midoriya chiede proprio al suo  idolo se si possa diventare un eroe senza avere un Quirk. Da quel momento le cose per lui cambieranno notevolmente perché l’incontro con All Might darà per sempre una svolta radicale alla sua vita.

Midoriya apprende che All Might soffre da diverso tempo a seguito di un colpo subito durante uno scontro e non è in grado di mantenere l’aspetto muscoloso e i suoi poteri per lunghi periodi, viene pertanto incoraggiato inizialmente ad entrare in Polizia. Dileguandosi, All Might si rende conto di essersi fatto sfuggire il Villain imprigionato poco prima. Probabilmente la presenza di Izuku ha in qualche modo interferito lasciando che la bottiglia cadesse a terra.

Katsuki Bakugo
My Hero Academia

Il Villain viene accidentalmente liberato da Bakugo, compagno di Midoriya, dotato di un Quirk di tipo esplosivo. Senza rendersene conto Bakugo diventa preda del nemico e nel tentativo di liberarsi crea una serie di incendi intorno a se. molti Hero tentano di intervenire, inutilmente, in suo soccorso e quando Midoriya realizza che il malintenzionato si è liberato a causa sua si getta senza pensarci in soccorso del compagno di scuola.

Sebbene senza forze e nella sua forma ridotta, All Might riesce a trasformarsi nuovamente spinto dalla tenacia del giovane Midoriya e a rischio della propria salute pone fine nuovamente alla battaglia grazie ad un potente Detroit Smash. All Might decide infine di prendere come allievo e suo successore Izuku Midoriya e dopo un  duro allenamento preparatorio gli concede il potere del One for All che a sua volta aveva ereditato dal suo predecessore. Inizia ufficialmente l’avventura di Izuku Midoriya e inizia anche la carriera di un nuovo giovane Hero.

Il Liceo Yuei, la migliore scuola per Hero

Lo Yuei (traslitterazione dell’acronimo U.A.) è il miglior istituto del Giappone per imparare a diventare un eroe professionista e gli studenti, una volta ammessi ai corsi, vengono suddivisi in aree specifiche per ogni abilità. Il nostro Izuku e gran parte dei co-protagonisti fanno parte della 1-A soprannominata “Dipartimento Eroismo” ed è qui che possono imparare a sfruttare a pieno le loro doti diventando così validi elementi al servizio della comunità.

Liceo Yuei
My Hero Academia

E’ questo infatti il luogo dove i giovani personaggi studiano e si addestrano per diventare gli eroi di domani ed è anche il luogo dove si svolgono gran parte delle vicende. La scuola in questione è inoltre circondata da un muro anti-Villain chiamato UA Barrier dal quale è impossibile accedere senza il possesso di un particolare badge identificativo. Chiaramente oltre ai temibili Villain, il muro tiene lontani anche i paparazzi e la stampa in generale.

Gli altri personaggi: Hero e Villain

Il mondo di My Hero Academia è costellato dai personaggi più bizzarri e strabilianti, non fanno eccezione i giovani aspiranti Hero come Midoriya ne tantomeno i Pro-Hero ovvero gli Eroi in attività con una vera e propria carriera alle spalle. Partiamo dagli aspiranti “WannaBe” Hero che attualmente sono iscritti al Liceo Yuei. Tra i personaggi principali e compagni di classe è doveroso menzionare il rivale Katsuki Bakugo (di cui avete letto poco sopra), Shoto Todoroki, Tenya Iida, Eijiro Kirishima.

Unione dei Villain
My Hero Academia

Tra i Villain troviamo personaggi altrettanto ben caratterizzati e inizialmente ne vediamo ben pochi ma comunque pronti ad agire e ordire le trame dei loro malvagi piani. Il principale sicuramente è All for One (la nemesi di All Might per antonomasia), troviamo anche Tomura Shigaraki con la sua maschera a forma di mano, Dabi e Himiko e altri che fanno parte dell’Unione dei Villain, l’organizzazione criminale che cerca di sovvertire l’ordine mondiale cercando di creare caos e disastri. Cosa lega effettivamente All for One a All Might lo scoprirete da soli leggendo il Manga o guardando l’Anime, non vogliamo spoilerarvi troppo.

Il Manga in Italia

Il Manga in Giappone è composto ormai da quasi 300 capitoli mentre in Italia, edito da Star Comics, vanta al momento una serializzazione a cadenza regolare con all’attivo 26 Tankobon rilasciati (Tutti disponibili per l’acquisto online). Di My Hero Academia però esistono anche dei Manga Spin-off come My Hero Academia: Vigilante, sempre edito da Star Comics (Tutti i volumi sono disponibili), ma di questo non esiste alcun adattamento animato. Per chi fosse interessato sul portale (ma esiste anche l’app per dispositivi Apple e Android) Manga Plus è possibile leggere una anteprima dei primi capitoli di My Hero Academia e farvi un’idea sulla storia. Tranquilli, il sito è totalmente gratuito e legale in quanto di proprietà dell’editore giapponese Shueisha ma dovrete attivare il vostro Quirk “traduttore” perché i capitoli sono tradotti solo in Inglese e Spagnolo.

My Hero Academia: Il Manga
My Hero Academia

My Hero Academia: il nuovo Naruto

L’accoglienza di quest’opera è stata immediatamente molto forte da parte del pubblico che subito ha rivisto un degno successore di Naruto che si stava concludendo proprio durante gli esordi di My Hero Academia sulle pagine di Shonen Jump anche per dichiarazioni esplicite di Masashi Kishimoto, autore di Naruto e Naruto Shippuden. Ad oggi la serie manga può vantare uno spin-off e una serie di novel e con il primo manga risulta essere l’ottavo shonen più venduto in Giappone con 6.003.589 copie (dati relativi al 2020). Il gradimento della serie è stato tale da generare anche un sacco di prodotti correlati come Anime, Film, Action Figure e Videogiochi compreso l’adattamento italiano dall’autunno 2018 fino al gennaio 2019 (su Italia 1) a opera dello studio di doppiaggio Merak. Oggi, possiamo vedere My Hero Academia anche in streaming sulle principali piattaforme come Netflix insieme ai due lungometraggi My Hero Academia: The Movie – Two Heroes (2018) e My Hero Academia Heroes: Rising (2019).

Masashi Kishimoto si congratula con Kōhei Horikoshi
My Hero Academia

Action Figure e Gadget di ogni tipo, se sei già un fan della serie non farti sfuggire i migliori prodotti legati a My Hero Academia e scaglia un Detroit Smash a questo link!.