Cinema e Serie TV

Justice League Snyder Cut – un estratto della colonna sonora

Justice League Snyder Cut dovrebbe arrivare a marzo 2021, data ancora da confermare ufficialmente, e Zack Snyder procede spedito nel suo lavoro di “restauro” della sua pellicola, lavoro che passa anche dalla colonna sonora.

Quando il regista venne sostituito da Joss Whedon infatti Junkie XL (che aveva curato la colonna sonora di Batman v Superman in coppia con il suo mentore Hans Zimmer) venne sostituito dal più tradizionale Danny Elfman. Snyder ha quindi richiamato il compositore originariamente scelto per musicare nuovamente la pellicola e durante una videointervista concessa a The Film Junkee ha fatto sentire un breve estratto, in bassa qualità direttamente dal suo cellulare, del lavoro che sta compiendo proprio Junkie XL.

Eccovelo:

DC vs Marvel secondo Zack Snyder

Sempre nella stessa videointervista, Zack Snyder si era soffermato sulla differenza fra i film DC e quelli Marvel.

Ecco i passaggi salienti in merito al differenza nell’approccio fra DC e Marvel dell’intervista.

Zack Snyder dice:

Adoro quello che Warner Bros. ha deciso di fare, abbracciare la propria identità. C’è sempre stata questa critica latente, l’essere rimasti in una sorta di “limbo”. E quale sarebbe? Di provare ad essere la Marvel? Aver provato ad avere una nostra visione? Ora invece penso che l’obbiettivo sia diverso, uno in cui al primo posto viene messo la visione del regista e un multiverso permette di fare esattamente questo.

Sull’impossibilità di utilizzare lo stesso approccio Marvel per l’Universo DC:

Quando ho fatto Man of Steel, Batman v. Superman e Justice League, c’era l’universo dei film animato con una propria continuity, le serie TV dell’Arrowverse con un’altra e non c’era modo di incastrarle tutte senza contraddirci o confondere gli spettatori dicendo “questo è l’unico Flash” oppure “questa serie non conta nulla”.

Il regista chiarisce poi che il MCU è stato un epicentro da cui sviluppare, e collegare, altri progetti facendo tutto muovere verso una direzione unica con uno schema sempre pressoché identico.

Questo non avrebbe funzionato con i personaggi DC perché le serie TV erano all’epoca al loro apice così come l’universo animato. I film di Nolan avevano un tono estremamente personale… sarebbe stato ridicolo “sconfessare” tutta questa creatività, ammetto che per un momento ci abbiano pensato, credo ma alla fine sono molto contento del nuovo approccio scelto.

Justice League Snyder Cut, l’ultimo trailer

Lo scorso 17 novembre, Zack Snyder aveva diffuso uno nuovo trailer di Justice League Snyder Cut. 

Eccolo:

Justice Leagus vs Justice League Snyder Cut

Justice League avrebbe idealmente dovuto chiudere la prima fase del DCEU che iniziato già sotto le critiche, a parere di chi scrive immeritate e ingiustificate, a Man of Steel erano deflagrate poi con quel Batman v Superman: Dawn of Justice in cui era evidente come la pressione della corsa per uniformare le pellicole DC a quelle della concorrenza il cui progetto era diametralmente opposto a quello evidentemente concepito dal regista.

Foto generiche

Justice League è stato uno dei cinefumetti, per non dire uno dei film, più controversi degli ultimi 20 anni tant’è che la sua realizzazione potrebbe essere accostata ad uno dei grandi capolavori del cinema americano ovvero Via col Vento questo perché le due pellicole sono state accomunate da una lavorazione a dir poco travagliata che, fra attori scontenti e riprese aggiuntive costate milioni di dollari, culminò con l’allontanamento di Zack Snyder dalla regia, avvenuto in concomitanza con un gravissimo lutto famigliare, e l’arrivo di Joss Whedon che nel tentativo di bissare il successo di Avengers ultimò una pellicola acerba che riusciva a raggiungere a fatica il suo scopo ovvero chiudere l’era Snyder.

Con il tramonto del DCEU e la nascita dei Worlds of DC però la base di fan di Zack Snyder è rimasta sempre molto vocale facendo registrare nelle sue fila anche gli attori protagonisti del film ma anche insospettabili professionisti del mondo del cinema e dei fumetti che evidentemente avevano percepito la necessità di dare prima di tutto dal punto di vista artistico una possibilità al regista di mostrare il suo lavoro così come originariamente concepito.

Acquista la nuova edizione di Crisi sulle Terre Infinite edita da Panini DC Italia.